logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




quanto autobiografico?
Quite a regular
Iscritto il:
2006/9/20 11:46
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 197
Livello : 13; EXP : 7
HP : 0 / 301
MP : 65 / 9914
Offline
quanto c'e' di autobiografico in quello che scrivete?

Inviato: 2006/11/30 14:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/10/7 17:52
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 324
Livello : 16; EXP : 82
HP : 0 / 395
MP : 108 / 12934
Offline
Le trame e gli avvenimenti no,magari le emozioni,qualche descrizione,o il carattere dei personaggi sono presi dalla realta'.Se dovessi inventare tutto non scriverei nulla,non sarebbe credibile.
Magari non descrivo un personaggio prendendo spunto solo da una persona,cerco di fare un mix fra più persone e inventare qualcosa.
Anche le descrizioni sono un po' cose che ho visto e un po' cose che invento.
Le emozioni che attribuisco ai personaggi le devo per forza di cose conoscere,cerco di chiedermi:come si sentirebbe in questa situazione?e se mi rispondo,che sò,gasato,frustrato,deluso,ecc...attingo al mio patrimonio di emozioni o a quello della gente che conosco e cerco di vedere come posso infilarci la reazione giusta.In genere non mi piace dire che un personaggio è gentile o nervoso,ecc..se in prima stesura mi capita-ne capitano di sciocchezze quando si scrive di getto-cerco,nei limiti delle mie capacità,di farlo capire,senza dirlo in modo chiaro.Che poi nella vita vera è un po' così,no?Intuisci com'è la gente dalle espressioni,dal modo di agire,dal linguaggio del corpo,dalle reazioni,ecc..o almeno lo interpreti secondo il tuo modo di vedere.
comunque le trame non sono autobiografiche,magari posso ricordarmi qualche episodio vissuto da me o da gente che conosco,ma in genere evito di usare questi spunti in modo letterale.A chi potrebbe interessare la vita di un tizio che non conosce se non ha fatto qualcosa di eccezionale?Più che altro,la realtà è un'ancora per evitare di far chiedere a me per prima se una storia,anche quando parla di...UFO,per dire,è credibile.
Mi pare che si chiami "sospensione del dubbio".
Forse le cose più reali che racconto sono quelle che sembrerebbero fantastiche.

Inviato: 2006/11/30 15:49
_________________
Citazione:
Osserva ,Sam:la vita!
Suonala ancora,Sam.
(Il principe cerca moglie-Casablanca)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Home away from home
Iscritto il:
2005/3/17 17:33
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 1147
Livello : 29; EXP : 64
HP : 0 / 716
MP : 382 / 26669
Offline
Per capire quanto ci possa essere di vero in quello che si scrive basta provare a cimentarsi in un breve testo autobiografico.
Scoprirai quanto è difficile rimanere aderenti alla verità, e ammesso che ci si riesca, si è poi sicuri che si tratti della realtà dei fatti e non una versione parziale di quanto accaduto?

Personalmente trovo che in un romanzo sia sempre tutto vero e tutto falso. Si tratta di un'interpretazione personale... spesso asservita ad una trama, a sua volta condizionata dalla struttura e così via...

C'è poi da considerare che spesso c'è più verità in una bugia che in una verità. In quanto la prima è frutto d'intime aspirazioni, mentre la seconda solo la risultante di mille fattori esterni all'individuo.

No, credo che la domanda giusta da porsi è: quanta realtà si riesce a mettere in un romanzo?

Inviato: 2006/12/13 22:19
_________________
proprio xké non vuole la pienezza, può vivere appieno senza chiedere altro (Tao Te Ching)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/24 18:34
Da alla periferia di nessun centro
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1250
Livello : 30; EXP : 70
HP : 0 / 742
MP : 416 / 30688
Offline
Citazione:

momo70 ha scritto:
No, credo che la domanda giusta da porsi è: quanta realtà si riesce a mettere in un romanzo?


Quanta realtà si riesce a sopportare, in una vita sola?

Inviato: 2006/12/17 20:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/10/7 17:52
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 324
Livello : 16; EXP : 82
HP : 0 / 395
MP : 108 / 12934
Offline
Ottime osservazioni.Mi hanno fatto riflettere.
Farò mie anche queste.
Si vede che me lo studiacchio questo forum?
Quanta realtà si riesce a mettere in un romanzo e quanta se ne riesce a sopportare in una vita sola.
A proposito,saprei sopportare le vostre critiche?
Alias:mi commentate il racconto,please?
La pensate come Sedrik anche voi?

Inviato: 2006/12/17 22:36
_________________
Citazione:
Osserva ,Sam:la vita!
Suonala ancora,Sam.
(Il principe cerca moglie-Casablanca)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Quite a regular
Iscritto il:
2006/12/15 21:16
Da Reapalus
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 112
Livello : 9; EXP : 60
HP : 0 / 215
MP : 37 / 6915
Offline
penso che in fondo in ciò che scriviamo sia tutto autobiogravico, perchè anche quando descriviamo una scena, una persona non la presentiamo com'è, ma come la sentiamo.
una buona prova, secondo me, non è cimentarsi in un racconto autobiografico, ma piuttosto scrivere la biografia di qualcuno; ad esempio un genitore; e poi fargliela commentatre, per capire quanto è vera e quanto invece spunta di noi.
Io l'ho fatto anni fa con mio padre, non ho mai avuto il coraggio di farglielo leggere, ma a distanza di anni mi sono reso conto che è stato un bene perchè non avevo scritto di lui, ma di me mentre giocavo a fare il papà di me stesso; infilato nelle storie che sapevo di lui.
personalmente quando prendo spunto dalle persone che mi circondano metto molto del mio. nei miei scritti i personaggi sono tanti me, anche se ispirati da chi mi circonda.
Lo dice uno che prende la stesura di un testo come una missione, mi reco in luoghi, scatto miliardi di fotografie, le appendo al muro e vado avanti concetto per concetto, parola per parola; e poi limo tutto il superfluo.
E' un lavoro doppio ma mi va bene farlo cosi.



P.S. Mi ritroverai tra i commenti dei tuoi racconti

Inviato: 2006/12/20 18:44
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Quite a regular
Iscritto il:
2009/11/11 17:42
Da Napoli
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 110
Livello : 9; EXP : 50
HP : 0 / 212
MP : 36 / 5029
Offline
Tutto quello che scrivo è sempre autobiografico ed è dunque una menzogna che dice sempre la verità.

Inviato: 2009/11/25 16:13
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Not too shy to talk
Iscritto il:
2008/1/24 19:36
Da Bologna
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 74
Livello : 7; EXP : 53
HP : 0 / 163
MP : 24 / 4719
Offline
in ciò che scrivo di autobiografico c'è sempre troppo.

è per questo che crescendo, trovo raccapricciante quanto scritto qualche anno prima.

Inviato: 2010/6/23 20:19
_________________
Perchè la vita ci sbeffeggia continuamente con lezioni il cui significato è dubbio, ma la cui perfidia è del tutto evidente?

http://querz89.wordpress.com
http://it.youtube.com/PremestruoPerenne
http://www.facebook.com/pages/PremestruoPerenne-pag...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Just popping in
Iscritto il:
2010/8/28 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 6
Livello : 1; EXP : 47
HP : 0 / 11
MP : 2 / 251
Offline
se non si ha una buona capacità di astrazione, di fantasia, di creatività ,si punta sull'autobiografia. Credo che in ogni caso l'autobiografia sia un punto di partenza per poter costruire una storia ed eventualmente mescolare un po' di realtà e un po' di fantasia che non guasta mai , cosi' come ho fatto nel mio libro.

Inviato: 2010/9/1 15:05
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: quanto autobiografico?
Just popping in
Iscritto il:
2011/2/21 10:18
Gruppo:
bannato
Messaggi: 15
Livello : 2; EXP : 62
HP : 0 / 40
MP : 5 / 809
Offline
sono d'accordo con chi trova che in quello che si scrive ci sia sempre qualcosa di autobiografico: un esperienza, un pensiero, un volto rimasto impresso o che si sogna.... fa comunque parte di noi. del resto abbiamo sempre da riflettere su ciò che ci appartiene, abbiamo qualcosa da dire su quello che conosciamo.

Inviato: 2011/3/7 13:27
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News001
Iscritti1015
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 35 utente(i) online (24 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 35

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 1
Ieri: 10
Totale: 5349
Ultimi: NoellaI862

Utenti Online:
Ospiti : 35
Membri : 0
Totale: 35
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it