logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 (2) 3 4 »

Re: il non credente
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 40975
Offline
No, non volevo dire che vivo o ragiono “giorno per giorno”. Vivo sicuramente in base ad una progettualità di lungo periodo che in parte coincide con il limite della mia vita e in parte andrà oltre: i miei libri conservati in biblioteca prolungheranno la memoria della mia esistenza; i miei figli garantiranno continuità ai miei ideali (se avrò saputo coinvolgerli, trasmetterli a loro).

In ogni caso io sarò finito.
Allora, tu mi dirai, a cosa è servito vivere?
Beh, intanto ho portato il mio contributo al mondo degli umani nel tempo che mi è concesso. In cambio ho avuto le mie dosi di dolore, di felicità, di amore. Tutto come da regole inizialmente stabilite. Insomma, ho vissuto. Come era stabilito nel contratto iniziale.

A molti questo non basta.
Vogliono di più, vogliono la vita oltre la morte, non accettano che il loro tempo abbia un limite, aspirano all’eterno.
A questa aspirazione la religione da una risposta.
Segui le regole che vengono fissate dai Signori della Chiesa e, mentre rinunci al tuo raziocinio e al tuo libero arbitrio terreno, avrai in cambio la promessa dell’eterna beatitudine.
Segui l’Amore, desidera la donna d’altri e avrai la dannazione eterna.

Ma mi si faccia il piacere!

Personalmente credo si debba vivere secondo valori che rispettano la vita e la libertà, specie quella degli altri e, su questo piano, ho un profondo rispetto dell’insegnamento cristiano.

Quanto al resto, il tutto mi sembra una trappola: la promessa di una vita oltre la morte destinata ad un’umanità terrorizzata dalla caducità della vita e come tale disponibile ad essere asservita ad una forma di potere dominante comunque basato sugli uomini.

Inviato: 2006/11/13 1:02
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48445
Offline
ho capito
ma, non è forse una pretesa d'infinito avere figli, ed in questo modo far andare avanti i propri geni che vivono in loro insieme alla continuità dei tuoi progetti?
( non ti voglio punzecchiare, ma semplicemenete arrivare alla conclusione che nonostante tutto ognuno si tiene le mani strette in basso perchè ha tanta paura del'ora in cui il bar chiude )

senza

Inviato: 2006/11/13 9:30
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/30 17:23
Da Carpi (mo)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 949
Livello : 27; EXP : 39
HP : 0 / 659
MP : 316 / 28692
Offline
A parte qualche eccezione che , come ricorda la massima, non fa che confermare la regola, di ben altro tipo è infarcito il "credo" di chi è cresciuto in un contesto cristiano (quasi tutto il mondo occidentale per intenderci) al giorno d'oggi.

Ciò che conta è "accumulare". Beni materiali, soprattutto danaro, ma anche crediti sociali, posizioni altolocate, potere.

Per poter attuare questa politica i dogmi del cristianesimo sono spesso in contrapposizione e molti pensano di levarsi di torno quella vocina fastidiosa che li ammonisce celebrando la messa la domenica mattina. Predicano bene e razzolano male.

Io perlomeno non predico neppure, quindi tutt'al più razzolo come razzolo, ma sicuramente non in modo diverso da ciò che voglio far intendere.

Che salvezza può esservi in un simile contesto? A me una sola crea sollievo mi fa guardare sempre dritto negli occhi il prossimo. Quella di comportarmi con lealtà. Sempre! Cercare per quanto possibile di attuare la mia aspirazione di libertà, immediatamente fermandomi quando mi accorgo di prevaricare la libertà di qualcun altro. E quando non sarò più di questo mondo... pace per chi ci sarà... e per i fornai...

Inviato: 2006/11/13 10:34
_________________
Non permettere alla lingua di oltrepassare il pensiero. (Anton Checov)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Guest_
L'ultimo "ritrovato" della Chiesa è concepire la Fede come "dono di Dio"; colui che non crede è privo di questo dono per volere del Signore, ergo, non ha colpe proprie. In punto di morte, può ricevere l'Estrema Unzione, abbracciando così la Fede in Dio. Il non credente, privo di Fede, che, in punto di morte, si avvicina a Dio, ha diritto al Regno dei Cieli.

Aldilà dell'idea che la Fede sia dono di Dio, aldilà del fatto che, codesto dono, non sia affatto scontato(verrebbe da chiedersi perchè Dio, amando tutte le sue Creature in egual maniera, non dispensi in egual misura il dono della fede; la risposta è scontata...la volontà di Dio è imperscrutabile), esiste la Parabola del Figliol Prodigo che, ariguardo è esaustiva.

Voglio ricordarne in breve la trama: un uomo ha due figli, uno dei quali decide di allontanarsi da casa mentre l'altro resta a lavorare per la famiglia. Ad un certo punto, il figlio che si è allontanato torna e dissipa il aptrimonio del padre; l'altro figlioc he ha faticato per costruirlo, si lamenta con il padre che, per tutta risposta, afferma che un figlio ritrovato val più di ogni altra cosa e persona.

La parabola spiega bene la posizione ed il rapporto tra Dio Padre ed il non credente, figliol prodigo; per Dio, ciò che conta, è che la Sua creatura torni a Lui, indipendentemente da ciò che è stato. Poichè Dio è infinitamente buono non ha motivo di respingere Suo figlio, neppure se per tutta la vita non ha preso una messa!

La domanda iniziale era diversa:che futuro ha il non credente?

Secondo la Religione, ha diritto al Paradiso. Secondo me, non ha un futuro diverso dall'uomo di Fede. Tutto dipende da come ha vissuto la sua vita terrena: se è stato una brava persona, sarà eternamente felice, che vada in cielo o che resti in terra.

Inviato: 2006/11/13 11:27
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/30 17:23
Da Carpi (mo)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 949
Livello : 27; EXP : 39
HP : 0 / 659
MP : 316 / 28692
Offline
Non ho mai pensato di essere particolarmente sveglio, ma...

Lauretta saresti così gentile da spiegarmi il significato del tuo ultimo intervento?


editato

scusa! la fretta... sigh... rileggendo ho capito benissimo!



Ciao!!!

Inviato: 2006/11/13 13:48
_________________
Non permettere alla lingua di oltrepassare il pensiero. (Anton Checov)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Just popping in
Iscritto il:
2006/10/30 20:25
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 12
Livello : 2; EXP : 25
HP : 0 / 31
MP : 4 / 1190
Offline
Scusa senza. ma come fai ad affermare che i cristiani non fanno peccati?
I cristiani credono che ogni uomo nasca già con un peccato a suo carico, il peccato originale, che viene rimosso solo con il battesimo.
Poi ogni essere umano ha il dono (o la responsabilità) del libero arbitrio, cioè può obbedire o infrangere la legge di Dio. Non è che essere battezzati ci rende immuni dal peccare.
Detto questo, quando parli di credenti in riferimento alla vita oltre la morte a chi ti riferisci? Non c'è solo la religione cristiana , anche alcune filosofie orientali credono in una vita in divenire, che può prendere varie forme ma che non si estingue con la morte della sostanza corporea.
Comunque se uno ha paura della morte come un bimbo ha paura del buio, perché negargli una fiammella che lo tranquillizza?? Poi ognuno l'alimentarà con il combustibile che ha a disposizione.




...e quando la terra esigerà le vostre membra, solo allora danzerete veramente ...
(Gibran Kahlil Gibran)

Inviato: 2006/11/13 14:43
_________________
Citazione:
O Capitano! Mio Capitano! il nostro duro viaggio è finito....
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/6/16 17:28
Da Gorizia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 287
Livello : 15; EXP : 84
HP : 0 / 371
MP : 95 / 16639
Offline
Se un non-credente mi venisse a dire "tanto alla fine mi converto e in paradiso ci vado comunque" gli farei notare quanto questo sia poco corrispondente alla sua idea sulle religioni.

Io sono ateo, in prima media mi sono fatto cacciare dall'aula dal prof. di religione in quanto gli avevo detto "io ho ucciso il tuo dio, gli ho strappato il cuore e bevuto il suo sangue, ritrovando l'Uomo" e so (non credo, so) che la finaccia che tocca a tutti sia la stessa.

Verremo mangiati dai vermi, punto e basta. Aiuteremo cipressi quasi eterni a crescere vigorosi (e sfiga delle sfighe è una delle piante a cui sono allergico...), fiorai e marmisti a fare affari d'oro. Basta.

Non esiste nessun aldilà, nessun premio o punizione. Le religioni, definite correttamente "l'acquavite del popolo", altro non sono che una manifestazione politica atta a calmierare le lamentele dei sudditi.


mandi frus

Inviato: 2006/11/13 15:19
_________________
"farò una finzione,
che significherà cose grandi"
Leonardo da Vinci
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 40975
Offline
X Senza: è l’ora in cui son chiusi i bar e sembra morta la città. Appunto. Sai il timor panico di ritrovarsi in quella città cantata dal vecchio Little Tony? Certo che tutti abbiam timor del tristo morir ma non per questo cedo alle lusinghe di chi mi promette un futuro di cui in realtà nessun sa.

X il_corvo: proprio non è un caso se entrambi viviamo in questa verde emilia, terra di sognatori e di decine e decine di bar aperti fino a tardissima ora, spesso fino al sorger del nuovo sole (facciamo a turno per tenerli aperti tutta la notte, e beviamo, e brindiamo, e cantiamo in attesa del gallo).

X il_Lanza: sapevo che la religione era l’oppio del popolo, dell’acquavite non ne sapevo nulla. Non è che hai sbagliato bar e sei entrato nel Circolo Ricreativo dell’Azione Cattolica?

Inviato: 2006/11/13 21:59
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/6/16 17:28
Da Gorizia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 287
Livello : 15; EXP : 84
HP : 0 / 371
MP : 95 / 16639
Offline
Eheh hai ragione!!!

Mentre Carletto diceva che la religione è l'oppio del popolo, era un certo Vladimir Ilic Uianov a dire che la religione è l'acquavite dello spirito.

Ho fatto, come si dice dalle mie parti, un misiok...


mandi

Inviato: 2006/11/14 9:55
_________________
"farò una finzione,
che significherà cose grandi"
Leonardo da Vinci
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48445
Offline
clooney: immagino che qualcuno nonostante la fede faccia anche qualcosa di considerabile peccato, ma non conviene, volevo dire questo, forse mi sno espressa con troppa fretta
è piano di filosofie che danno la bella ( per me ) illusione d'una sorta di rinascita, ma non credo che in Italia, a due passi dal Vaticano, siano cose molto sentite
a scuola si studia religione ( con un professore nominato dal vescovo ) quindi noi cresciamo in un mondo dove la maggioranza crede in una vita dopo la morte, e si salva
ma non il non credente, a cui manca qualcosa di consistente
il bar tra poco chiuderà: mi prendo un metro, per bere il più possibile e riuscire ad ubriacarmi prima che mi caccino fuori
così una volta fuori ballerò sui tetti insieme ai gatti, ed il giorno dopo non riuscirò a pensare per il troppo mal di testa
credo che questo sia il modo per sfuggire a molte piccole torture quotidiane, oppure c'è la bellezza davanti alla quale troviamo qualcosa di grande in noi ( come disse Kant, anche se non mi riferisco alla morale ) che ci fa sentire più potenti, in una qualche maniera; c'è il vivere giorno per giorno pensando all'istante, o fare cose stracciate come un genocidio per essere ricordati
perchè è quello che vogliamo
eppure, ci rifugiamo ttendo un maglione in più, perchè il pensiero della morte ci ha messo un brivido sulla schiena, ed alla fine nessuno sa la verità di cosa succede

senza

Inviato: 2006/11/15 20:22
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti510257
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 20 utente(i) online (13 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 20

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 5
Ieri: 27
Totale: 5656
Ultimi: AGLAundrea

Utenti Online:
Ospiti : 20
Membri : 0
Totale: 20
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it