logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 ... 7 »

vale la pena pubblicare pagando?
Just popping in
Iscritto il:
2007/5/6 17:08
Da roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 39
Livello : 5; EXP : 2
HP : 0 / 100
MP : 13 / 3690
Offline
ciao a tutti, è la prima volta che mi iscrivo a qualcosa sul web (a parte per la mail), ma questo sito mi piaceva; perciò vado subito al punto:
chi mi può aiutare a capire come mi devo comportare con una casa editrice "altromondoeditore" che mi ha proposto di pubblicare una mia silloge ...chiedendomi di sborsare però ben 1500euro (anche a rate )
ne vale la pena? voi come vi siete comportati?
...come dicono in groenlandia: aiuto!!!!
ps: ma è troppo lungo sto mess? devo essere più telegrafico?
ciaooooooooooo

Inviato: 2007/5/7 10:41
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/5/30 7:04
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 230
Livello : 14; EXP : 17
HP : 0 / 329
MP : 76 / 13929
Offline
Tu che dici?A volte non vale la pena pubblicare neanche gratis, figurati pagando...

Inviato: 2007/5/7 10:52
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Just popping in
Iscritto il:
2007/5/6 17:08
Da roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 39
Livello : 5; EXP : 2
HP : 0 / 100
MP : 13 / 3690
Offline
ciao, mi hanno anche proposto di pubblicare proponendomi di trattenere il compenso per intero per le prime 100 copie; tu come la vedi? sai se ci si può fidare, e se sono seri come casa editrice?
grazie

Inviato: 2007/5/7 11:01
_________________
Sono convinto che se alla fine della nostra esistenza ci fosse concesso di dire qualcosa, se fossimo veramente sinceri, canteremmo una canzonetta! F. Fellini.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/5/30 7:04
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 230
Livello : 14; EXP : 17
HP : 0 / 329
MP : 76 / 13929
Offline
Preferisco non esprimere giudizi e puoi immaginare perchè.
Io ti dico solo che secondo me è inutile che prima paghi e poi loro ti lasciano gli eventuali guadagni sulle prime 100 copie (che non so neanche se riuscirai a vendere).
Che i soldi li mettan tutti loro e poi a te lascino eventualmente un 5 o un 10% sul prezzo di copertina.Una casa o investe su di te o non ci investe.

Inviato: 2007/5/7 11:16
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Just popping in
Iscritto il:
2007/2/24 18:50
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 24
Livello : 3; EXP : 62
HP : 0 / 65
MP : 8 / 2445
Offline
Intanto ciao e benvenuto. HO letto la tua domanda e mi sento di poterti rispondere. Io qui sono forse una voce fuori dal coro, pubblicare a pagamento e mooolto rischioso perchè esistono editori senza scrupoli che pubblicano qualsiasi cosa gli arriva facendo pagare l'autore e non garantendo la benchè minima distribuzione. Addirittura, in alcuni casi, vengono stampate solo le copie che mandano a te, saziando solo la tua voglia di esserci. Questo però non significa che tutti i piccoli editori che chiedono un contributo siano poi semplici sfruttatori. Io ho pubblicato fino ad ora due romanzi, uno in uscita in questi giorni, e con il mio primo lavoro ho contattato e raggiunto un accordo con una casa editrice a pagamento di cui penso di poter fare anche tranquillamente il nome: Edizioni Clandestine. Il mio libro è reperibile, su ordinazione, in qualsiasi libreria d'Italia. E questo per un nuovo autore è già bene. Insomma, secondo me, niente di male nel pubblicare con contributo l'importante è fare una scelta oculata. Io uso un trucchetto per valutare la presenza della casa editrice in libreria, vai su IBS e prova a verificare qual'è il tempo necessario perchè il tuo libro venga spedito. troverai che molte piccole case editrici hanno tempi di approvvigionamento di 3 settimane, Questo equivale, sempre secondo me, alla morte del libro, chi vuoi che aspetti 3 settimane per un esordiente? Poi vedrai che ci sono piccole case editrici ove i tempi di spedizione sono di 3 -4 -5 giorni, significa che quelle case editrice, seppur piccole, perlomeno sono distribuite. Arriviamo ai distributori, chiedi alla tua casa editrice con chi distribuisce i suoi libri, se ti cita CDA, PDE, messaggerie o altri grandi distributori, allora può valere la pena pubblicare anche a pagamento Ti ripeto, io l'ho fatto e non me ne pento, anche se adesso, dopo aver fatto, come giusto, un pò di gavetta, pubblico con case non a pagamento.
CIAO

Inviato: 2007/5/7 12:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Webmaster
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 3661
Livello : 46; EXP : 25
HP : 226 / 1131
MP : 1220 / 55717
Offline
Citazione:
Io uso un trucchetto per valutare la presenza della casa editrice in libreria, vai su IBS e prova a verificare qual'è il tempo necessario perchè il tuo libro venga spedito. troverai che molte piccole case editrici hanno tempi di approvvigionamento di 3 settimane, Questo equivale, sempre secondo me, alla morte del libro, chi vuoi che aspetti 3 settimane per un esordiente?

Io invece ti consiglio un "trucchetto" più valido. Vai nella libreria sotto casa tua (non il megastore Feltrinelli, ma una libreria qualunque) e chiedi se è possibile ordinare uno dei libri dell'editore.
Se il libro non è ordinabile, ciò non significa che l'editore in questione non è serio. Solo che non ha una distribuzione adeguata.

Detto questo, poniti alcune domande. Prima di tutto, per te quanto valgono 1.500 euro? Magari di cognome fai Berlusconi e una cifra simile è un'inezia. Magari sei un disoccupato e 1.500 sono un sacco di soldi.
Chiediti poi perché vuoi pubblicare. Per il piacere di poterti vantare con amici o parenti (ai quali cercare poi di rifilare il tuo libro), oppure perché vuoi cercare il successo? Nel primo caso, tiene presente che ti inimicherai un bel po' di persone
Nel secondo, lascia perdere, visto che in Italia la poesia praticamente non ha mercato.

Quando contatti l'editore, chiedigli quale sarà il prezzo di vendita del libro (10 euro per un libro di poesie di uno sconosciuto sono già troppi), che tipo di distribuzione può offrire (verifica come ti ho consigliato sopra), quante copie stamperà, quante te ne darà, quali sono i "diritti d'autore".

Tiene presente poi che anche su internet troverai decine di siti di editori che effettuano print on demand. Con molto meno di 1.500 euro puoi avere un bel numero di copie con un prezzo di copertina accettabile. Spesso gli editori a pagamento offrono una distribuzione nulla, nel qual caso, è meglio stampare in proprio e distribuirsi da soli.

Se proprio vuoi... Altrimenti, continua a scrivere e cerca un editore che voglia pubblicarti senza contributo. E' la strada più difficile ma, a mio parere, la migliore. Vuoi mettere la soddisfazione di arrivare alla pubblicazione non perché hai pagato, ma perché qualcuno ha creduto tanto nel tuo valore da aver deciso di investire su di te?

Inviato: 2007/5/7 12:31
_________________
Einodios: per viaggiare low cost!

Mondoconcorsi: corsi e concorsi di fotografia, grafica, teatro, moda e design, video, recitazione. Vieni a trovarci!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Just popping in
Iscritto il:
2007/5/6 17:08
Da roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 39
Livello : 5; EXP : 2
HP : 0 / 100
MP : 13 / 3690
Offline
grazie grazie trovo che i tuoi consigli siano oculati e validi per un grande profano come me del mondo dell'editoria

Inviato: 2007/5/7 16:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Just popping in
Iscritto il:
2007/2/24 18:50
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 24
Livello : 3; EXP : 62
HP : 0 / 65
MP : 8 / 2445
Offline
Citazione: dal messaggio di Ozoz:

Citazione:

Io invece ti consiglio un "trucchetto" più valido. Vai nella libreria sotto casa tua (non il megastore Feltrinelli, ma una libreria qualunque) e chiedi se è possibile ordinare uno dei libri dell'editore.
Se il libro non è ordinabile, ciò non significa che l'editore in questione non è serio. Solo che non ha una distribuzione adeguata.



Vorrei su questa tua citazione fare un appunto. Se ti rivolgi alla libreria sotto casa, chiedendo un libro, che magari ha anche l'ISBN, il tuo libraio può rivolgersi al distributore, d'accordo, ma può anche rivolgersi anche all'editore direttamente, procurandoti comunque il libro. Ritengo ancora che la miglio soluzione sia IBS. La trovi tutto e tutti e quelle 3 settimane per la consegna sono un segnale inequivocabile.

Seconda citazione dal messaggio di Ozoz:

Citazione:

"Chiediti poi perché vuoi pubblicare. Per il piacere di poterti vantare con amici o parenti (ai quali cercare poi di rifilare il tuo libro), oppure perché vuoi cercare il successo? Nel primo caso, tiene presente che ti inimicherai un bel po' di persone
Nel secondo, lascia perdere, visto che in Italia la poesia praticamente non ha mercato."


Quindi, secondo te, qualsiasi sia la molla che lo spinge a pubblicare i suoi lavori il risultato sarà negativo o l'inimicizia di amici e parenti, o la frustazione di essere comunque rimasto un signor nessuno.

Io la penso diversamente, La poesia è una forma di espressione e una forma d'arte e l'arte è l'unica cosa che può parlare al cuore delle persone. Non fermarti, cerca di pubblicare, non importa se poi farai felice o farai riflettere solo una persona con le tue poesie. per iniziare una persona sola basta. E non voglio essere retorico, ti parlo perchè so qual'è la soddisfazione di parlare con qualcuno che ti ha letto e si è appassionato a quello che tu hai scritto.

Persevera.

Ciao

Inviato: 2007/5/7 21:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Quite a regular
Iscritto il:
2004/10/12 8:29
Da Londra
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 183
Livello : 12; EXP : 58
HP : 0 / 289
MP : 61 / 12778
Offline
Citazione:

davidedonato ha scritto:


Io la penso diversamente, La poesia è una forma di espressione e una forma d'arte e l'arte è l'unica cosa che può parlare al cuore delle persone. Non fermarti, cerca di pubblicare, non importa se poi farai felice o farai riflettere solo una persona con le tue poesie. per iniziare una persona sola basta. E non voglio essere retorico, ti parlo perchè so qual'è la soddisfazione di parlare con qualcuno che ti ha letto e si è appassionato a quello che tu hai scritto.



Se è questo l'obiettivo, allora la diffusione libera su internet è l'arma migliore. Anche quello è pubblicare, col vantaggio che si è editori di se stessi e non si deve scendere a compromessi, ma soprattutto che si raggiungeranno e si emozioneranno molte più persone di quella solitaria e unica imbattutasi per caso nella nostra arte.

Inviato: 2007/5/7 22:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: vale la pena pubblicare pagando?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 41201
Offline
Il mio libro poetico pargol del cor l'ho pubblicato pagando, 1.200 euro come racconto in un lunghissimo thread purtroppo non mai completato (si ferma alle vicende di marzo 2006). I soldi li ho recuperati tutti ma devo dire che ho saputo costruire un programma di eventi notevolissimo (ed eppur ridotto), che sono stato fortunato, che ho contato sul fatto di avere una lunga e intensa vita alle spalle, che ho avuto amici e amiche importanti. Che le mie poesie sapevano parlare al cuore della gente e, se a recitarle era Tiziana, sapevano far cantare l'anima della gente.

Insomma, è molto difficile risponderti. Credo che innanzitutto sia importante mantenere la vena che ti porta a scrivere. La pubblicazione è poi un fatto marginale, un episodio di una vita che, per essere qualificato scrittore (o poeta) deve mettere insieme molti segmenti di uno stesso puzzle.

Io sono poeta nella vita, non perché ho pubblicato. Certo il libro ha allargato la fascia delle persone che mi conosce e mi riconosce come poeta ma, insieme al libro, hanno contribuito al risultato innumerevoli altri fattori.

Se dunque riesci a muoverti in un "sistema" complessivo, il fatto di pagare o meno è secondario. L'importante è saper fare, fare, far sapere.

L'editore da selezionare non è colui che ti fa pubblicare ma quello che sa essere strumento al tuo servizio per permetterti di far sapere, di trasmettere il tuo messaggio.

Un sorriso.

Inviato: 2007/5/7 23:16
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti1635314
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 38 utente(i) online (25 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 38

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 16
Ieri: 56
Totale: 5913
Ultimi: JillMaple

Utenti Online:
Ospiti : 38
Membri : 0
Totale: 38
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it