logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi

Si può o no ridere di ogni tema?
Sì, si può ridere di ogni tema.
No! Di alcuni temi non si può fare umorismo.


« 1 2 (3) 4 5 6 ... 10 »

Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Home away from home
Iscritto il:
2005/3/17 17:33
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 1147
Livello : 29; EXP : 64
HP : 0 / 716
MP : 382 / 30799
Offline
Allora vi dico dove ho ascoltato per la prima volta la freddura riproposta da Melitta, premetto che non è proprio uguale nella forma.

Primo giorno del secondo liceo, il prof di fisica ci fa raccontare barzellette per socializzare, passano le solite sui carabinieri, una classica sul francese, il tedesco e l'italiano burino, e poi arriva questa qui:

Cosa ci fa una famiglia di ebrei che fissa un posacenere?
Risposta: Guarda l'album di famiglia

la prima sensazione che ho avuto confesso che è stata di gelo, ma poi quando tutti ci hanno riso sopra, ho riso anch'io, ed è stato addirittura liberatorio.

Ho avuto anche una carissima zia, una madre per me, morta di cancro al fegato. Tutti credevano che non sapesse la verità e lei si divertiva a metterli in difficoltà. Ed era molto caustica ve lo assicuro. Ha sofferto molto e solo il dolore della fine le ha saputo strappare il sorriso beffardo sulla bocca.
Le ho voluto molto, molto bene e spero di vivere come lei. Stava antipatica a molti... quasi a tutti, questo è vero. Ma spesso la verità a questo difetto, essere antipatica. L'umorismo allo stesso modo è maleducato, sfacciato, anche cattivo, e a volte ha il sapore amaro e risuona come uno schiaffo.

Io per il vero non so se è giusto fare umorismo su tutto, so solo che ci sono persone in grado di farlo. Penso a Benigni con "La sua vita é bella", penso all'humor nero. Forse l'umorismo, anche se ha le sue regole ben precise, è un talento particolare, un'alchimia che a prescindere dal buon gusto può far ridere.
Del resto il riso è un bel dilemma in sé... una peculiarità umana. Chi si ricorda chi ha detto che un bambino comicia a vivere non quando inizia a respirare ma quando inizia a ridere?

La mattina mentre faccio colazione guardo una sit com su italia uno. Uno di questi giorni c'era un cane che moriva di flautolenza... ho riso proprio di gusto... era divertente! Volgare, assurdo ma divertente.
Forse perché anch'io avevo un gatto, Matteo, che d'inverno si appollottolava accanto al caminetto, poi ad un certo punto si alzava, si stiracchiava e "prot" ne mollava una pestilenziale. Una fetecchia tale da costringerti ad aprire porta e finestre anche in pieno inverno! Però in quel caso non era divertente... Insomma, Matteo se n'è andato a vivere dal falegname in fondo alla strada... forse a casa mia c'erano troppi spifferi per i suoi gusti!
In finale non so nemmeno se sia giusto nobilitare quest'arte!

Su una cosa però sono sicuro, i comici non sono stupidi. In genere un comico non viene apprezzato fin quando non trasforma la sua comicità in tragicità, che poi la comicità è una tragedia in farsa. Prendete uno dei primi fantozzi, togliete il paradosso dei personaggi e ne viene fuori un drammone che non finisce più! Lo stesso vale per Charlie Chaplin... ma chissà, forse la grandezza del comico si misura porprio nella capacità di misurarsi con temi delicati!

Come al solito mi sono perso per strada, perdonate la mia poca coerenza...

Inviato: 2007/8/11 21:27
_________________
proprio xké non vuole la pienezza, può vivere appieno senza chiedere altro (Tao Te Ching)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/7/8 12:35
Da Venezia - Milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 442
Livello : 19; EXP : 51
HP : 0 / 462
MP : 147 / 20842
Offline
Ho trovato molto interessante la testimonianza di Momo, perchè mi porta a sottolineare l'influenza del gruppo sul nostro comportamento.
In sintesi. Momo sente una freddura sugli ebrei; la prima sensazione è di ripulsa ("gelo", scrive testualmente); ma il gruppo ride; allora ride anche lui. Conclusione: il comportamento di Momo è stato pesantemente influenzato da quello del gruppo.
Teniamo conto dell'età di Momo all'epoca. Per un adolescente è importantissimo essere accettato dal gruppo di coetanei. In casi estremi, un giovane finisce anche per condividere le scelte più lontane dal suo sistema di valori, pur di non sentirsi escluso, emarginato, rifiutato e deriso dal gruppo.
La necessità di conformarsi al comportamento del gruppo di appartenenza permane anche nell'età adulta, ma in misura meno preponderante.

Vorrei anche ricordare che la risata è contagiosa. Qualche buona risata da parte di "professionisti del riso" piazzati abilmente in platea può trasformare un mediocre spettacolo di cabaret in uno strepitoso successo.
I registi televisivi imbeccano il pubblico, indicando loro quando ridere e quando applaudire.
Risate preregistrate accompagnano sit-com televisive, per spingere il telespettatore a trovarle più divertenti di quanto non siano in realtà. (Da quando ho saputo che quelle risate sono state registrate negli anni '60 e dunque ascoltiamo risate di persone presumibilmente già morte, quel sottofondo mi mette i brividi... ma questa è un'altra storia)

Inviato: 2007/8/12 8:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/4/28 14:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 218
Livello : 13; EXP : 78
HP : 0 / 319
MP : 72 / 11777
Offline
@ Maigret : avevo equivocato.
E comunque non ti avevo dato del cretino, nè mi ero riferito a tua madre, anche se , intelligentemente , hai colto la palla al balzo per fare una battuta.
Touchè

Inviato: 2007/8/12 16:10
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Home away from home
Iscritto il:
2006/9/17 15:54
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 858
Livello : 26; EXP : 24
HP : 0 / 631
MP : 286 / 24375
Offline
l'importante è chiarire gli equivoci

Inviato: 2007/8/12 16:15
_________________
Quando avevamo tutte le risposte ci hanno cambiato le domande
http://machevelodicoafare.spaces.live.com/
http://blog.libero.it/conunabiro/
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/4/28 14:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 218
Livello : 13; EXP : 78
HP : 0 / 319
MP : 72 / 11777
Offline
Melitta scrive "Asoltiamo risate di persone presumibilmente già morte "
Oltre che un'ottima battuta è un'ottimo spunto per un horror comico sullo stile del Rocky Horror picture show.
:)


@Momo : e ti lamenti ? Meno male ke ti ha mollato, il gatto.

Inviato: 2007/8/12 16:37
_________________
"Maria, ma quando imparerai a comportarti come un uomo ? "
Ed io che l'avevo mandata a studiare a Detroit.
Johnny Stecchino.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/4/28 14:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 218
Livello : 13; EXP : 78
HP : 0 / 319
MP : 72 / 11777
Offline
tuttavia, devo riconoscere, che pur con l'abilità diciamo dialettica, in realtà con l'ironia mostrata, uno di voi non mi ha convinto, perchè, come mi ha fatto ben riflettere Melitta, non possiamo uniformarci al gruppo sol per non sentirsi dare del diverso.
Un conto sono le barzellette sui carabinieri, ben altro è riportare freddure di pessimo gusto su una tragedia storica.
Ok, la seconda battuta, quella sull'album di famiglia mi ha fatto ridere, forse perchè Maigret mi aveva già fatto ridere con la settantenne incinta, quindi è stata una reazione istintiva, sul traino dell'altra.
a mente fredda ho ripensato che è una battuta atroce e anche se non l'ho fatta io, non mi verrebbe mai in mente di riproporla.
Comunque, dico solo la mia, non cerco di convincere gli altri.
Non è detto che una battuta si debba ripetere, se non la condiviamo, tuttavia ciò non implica che riportandola, condividiamo la cattiveria che essa cela, ma solo che siamo incauti e ingenui, nel non notarla.
a nostro discapito, perchè chi la sente, qualunque sia la fonte, la sente da noi.
Ho concluso.

Inviato: 2007/8/12 20:01
_________________
"Maria, ma quando imparerai a comportarti come un uomo ? "
Ed io che l'avevo mandata a studiare a Detroit.
Johnny Stecchino.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/7/8 12:35
Da Venezia - Milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 442
Livello : 19; EXP : 51
HP : 0 / 462
MP : 147 / 20842
Offline
Grazie Ciantod!
Approfitto per precisare che ho proposto la freddura sugli ebrei solo per spostare la discussione da un piano a mio avviso troppo teorico a uno più pratico. Spero che nessuno se ne sia avuto a male per questa provocazione che, nelle mie intenzioni, era assolutamente a fin di bene.

Il tuo post mi suggerisce un'altra considerazione. Non è farina del mio sacco, proviene da una fonte ben più autorevole e competente in materia.
Tempo addietro un sociologo scrisse su un importante quotidiano che uno degli effetti della strage di Nassirya era stato l'azzeramento di barzellette sui carabinieri. Prima ne circolavano tantissime, a momenti ogni giorno ne sentivi una di nuova... Invece, dopo i commoventi funerali trasmessi in diretta Tv, puf!, la gente ha smesso di "sbeffeggiarli".
Direi che questa è un'osservazione importante, anche ai fini del nostro dibattito.
Quando la materia diventa sacra, quando i carabinieri non sono più percepiti come degli allocchi ma come dei martiri, subentra il rispetto, il silenzio, il famoso "giù il cappello, stiamo parlando di vittime innocenti, forse addirittura di eroi". E non si sente più il bisogno di dileggiarli, perchè non incarnano più l'espressione (in certi casi stolida) del potere, ma diventano i nostri fratelli morti giovani, con figli, famiglia e mutuo da pagare...

Inviato: 2007/8/12 21:28
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Guest_
A proposito di risate contagiose...mi sono ricordata dei momenti di folle ilarità della piccola che hotenuto come baby sitter...si spanciava dalle risate, sembrava ubriaca di allegria ed io non riuscivo a rimanere serie...al risata dei abmbini è contagiosissima!!!

Inviato: 2007/8/13 13:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Quite a regular
Iscritto il:
2007/4/28 14:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 218
Livello : 13; EXP : 78
HP : 0 / 319
MP : 72 / 11777
Offline
Laura, scusa l'OT, ma perchè non digiti più piano, mi fai saltare gli occhi in fuori.
Capisco cosa vuyoi dire Mel, anche se l'osservazione del sociologo mi sembra un po' stupida, e fuori luogo.
in un momento simile, ricordare che i carabinieri sono oggetto di barzellette è proprio mancanza di tatto e sale in Succa.
Tu andresti ad una veglia funebre dicendo "Oh, che brava persona. E dire che lo sfottevano sempre. Senza motivo, però. Tu vedi la cattiveria della gente " ?

Inviato: 2007/8/13 17:11
_________________
"Maria, ma quando imparerai a comportarti come un uomo ? "
Ed io che l'avevo mandata a studiare a Detroit.
Johnny Stecchino.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Sondaggio della settimana: Si può o no fare umorismo su ogni tema?
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/7/8 12:35
Da Venezia - Milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 442
Livello : 19; EXP : 51
HP : 0 / 462
MP : 147 / 20842
Offline
No, Ciantod, forse mi sono espressa in modo poco chiaro, ma le cose stanno in modo diverso da come le hai lette tu.

Quel sociologo scrisse l'articolo non certo il giorno dei funerali dei carabinieri, ma parecchi mesi dopo (un anno o giù di lì), proprio perché per valutare gli effetti di qualcosa deve passare un certo lasso di tempo.

Secondo lui, esisteva una relazione di causa-effetto tra la strage di Nassirya e la scomparsa delle barzellette sui carabinieri.
Magari un altro sociologo quel nesso non ce lo vede; può obiettare che il protagonista più gettonato negli ultimi tempi è diventato Totti, e che una nuova moda ne soppianta un'altra. E può anche darsi che abbia ragione quest'ultimo e non il primo. Tutto può darsi, perchè siamo nel campo delle interpretazioni di certi fenomeni di costume, e non esistono risposte sicuramente giuste, ma solo ipotesi più o meno plausibili, tesi più o meno sposabili.

Inviato: 2007/8/13 17:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti4129482
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 92 utente(i) online (53 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 92

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 41
Ieri: 79
Totale: 6179
Ultimi: Georgetta7

Utenti Online:
Ospiti : 92
Membri : 0
Totale: 92
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it