logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3) 4 »

Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/7 11:55
Da Novara
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 299
Livello : 16; EXP : 17
HP : 0 / 379
MP : 99 / 17039
Offline
Non c'entra nulla, forse... ma trovo assai più insopportabili i c.d. reality, partecipanti famosi o aspiranti tali indifferentemente, chiusi in casa o su un'isola, in una fattoria o in una pseudo-scuola d'arte, a pescare telline o ad imitare Baglioni, e chi più ne ha più ne (ri)metta.

"... adda passà 'a nuttata ..."

M.

Inviato: 2006/3/14 15:15
_________________
Walked out this morning,
don’t believe what I saw
Hundred billion bottles
washed up on the shore
Seems I’m not alone at being alone
Hundred billion castaways,
looking for a home...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Autore dell'anno 2008
Iscritto il:
2005/4/19 13:59
Da L'Aquila
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 648
Livello : 23; EXP : 22
HP : 0 / 555
MP : 216 / 23687
Offline
Non guardo molto la televisione (e non perchè voglia fare il tipo intellettualoide-superiore a queste bassezze-altezzosamente distaccato - pieno di sintomatico mistero; semplicemente perchè ancora non inventano giornate da più di 24 ore), ma negli ultimi giorni mi è capitato di accenderla. Ed ho fondato il
COSIDADEL
(comitato per spaccare i denti a quello di dentale-labiale)

Si accettano iscrizioni. Per il pagamento sono accettati:

ciocca autografa del parrucchino di Baudo
neurone integro di Piero Angela
cromosomo femminile della De Filippi
lingua di Fede
tetta autentica della Ventura
un miliardesimo dello stipendio di Bonolis
data di nascita di Bongiorno
prova tangibile di un congiuntivo di Biscardi

Inviato: 2006/3/15 8:33
_________________
THAT'S ALL, FOLKS!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/10/25 18:30
Da Montopoli di Sabina
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 792
Livello : 25; EXP : 35
HP : 0 / 608
MP : 264 / 26816
Offline
x il corvo:
Ma sai che sei proprio egoista? Dovresti prendere il buon esempio da

Lui non pensa solo a sè. Pensa anche


AI PARENTI!

ha ha ha haha ha ha ha ha

Inviato: 2006/3/15 8:42
_________________
Se vengono messi di fronte / due specchi, riflettendosi a vicenda, / rivelano un vuoto profondo, / rivelano un vuoto infinito. ( Kikuo Takano)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/30 17:23
Da Carpi (mo)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 949
Livello : 27; EXP : 39
HP : 0 / 659
MP : 316 / 28866
Offline



Inviato: 2006/3/15 8:49
_________________
Non permettere alla lingua di oltrepassare il pensiero. (Anton Checov)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/7 11:55
Da Novara
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 299
Livello : 16; EXP : 17
HP : 0 / 379
MP : 99 / 17039
Offline
Citazione:

il_corvo ha scritto:
... il refrend più orecchiabile. ....


... "refrend" ... ?

Non era "refrain" ? ... o sbaglio?

...scrittori...

Inviato: 2006/3/15 9:28
_________________
Walked out this morning,
don’t believe what I saw
Hundred billion bottles
washed up on the shore
Seems I’m not alone at being alone
Hundred billion castaways,
looking for a home...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/1/27 11:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 458
Livello : 19; EXP : 83
HP : 0 / 470
MP : 152 / 19012
Offline
La mia posizione al riguardo è un mix di tutto ciò che è stato detto.
Guardo pochissimo la tv perchè non esistono giornate di più di 24ore
Odio le pubblicità tra quei pochissimi film che decido di vedermi in tv.
Ma alcune le trovo artistiche.
Due in particolare. Non so se posso....
Vabbè va:
Il video telefono (non quello della Marini eeee!!!), quello con il padre in mezzo al mare. Ammetto qualche brivido la prima volta che l'ho vista! MA FORSE SONO IO AD ESSERE TROPPO SUSCETTIBILE!
E poi la più recente pubblicità che dice "nuova razza alfa". Bella musica, no?
Anche io a volte cado nei ricordi guardando vecchi film con le pubblicità registrate. Perchè non sento più mi dicano "compra" ma piuttosto "ti ricordi...?"...
Non so perchè, mi piacciono le pubblicità PRIMA del film al cinema.
E' un cinema che non fa interruzione all'intervallo, e quelle pubblicità mi fanno pregustare il multiplex più grande d'italia!
(Ecco...mi metto anche a far pubblicità...che modi...!)
Non mi lascio condizionare dalle pubblicità, almeno credo. Ma forse devo dare ragione a chi dice che è un pò difficile rendersene conto...Ormai per tutto c'è la pubblicità!



Inviato: 2006/3/15 11:10
_________________
...
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Home away from home
Iscritto il:
2004/2/23 15:27
Da Cagliari
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1219
Livello : 30; EXP : 38
HP : 0 / 734
MP : 406 / 33797
Offline
Solo una curiosità... avete notato anche voi che da un po' di tempo, nelle pubblicità, in particolare delle auto, indistintamente dal prezzo ti dicono sempre e comunque: tua a SOLO 14.000 euro; oppure: tua a SOLO 36.000 euro... SOLO... capite!!!!
E cosa fai... non la compri a SOLO 36.000 euro

Inviato: 2006/3/15 11:19
_________________
Se a OzBlogOz imbocchi il vicolo giusto, puoi trovare di tutto... Di tutto di più.
(citazione di Sin City... rivisitata )
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/30 17:23
Da Carpi (mo)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 949
Livello : 27; EXP : 39
HP : 0 / 659
MP : 316 / 28866
Offline
Mon Dieu! J'ai toppée!!!




grazie per la precisazione massy




Inviato: 2006/3/15 13:56
_________________
Non permettere alla lingua di oltrepassare il pensiero. (Anton Checov)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/9/18 17:25
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 342
Livello : 17; EXP : 27
HP : 0 / 406
MP : 114 / 16847
Offline
... e allora, Manuel, che ne dici delle COMODE rate mensili?
Comode un c...
E la truffa delle rate bassine per 2 anni e poi da suicidio negli anni successivi?

Inviato: 2006/3/15 22:34
_________________
Io divido il mio tempo così: metà dormo e l'altra metà sogno.
S.Kierkegaard
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: pubblicità: parte del nostro quotidiano benessere (o malessere?)
Just popping in
Iscritto il:
2005/2/6 17:03
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 43
Livello : 5; EXP : 35
HP : 0 / 108
MP : 14 / 4707
Offline
cari amici,

la discussione ha preso una piega ben definita e si articola ormai su due filoni: c'è chi ritiene che la pubblicità non sia poi così vincolante e chi, invece, è convinto che, nostro malgrado, poco o tanto, la pubblicità ci condizioni.

Personalmente credo di appartenere a questa seconda categoria, anche se tutti i giorni faccio gli esercizi spirituali per uscirne.

Inutilmente, lo so, perchè da qui non si esce.
Purtroppo questa è una società basata sui consumi, (considerazione così ovvia che non ritengo necessario dilungarmi), e proprio perchè basata sui consumi non può fare a meno della pubblicità.

Ci piaccia o no, siamo tutti, contemporaneamente, figli e padri della pubblicità.

Infatti, se da un lato ne siamo succubi, dall'altro la usiamo in continuazione.

Un esempio è il nostro curriculum che, pur descrivendo correttamente competenze e conoscenze, amplifica, sempre e comunque, quelle cose o quelle esperienze che riteniamo premianti.

E allora?

Non penso sia questo il problema più grosso.

Perchè, come avete evidenziato anche voi, la cosa più importante è sapere: riuscire cioè a individuare, dove, come e cosa fa scattare la voglia, il bisogno, l'urgenza di possedere, o fare, una determinata cosa.
Dopo di che si possono dormire sonni tranquilli perchè la nostra capacità di giudizio saprà gestire al meglio le eccessive invadenze della pubblicità.

Al contrario, mi preoccupa, invece, la pubblicità subliminale, quella cioè che ha tempi di apparizione brevissimi, ma sequenze molto ravvicinate, ragion per cui, pur essendo iinvisibile e impalpabile, ha un grande potere di suggestione.

E' vero che è vietata, ma la temo lo stesso.

La considero e la definisco una grande violenza, una limitazione alla libertà individuale (libertà di consumi) e come tale da combattere.

Occhio quindi alla pubblicità subliminale.

Ciao e buon week-end a tutti










Inviato: 2006/3/17 21:57
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti598354
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 61 utente(i) online (30 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 61

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 59
Ieri: 55
Totale: 5934
Ultimi: Damon41V05

Utenti Online:
Ospiti : 61
Membri : 0
Totale: 61
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it