logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3) 4 5 »

Re: Fabrizio De Andrè
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 45337
Offline
Diciamo che, MUTATIS MUTANDIS, Battisti stava a De André come oggi i Negramaro stanno a Francesco De Gregori.

Non è che De André fosse "impegnato" e Battisti no, stiamo semplicemente parlando di due diversi piani dell'esistenza nel Cosmo.

Nella sua categoria Battisti può avere tutte le ragioni d'essere che volete e meritare le mille lodi che gli vengono tributate ovunque, ma davanti a De André le sue sono poco più che canzonette. Credo che il comune parallelo tra i due nasca soprattutto dal fatto che sono morti a poca distanza uno dall'altro, tuttavia mi sono stupita nel vedere quanti bloggers hanno tirato in mezzo Battisti per criticare le commemorazioni su De André.

Tra l'altro, scusate, ma se mi dite che Faber era antipatico, Battisti cos'era? O_O


@Doxa
In realtà "La buona novella" non è un disco molto amato dai credenti (cattolici), perché parla delle figure di Maria e Gesù in modo dissacrante (e per dissacrante intendo che le spoglia dell'aspetto strettamente sacro). Alcuni lo considerano addirittura blasfemo, nonostante abbia, proprio attraverso la totale "laicizzazione" della vicenda di Gesù, fatto emergere il tema originale dell'amore e della pietà cristiana in modo quasi estremo e violentemente efficace.


Inviato: 2009/1/14 13:21
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 16901
Offline
Dire che Faber era antipatico la trovo una critica sterile, anzi nemmeno una critica la definirei (non merita tale onore).

Tra Negramaro e De Gregori io sto con entrambi.

...e poi "canzonette", lo trovo un termine così squalificante.

Inviato: 2009/1/14 13:34
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 45337
Offline
Come disse il paracadute, "Non mi sono spiegato"

Tutto è relativo.

Se tu metti Battisti fra i cantanti della sua categoria, una via di mezzo fra commerciale e impegnato (un commerciale con il suo perché, ecco), le sue non sono canzonette. Non lo sono, per esempio, se lo fai competere con Gianni Morandi o Claudio Baglioni. Poi Morandi e Baglioni non sono ancora morti e quindi non sono ancora stati consegnati alla leggenda.

Fra quelli che hanno cantato i drammi d'amore, gli orari dei treni e i fiori tra i capelli, Battisti (e chi con lui scriveva testi e musiche, visto che non era un cantautore) viene tuttora ascoltato e ricordato con grande stima e va bene.

Se lo paragoni a De André (come hanno fatto un sacco di persone all'indomani della commemorazione), allora le sue sono canzonette.

Quello che intendo con canzonette è che fra centocinquant'anni le opere di De André avranno ancora un valore rimasto intatto nel tempo, perché ha parlato di temi talmente universali che resteranno ugualmente pieni di significato a prescindere dall'epoca in cui sono stati concepiti. E' come un classico della letteratura: il suo valore era così universale che gli ha permesso di slegarsi dall'epoca a cui apparteneva ed essere attuale e valido ancora oggi.

Di certo non si può dire lo stesso per le canzoni di Battisti (né di Baglioni, né di Morandi, né di Fiorella Mannoia e via dicendo).

De André sta proprio su un altro livello.

Poi questo non significa che è un delitto ascoltare Battisti. La musica c.d. "leggera" ha tutte le ragioni d'essere dell'universo. Io in macchina ascolto Britney Spears, quindi figurati.

Inviato: 2009/1/14 14:09
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 16901
Offline
Ora ci sto... con la tua spiegazione.

Inviato: 2009/1/14 14:53
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Home away from home
Iscritto il:
2008/5/5 11:04
Da roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 529
Livello : 21; EXP : 20
HP : 0 / 505
MP : 176 / 13861
Offline
Per quanto riguarda la storia hai perfettamente ragione.
Andiamo al sentimento. De Andrè sarà sempre ascoltato, perchè è un poeta e per le sue tematiche.
Battisti, forse sparirà, ma a distanza di soli dieci anni posso dire che chi come me ha "vissuto" le sue canzoni, non può fare a meno di considerarlo come uno che ha saputo cantare l'amore, e il suo paroliere Mogol di scriverlo, nella sua accezione più quotidiana e spesso lirica.

Inviato: 2009/1/14 14:53
_________________
"Gli errori sono sempre iniziali."
Cesare Pavese- Il mestiere di vivere
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 45337
Offline
Ma infatti sicuramente Battisti nella sua categoria era una spanna avanti, la sua generazione ancora lo ricorda con grande amore, e anche quelle successive (le mie amiche ascoltano praticamente solo lui, sarà per questo che ho finito con l'odiarlo )

Quanto a Mogol, è stato sicuramente un grandissimo paroliere, prima di finire così:


"Con quegli occhi attenti
come spilli ardenti
mi frughi.
Come un lupo attendi
dentro l'anima discendi
indaghi sempre più.
Ti sembro quasi una farfalla
un giocattolo una palla
si da prendere.
Dimmi il tuo amore cosa vale
so che mi vedi come il miele
da mangiare tu
ma ti stai sbagliando sai
io non sono una ciliegia,
Essere una donna
non vuol dire riempire solo una minigonna
non vuol dire credere a chiunque se ti inganna.
Essere una donna è di più, di più, di più, di più
è sentirsi viva
è la gioia di amare e di sentirsi consolare
stringere un bambino forte, forte sopra il seno
con un vero uomo accanto a me
Essere guardata
e a volte anche seguita
mi pesa.
Certi complimenti se son rozzi poi ti senti offesa.
Ti senti come una farfalla
un giocattolo, una palla
da prendere.
Ma non è amore poco vale
sentirsi come il miele
da mangiare no.
Ma ti stai sbagliando sai
sono davvero un'altra cosa.
Essere una donna
non vuol dire riempire solo una minigonna
non vuol dire credere a chiunque se ti inganna,
Essere una donna è di più, di più, di più, di più,
Io non cerco un'avventura
ma il compagno che vorrei
che tra un bacio e una risata
mi farà dimenticare
i problemi intorno a me,
Essere una donna
è vuol dire provare dentro veri sentimenti
e frenare il pianto e il dolore che tu senti
essere di più, molto di più."

Come distruggere una carriera leggendaria in cinquanta versi.

Inviato: 2009/1/14 15:38
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Home away from home
Iscritto il:
2004/10/21 19:13
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 882
Livello : 26; EXP : 55
HP : 0 / 638
MP : 294 / 24138
Offline
Mi accorgo ora di questa discussione e mi inserisco per dire questo (nb: forse mi ripeto: non ho letto tutto - confesso e mi scuso in anticipo se così fosse!):
quello che mi colpisce dei testi di DeAndrè è come sia riuscito sempre a creare poderose immagini. Poetiche immagini. Tangibili immagini.

Ce una canzone che a me e Max piace molto (l'abbiamo eletta colonna sonora dei nostri viaggi - ce la cantiamo io stonando, lui no, ogni volta che andiamo fuori Roma), s'intitola "Se ti tagliassero a pezzetti".
Non credo sia una delle sue più famose... dice:

Se ti tagliassero a pezzetti
il vento li raccoglierebbe
e il regno dei ragni
cucirebbe la pelle
e la luna la luna
tesserebbe i capelli e il viso
e il polline di Dio
di Dio il sorriso...

Ora, dico io, ha creato immagini talmente belle che ogni volta che la canto resto completamente intrappolata dalle parole, dalle immagini, dalla poesia, e mi dimentico di cosa effettivamente sta parlando... ma il senso resta non si perde, torna fuori a ogni svolta...
Per me questo fa grande De Andre'

(... e magari riuscissi io, una volta in vita mia, a scrivere una delle poesie che ha scritto lui...!

Inviato: 2009/1/14 15:48
_________________

Per sempre, spera lo scrittore. Per sempre. Carver
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Autore dell'anno 2008
Iscritto il:
2005/4/19 13:59
Da L'Aquila
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 648
Livello : 23; EXP : 22
HP : 0 / 555
MP : 216 / 20193
Offline
non vorrei far paragoni tra i due, perchè shoen mi ha rubato le parole di bocca (perciò scrivo e non parlo), condivido il suo pensiero totalmente. certo, a parte l'indubbio e lampante abisso morale/politico/sociale, ecc ecc tra i due; se parliamo del cantautore(uno)/cantante(l'altro) e non dell'uomo, non mi viene comunque facile paragonare "non piangere salame coi capelli verderame" con "l'amore ha l'amore come solo argomento, e il tumulto del cielo ha sbagliato momento", oppure "eppur mi son scordato di te non le ho detto di no ti ho fatto pianger tanto perchè io sono un bruto lo so" con "oltre il muro dei vetri si risveglia la vita, che si prende per mano a battaglia finita, come fa questo amore che dall'ansia di perdersi ha avuto in un giorno la certezza di aversi". ma, ripeto, pur non condividendolo, capisco benissimo chi apprezza Battisti, soprattutto poi se quelle canzoni le ha vissute; indubbiamente, lasciano un segno. però è un po' come dire "sicuramente pruzzo è rimasto nel cuore dei tifosi romanisti, ma maradona è un'altra cosa", tutto qua.
se non mi sono fatto troppi nemici, consiglierei (ma sul serio, in buona fede, con la certezza che poi si allarghi un po' il cuore, che ci riconciliamo un minimo col genere umano) intanto di vedere un concerto dal vivo, si capisce anche la perfezione musicale (consiglio "de andrè in concerto", doppio dvd del 2008, oppure, ancora più facile, le stesse canzoni di quel live su...youtube), poi più o meno gli album che hai detto tu, shoen (piantala di copiarmi in anticipo), in questo ordine

non al denaro non all'amore nè al cielo
la buona novella
rimini
storia di un impiegato

e, ovviamente, qualche canzone sparsa, le prime che mi vengono in mente:

creuza de ma (il capolavoro, tutta in genovese)
dolcenera e don raffaè (i testi più belli - per me, ma non solo - della musica italiana)
hotel supramonte (dedicata ad un rapimento...)
sidùn (il coro finale - da pelle d'oca)

a questo punto credo che sarà venuta voglia di completare l'opera...

ah, per inciso, per me lo stesso discorso vale, ovviamente, tra negramaro e de gregori

ciao

Inviato: 2009/1/14 16:17
_________________
THAT'S ALL, FOLKS!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Home away from home
Iscritto il:
2009/1/5 13:35
Da Bologna e dintorni
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 960
Livello : 27; EXP : 52
HP : 0 / 663
MP : 320 / 16901
Offline
Certo che anche voi... tra De André e De Gregori... c'avete un po' di puzzetta sotto il naso.

Scherzo.

Inviato: 2009/1/14 22:02
_________________
Non è un poeta colui di cui nessuno legge le poesie.

Marco Valerio Marziale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Fabrizio De Andrè
Autore dell'anno 2008
Iscritto il:
2005/4/19 13:59
Da L'Aquila
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 648
Livello : 23; EXP : 22
HP : 0 / 555
MP : 216 / 20193
Offline
puzzetta sotto al naso? scherzi?
comunque puoi darmi del tu. eheheheheheheh
forse però hai ragione, è difficile essere obiettivi sui propri baffi

ah panz, appena posso ti mando quell'elenco
bài bài

Inviato: 2009/1/15 7:55
_________________
THAT'S ALL, FOLKS!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News001
Iscritti4115
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 50 utente(i) online (35 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 50

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 4
Ieri: 3
Totale: 5341
Ultimi: RafaelN379

Utenti Online:
Ospiti : 50
Membri : 0
Totale: 50
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it - P.I. 02878050737