logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 »

Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Home away from home
Iscritto il:
2004/1/3 15:44
Da ancona
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1618
Livello : 34; EXP : 4
HP : 0 / 826
MP : 539 / 37895
Offline
Cari ozoziani o ozozini,
dopo un evidente periodo di assenza dal sito, ma anche dalla scrittura, ho sentito la voglia e il bisogno di tornare.
Da moderatrice, mi rendo conto che una mia lontananza non era auspicabile ma purtroppo non si può essere sempre dove si vorrebbe nè tantomeno in ogni posto reale o virtuale che sia.
Ho letto delle vicende più o meno passate in cui tutti quanti o quasi siete stati coinvolti.
Non voglio assolutamente entrare nel merito di quello che è accaduto, anche perchè non ne sono stata diretta osservatrice, tantomeno mi servono riassunti per capire che qualcosa si è smosso nella vita di ozoz.
Guardiamo in faccia il presente.
La comunità di ozoz è sicuramente cambiata, alcuni vanno altri si aggiungono altri ancora ritornano.
Non è questo l'importante.
Ritengo infatti che come nella realtà anche qua la vita scorra e porti via con sè sia le cose e le persone positive come quelle negative.
La mia "lettera" è aperta dunque a tutti quelli che in questo periodo usufruiscono o partecipano alla vita del sito.
Noto, e correggetemi se sbaglio, che non c'è una forte corrente di idee e argomenti da discutere: i post che trovo nel forum sono sempre gli stessi e le discussioni nuove che vengono aperte sono molto poche.
Non mi riferisco ad una sezione in particolare, c'è un calo in generale, anche per quanto riguarda la sezione di letture incrociate.
Mi chiedo: come mai?
Non credo che l'assenza della shout o di vecchi membri del forum possa giustificare la perdita di vivacità anche di altri.
Infatti, mi riferisco anche ai nuovi utenti: come mai non partecipate un pochino più attivamente a questo spazio che abbiamo a disposizione?
Infondo, se vi imbattette in questo sito, è perchè qualcosa in comune dovete averlo con gli altri utenti già presenti.
Non abbiate timore di esporvi e di lanciare nuove idee.
Le comunità, soprattutto quelle virtuali, si fondano su un cambio di presenze molto più veloce rispetto alla realtà, ma perchè non fare di questo un motivo di crescita e di arricchimento?
Perchè non cerchiamo di portare tutti un pochino di freschezza e curiosità, oltre alle solite richieste riguardo a case editrici e concorsi?
Non scordiamoci che in questo sito si legge pure e soprattutto si commentano gli elaborati degli altri per crescere tutti quanti, dunque non mi riferisco solo ad argomenti in un certo senso più ludici.
Non è mia intenzione dare il via ad una serie di giustificazioni per l'assenza, perchè penso che ognuno sia libero di fare ciò che vuole, ma almeno finche ci siamo, facciamo in modo di far girare le idee.

Vostra,
Shelly.

Inviato: 2008/2/5 23:56
_________________
Trafitto da un raggio di sole
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 20:10
Da Veneto
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 2896
Livello : 42; EXP : 48
HP : 0 / 1037
MP : 965 / 48182
Offline
Non lo specifico per critica, ma solo a scopo informativo: ci vogliono dai due ai tre mesi per vedere pubblicata un'opera su Letture Incrociate, quindi credo che uno che pubblichi dopo un po' di tempo che non vede niente rinuncia e se ne va. Chiaro che meno scrittori sono anche meno lettori.
Gli ozoziani di oggi non credo che siano meno preparati o bravi di quelli di ieri, però i commenti sono molto diversi: più corti, sintetici, spesso vaghi... insomma, pochi assomigliano ai papiri di una volta, ma non perché non ci siano bravi commentatori e bravi consiglieri, forse perché i nuovi di oggi si sentono spinti solo dal senso del "dovere"... che anche questa non è una critica, è una semplice considerazione: d'altra parte ciò che trovano non è più la community affiatata che avrebbero trovato qualche anno fa e che sicuramente stimolava di più la partecipazione sia a forum che a LI, ma persone che considerano OZoz un servizio per novelli scrittori, che in sintesi è l'impronta che i webmaster hanno voluto dare al blog.
Lungi da me dare la colpa a qualcuno, anche perché non mi interessa di chi sia, se c'è. Non credo che la shout cambierebbe molto. Sarebbe un punto d'incontro, certo, ma non credo che i nuovi la vivrebbero come l'abbiamo vissuta noi anni or sono, perché noi venivamo già dalla community affiatata (che ha perso ormai per sempre gran parte dei suoi membri perché per varie ragioni che non discuto non frequentano più il sito) mentre oggi si viene da un gruppo di persone che è qui per usufruire di un servizio e poco altro. Anche se io la shout la vorrei fortemente, pur sapendo che degli amici di un tempo ne ritroverei sì e no due o tre.
Poi, è vero, si potrebbe ricreare un ambiente simile, così come si era fatto anni fa. Ma non credo sia quello che vogliono i webmaster.
In sintesi, quindi, è inutile confronfrontarsi con il passato, perché quel passato non esiste più. Guardiamo in faccia il presente, come dici tu: OZoz è ancora uno dei migliori punti di riferimento per un aspirante scrittore, che per di più dà la possibilità di confrontarsi, nel forum, su svariati argomenti. Per quanto riguarda i singoli, oggi ognuno pensa di più a se stesso, e non parlo solo di noi, parlo del mondo intero, in particolare del mondo internet. La situazione generale è che ognuno ha il suo blog e quando vuole scrivere qualcosa lo scrive lì, e anche se lo scrive in un forum si limita a dire la sua ma senza leggere quello che dicono gli altri (specifico: non sto parlando di OZoz, ma della tendenza media generale, sapendo che ci sono le dovute eccezioni). Va da sé che non nasce una vera e propria discussione, ma un semplice elenco di post aventi lo stesso argomento.
Ripeto, si potrebbe ricreare l'ambiente di un tempo? Sì, ma non è più quello lo scopo di OZoz. Questo è il presente.

P.S.: Non dovevi postare qui la tua lettera aperta, ma su OZoz.it, per due ragioni: 1) Ci può stare e 2) almeno quelli che aprono l'home page di OzBlogOz vedono che c'è una lettera aperta. Qui si rischia che non la leggerà nessuno

Inviato: 2008/2/6 9:49
_________________
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro".
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Autore dell'anno 2008
Iscritto il:
2005/4/19 13:59
Da L'Aquila
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 648
Livello : 23; EXP : 22
HP : 0 / 555
MP : 216 / 23389
Offline
Si, in questa discussione mi ci butto anch'io, se non altro perchè si chiama lettera e non mèil, e io le adoro, le lettere.
Non posso definirmi un "vecchio" utente di Ozoz, di quelli che hanno creato quell'ambiente, quell'atmosfera, ma neanche un giovincello, dall'alto dei miei quasi 300 messaggi. Devo dire che inizialmente un po' ho sentito (parlo ovviamente senza nessuna polemica nè risentimento, anzi...) una specie di distanza che veniva mantenuta verso chi non facesse parte di quel gruppo, ma probabilmente erano pippe mentali mie o più probabilmente i miei interventi erano effettivamente poco interessanti. Ma non voglio dire che questa sensazione la provi ogni nuovo utente, per carità. In realtà la mia presenza su Oz non è tanto dettata dall'esigenza di avere consigli su pubblicazioni o sui miei dubbi grammaticali, quanto dalla voglia di conoscere gente con una passione comune. Gente diversa, con la quale diventare via via più "vicino" (non nego che ad ognuno di voi ho inconsciamente affibiato un volto, una voce, una camminata, ecc.) partendo da questo comun denominatore per arrivare a parlare di gusti musicali, di ricette, e magari di consigli per pubblicazioni e dubbi grammaticali. Ma penso sia innegabile che questo forum sia una bella palestra letteraria e un'opportunità per ricevere giudizi obiettivi.
Smettendola di divagare, in quest'ultimo momento ho notato un proliferare di discussioni relative a case editrici, pubblicazioni, editing, ecc. E certe volte temo che qualcuno possa leggere l'esperienza o i consigli o le dritte di qualcun'altro senza neanche leggerne il nìc.
Secondo me è tutto qua, sono le persone. Le discussioni sulle cose che amiamo e che condividiamo sono ancora più coinvolgenti quando si crea un rapporto tra i discussori (ma forse è un cane che si morde la coda, e forse i rapporti si creano tramite i discorsi), certo con qualcuno mi sono reso conto che da subito si è creato un fìling particolare (penso a Kernunnos o Faust, per esempio), con qualcuno c'è voluto più tempo, con qualcuno forse non si creerà, ma è normale così.
Ovviamente è difficile trovare rimedi (sempre se si debbano trovare), come è sbagliato (ma umanissimo) ripensare alle passate atmosfere, ma, considerato quanti siamo e quanto teniamo a Oz è doveroso provarci.
Perchè non organizziamo qualcosa di...extraweb?
Che ne so...una raccolta firme per qualcosa che ci sta a cuore
oppure una stampa su carta con un racconti/poesie di qualcuno di noi e articoli e editoriali di qualcun altro, a rotazione, magari quattro pagine e dividiamo le spese
Ah, ecco, questo mi piace, sentite qua, prendiamo la data in cui è stato creato Oz e ogni anno facciamo un megaraduno in una città di uno di noi che farà da Cicerone e ci farà vedere le cose che gli piacciono di più, tipo una chiesa, un vicolo, un panorama nei dintorni, un ristorantino tipico, e poi si vedrà
Guardate che è un'ottima ideaaaaaaaaaaaaa

Inviato: 2008/2/6 10:54
_________________
THAT'S ALL, FOLKS!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Just popping in
Iscritto il:
2008/1/30 14:06
Da Bari-Matera
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 13
Livello : 2; EXP : 38
HP : 0 / 34
MP : 4 / 1173
Offline
Parlo da neofita del sito.
Per quanto mi riguarda uno dei problemi è che c'è poca "accoglienza" verso i nuovi, che sono lasciati a loro stessi. Mi chiedo a cosa serva la sezione di "Benvenuto".

Un altro appunto da neofita è il seguente: gran parte delle discussioni sono dedicate ad invettive contro case editrici definite "frustrate" da qualcuno, o contro il "mancato talento" di giovani autori. A che serve?

Letture incrociate? Ben vengano.

Scambio di letture? Ottimo. Aprirò una discussione in una apposita sezione del forum, in cui proporrò che ci sia uno scambio di scritti, "tu leggi il mio, io leggo il tuo".

Raduno, sono d'accordo. Non credo sia necessario radunare tutti i membri, può essere sufficiente organizzare mini-raduni locali.

Inviato: 2008/2/6 12:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Home away from home
Iscritto il:
2004/1/3 15:44
Da ancona
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1618
Livello : 34; EXP : 4
HP : 0 / 826
MP : 539 / 37895
Offline
Cara afrodite,
io non ho mai letto nessuno dei tuoi post o delle opere da te pubblicate.
Al di là della sezione di benvenuto io ho incrociato e salutato i nuovi membri della comunità ogni volta che mi ci sono imbattuta nelle varie discussioni.
Penso che ci voglia un pochino di entusiasmo in più da parte di tutti.
Questa cosa di dover essere calorosi o meno proprio non mi va giù: non penso che nella vita succeda che appena ci si presenta subito si sparano i fuochi di artificio.
Parliamoci e basta.
Oltretutto non rivanghiamo personalità passate, per favore, perchè altrimenti andiamo fuori topic.
La mia lettera vuole solo essere un'esortazione ad una maggiore partecipazione.
Oltretutto, Afrodite, nessuno ti vieta di commentare gli altri, puoi andarti anche a rivederti gli scritti passati di altri utenti.
Non trovo sia giusto costringere. Dovrebbe quasi venire automatico, se non fosse che non avviene.
Quindi mi chiedo perchè ci sia così poca reciprocità.
Mah.

Inviato: 2008/2/6 16:39
_________________
Trafitto da un raggio di sole
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Guest_
Cara Shelly,
comprendo perfettamente il tuo stato d'animo rispetto alla situazione di stallo che la nostra comunità sta vivendo. Non potendo fare paragoni con il passato, visto che, giustamente, dobbiamo guardare al PRESENTE, pur non senza una punta di nostalgia per i bei tempi andati(da vecchietta, ricordo certi momenti intensi!), ho notato anch'io una scarsa partecipazione o, meglio, il rapido esaurirsi del dibattito sui temi proposti.

Probabilmente, siamo tuttimolto presi dalle nostre vite, probabilmente ci prendiamo poco a livello caratteriale ed anche il confronto ne risente, probabilmente, alla fine, siamo sempre i soliti(giosp, arzy, shoen, tu, smoje, melitta, carotina, Maigret, momo)e sai un pò ci conosciamo e sappiamo già dove andremo a parare...

Servirebbe linfa nuova ma, ultimamente, nessun nuovo utente ha avuto la tenacia di partecipare in modo costante al dibattito per inserirsi bene nella nostra comunità. Inutile, a mio avviso, presentarsi nell'apposita sezione e sparire nel giro di poco!

Eppoi, mi chiedo dove sia finito il deus exmachina "Mauriela"...mi manca la sua presenza!

Ha ragione smoje quando scrive che dovremmo lanciare iniziative ed hai ragione tu quando scrivi che Letture Incrociate langue...Perchè non decidiamo subito un libro da leggere?!

Inviato: 2008/2/6 20:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 40734
Offline
Wow, discussione ricca mi ci ficco!

Così alla rinfusa:

1) 7 interventi e tranne Aphrodite siamo tutti noi forse davvero è sbagliato l'inserimento come dice giosp ma questo ci porta a definire "di tutto di più" un recinto di vecchi reduci e allora dovremmo rivangare perché siamo finiti in zona marginale

2) certo il fattore conta, in "di tutto di più" si andava oltre, si parlava di noi, di noi come persone, della nostra vita e questo, si è detto, era male, occupavamo tutta la prima pagina mettendo in secondo piano le questioni di letteratura

3) siamo finiti in seconda pagina e va bene però questo rende difficile la partecipazione dei nuovi, il livello dei confronti in prima pagina resta tecnico ed impersonale, nemmeno a pensarci nascano le amicizie, gli amori, gli scontri epocali del passato

4) non credo princess sia colpa dei nuovi e di una loro preseunta freddezza, credo proprio sia una questione di collocazione ma non ricorderò che questa fu una scelta dei webmaster rispetto ad un sito che si era amicalizzato in modo eccessivo e, a frequentare, erano i soliti noti che monopolizzavano tutto e di fatto escludevano i nuovi (tu non c'eri, non hai vissuto quel periodo che portò all'abbandono del sito da parte di molti)

5) ci sono poi alcuni fattori tecnici che non capisco, che mi sono sfuggiti come appunto la sparizione della shout o il fatto che come apprendo da giosp ci vogliono mesi per veder pubblicato qualcosa

6) in effetti la mia vita è cambiata e da oltre un anno non pubblico più nulla però è vero che da mesi vedo che praticamente nulla viene pubblicato o comunque molto poco e l'unico a darsi da fare è momo

7) vorrei allora esortare "Mauriela" ad una maggior cura delle pubblicazioni (che sono il vero scopo di un sito letterario) anche se riconosco che non ho più il tempo e nemmeno la voglia e forse anche poco interesse a tornare a leggere

8) confesso: perché devo leggere giosp? Lo conosco quasi a memoria. Certo lo leggerei per il piacere di leggerlo ma per farlo dovrei avere il tempo che non ho quasi mai. E lo stesso naturalmente vale per senza, per maigret, per tutti un pò

9) incontri? certo che sì, smoje, ma non sarebbe una novità, succedeva (ricordo i raduni a torino e per quanto mi riguarda a lucca), in piccola misura per incontri individuali succede ancora, proviamo pure che succeda ancora però lo legherei ad eventi letterari che siano occasione

10) voglio ancora evidenziare di come molti rapporti siano tuttora vivi all'esterno di oz, specie per quanto mi riguarda via blog personali

11) non passa mese che non veda far capolino nel mio blog brigatta, solaris, matemati, lonewolf, daniel, manuel. Magari non ci diciamo nulla, passiamo (io nei loro, loro nel mio), diamo un occhiata tanto per aggiornarci di come stanno i vecchi amici e in silenzio passiamo oltre non senza un sorriso che scalda il cuore ricordando i bei tempi andati

12) poi salta fuori il buon vecchio eagle che un giorno scrive d'aver deciso di farla finita e il giorno dopo se ne parte per l'Australia

13) insomma, è tutto diverso ma semplicemente come dici anche tu così è il tempo che passa e cambia, domani sarà un'altra cosa si vedrà

Inviato: 2008/2/7 1:24
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
L'iscritto più vecchio di OZoz
Iscritto il:
2003/8/18 20:46
Da Far West
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Messaggi: 600
Livello : 22; EXP : 44
HP : 0 / 536
MP : 200 / 25177
Offline
"13) insomma, è tutto diverso ma semplicemente come dici anche tu così è il tempo che passa e cambia, domani sarà un'altra cosa si vedrà"

Quoto il buon Arzy nostro.

Non siamo più gli stessi, il sito non è più lo stesso e certe volte mi pare di remar contro corrente e il braccio, forse, non è più così vigoroso, o lo scafo della barca è semplicemente devastato dalle teredini.
O forse è solo che pare tanto dolce abbandonarsi alla corrente...
Può bastare solo una folata di vento o dovrebbe, meglio, sorgere il Maestrale?

Inviato: 2008/2/7 8:07
_________________
Star in the sky.
" Dicevano fosse impossibile..."
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 20:10
Da Veneto
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 2896
Livello : 42; EXP : 48
HP : 0 / 1037
MP : 965 / 48182
Offline
La sezione di benvenuto è stata penso una scelta in parte sbagliata perché è un po' presentarsi a nessuno... insomma, voglio sapere quanti vanno a leggersi quel forum... 2? 3? 5? Io no, ad esempio... ma non per cattiveria, mi dimentico persino che esiste...
Aphrodite, la tua idea di scambio di letture è di buona volontà, ma sinceramente non mi piace. La sezione di Letture Incrociate esiste già, non so quanto possa servire crearne un'altra... certo eventualmente si può fare una cosa "privata", penso che molti di noi la facciano già, ma è comunque un 1 a 1. Ora tiro fuori lo spirito di LI di una volta, ma non per rivangare il passato, per dare un'immagine di come dovrebbe essere: un tempo su LI (almeno nella sezione racconti, che è l'unica che frequento, anche se un tempo non c'era la distinzione racconti/poesie) uno scriveva una storia e poi c'erano almeno 5/6 persone che commentavano, ma non per essere a loro volta commentati, anzi, alcuni di questi non postavano un racconto in un anno, solo per il gusto di aiutare uno scrittore a migliorarsi, o magari per dare la sua opinione. Sì, c'era chi scroccava una lettura senza essere di aiuto a nessuno e sì, c'era chi leggeva per ricevere un commento, ma lo spirito predominante era e dovrebbe essere quello di volersi dare una mano reciprocamente non per un "tornaconto" ma per il semplice gusto altruista di dare una mano.
Penso che i tempi di pubblicazione siano determinanti in questo declino di LI. Ripeto: la gente si stufa a non vedere per mesi il suo scritto pubblicato e alla fine magari dopo il primo scritto abbandona l'idea.
Io mi sforzo di leggere tutti i racconti (le poesie no perché non ci capisco mai niente e non sarei in grado di commentare). Non commento sempre perché a volte non saprei cosa dire, ma nella maggior parte dei casi lascio il mio commento e se riesco cerco di fare in modo che sia costruttivo, non semplicemente "guarda che ti ho letto, ora tu leggi me".
Certo, se in 31 giorni di gennaio sono stati pubblicati solo 3 racconti io mi chiedo come diavolo si faccia a creare un qualcosa di definibile gruppo.

Non volevo tornare sull'argomento "esclusione dall'home page di Di tutto di più" anche perché è una polemica che è già stata ampiamente discussa e che sinceramente non mi tocca direttamente, dato che home page o no io Di tutto di più è il primo forum che vado a vedere su OZoz.

Arzy, ti ringrazio per la stima io in realtà non ti ho mai letto perché come sai sono imbranato con le poesie (non è che non ti abbia mai letto, ma è un po' come se non lo avessi fatto perché le poesie non mi entrano e basta ) però confesso che di leggere i racconti degli ozoziani io non mi sono ancora stufato, anche se per dire senza la conosco anch'io a memoria (ed è la mia scrittrice preferita), anzi, quando apro LI spero sempre di trovare anche un racconto dei "vecchi".

Torno sulle tempistiche di LI per ricordare a tutti una cosa: LI2 ESISTE!!! È uno scambio di letture decisamente più veloce e più intimo, sì, non garantisce lo stesso numero di commenti, ma è ovvio che se nessuno ci partecipa nessuno commenta. Quindi, che diavolo, datevi da fare su LI2 prima di tutto!!! (e chi non è abilitato ad entrarvi si faccia abilitare)

E poi una piccola critica: OZoz negli ultimi tempi è diventato una specie di ghetto di cultura comunista. Nulla in contrario al fatto che ognuno abbia la sua idea, ma a un certo punto chi non la pensa rosso viene quasi eliminato.

Inviato: 2008/2/7 8:20
_________________
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro".
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Lettera aperta agli abitanti di Ozoz
Just popping in
Iscritto il:
2008/1/30 14:06
Da Bari-Matera
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 13
Livello : 2; EXP : 38
HP : 0 / 34
MP : 4 / 1173
Offline
1) Aphrodite non sta per la Dea greca, ma è un omaggio ad Aphrodite dei Pesci, che è un uomo e uomo sono pure io, per cui non scrivete "Cara Afrodite".....

2) Lo scambio di lettura era solo un'idea cyhe NON HA NULLA A CHE VEDERE COL TORNACONTO PERSONALE. Intendo esattamente quello che ha scritto giosp: spirito comunitario, che serva alla crescita di uno scrittore. Se sono stato frainteso mi dispiace.

3) Mi sembrate un gruppo molto ghettizzato. A parte Arzy, che non conosco personalmente ma che già stimo per come si pone nei confronti della gente, credo che se siete giunti a questo punto "apparentemente morto" è perchè lo avete voluto.

Inviato: 2008/2/7 9:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti4450
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 47 utente(i) online (26 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 47

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 4
Ieri: 5
Totale: 5519
Ultimi: AletheaHko

Utenti Online:
Ospiti : 47
Membri : 0
Totale: 47
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it