logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi


 In fondo   Discussione precedente   Discussione successiva  Discussione chiusa

« 1 2 (3) 4 »

Re: Il Filo Editore.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6521
Offline
"ma non vi sentite male ad accorgervi che anche la dimensione creativa del vostro vivere
rimane indifesa invasa sottoposta
alla pur nobile arte del calcolo e del commercio?"

Sol.
Proprio in queste tue parole sta la chiave.
Sì, mi ci sento male. Ancora più ora, che -oltre a scrivere- edito pure.
E ho passato 8 anni a sentirmici male. E ho provato a fare altro, e a creare per me. A distogliere o pensieri, a calmare la rabbia che saliva con la sua carogna.
E poi ho capito che, per stare bene -con me stesso, intendo- potevo fare solo una cosa. Scrivere a tempo pieno. E leggere, e pubblicare. Cioè, far leggere.

La soluzione era una: partire per un sentiero difficile, molto, ostico fin troppo. Un sentiero che mi portasse là dove -forse- si può tentare di cambiare qualcosa. O almeno, di non far sottostare solo la dimenzione creativa a quella economica. Ma di provare a far in modo che una -imprescindibile, economica- tenti di essere trampolino per l'altra. Finchè le cose non cambieranno.

Ecco perchè ogni passo che ho fatto era consapevole. Con i tributi consapevoli. Per vedere di cambiare le cose. Che sarà poi cosa lunga, e chissà. Ma almeno, dovevo provarci.

Che io proprio non ce la faccio a pensare di farmi leggere solo da postumo. O che altre cose, molto più belle delle mie, verranno lette -forse chissà- magari solo da postume.

Inviato: 2005/10/31 10:56
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo Editore.
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 44342
Offline
questo discorso non lo approvo.
il "riconoscimento" per la mia arte
in una situazione in cui
coi soldi
ti compri
anche
dvd pedopornografici

lo tengo lontanissimo dall'euro

che pur qualcuno vorrebbe immolare
a qualcosa che tra l'altro

non può ancora aver letto.

quindi che è? riconoscimento a priori?
per me è gravissimo che passi questa idea.

per quanto riguarda il tuo percorso, guido,
invece comprendo e sostengo, come ben sai, quello in cui credi e per cui lavori.
ritengo solo sia necessario ribadire che
non potendo tutti diventare editori
è bene che gli scrittori si preoccupino di quel che non
hanno ancora scritto
più di quello che han saputo scrivere.
per me.

per quanto riguarda il postumo
a me interessa trovare il modo per rendere disponibile quello che scrivo. come ben sai mi adopero in tal senso prevalentemente via internet.
ma se rimane centrale la necessità della lettura perchè un mio lavoro abbia senso
non dimentico l'accessorietà del mio rilievo
e tanto meno la precarietà del valore di quel che provo a scrivere.
probabile, possibile, che il mondo possa farne a meno.
probabile possibile che per il mondo sia qualcosa.

per quanto mi riguarda però sto attento
soprattutto a destinare le mie energie a quel che ritengo uno scrittore debba fare.
scrivere.
le parole.
che non sa.

ripeto, chiedo scusa per il pistolotto.
ma credo che sia utile cmq a percepire ancor più
nella sua complessità lo stesso impegno di chi come guido
si dispone a lavorare per la circolazione delle opere (e delle idee)
e di chi come arzy o quant'altri
si preoccupa che ci siano idee disponibili a circolare
nei canali attualmente definiti come prioritari.

ecco. su questo ultimo punto. credo si dovrebbe riflettere.



A.

Inviato: 2005/10/31 11:14
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo Editore.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6521
Offline
Antonio... questione spinosissssima quella del riconoscimento. E per la quale ogni parola detta o scritta ne richiama cento altre.

Convengo su quanto dici. Sì.
E però credo sia bene anche tenere conto delle sfumature che ognuno dà, al proprio "riconoscimento".
Per conto mio, posso parlare di quando scrivevo: e il "riconoscimento", per me, non era
trovare un editore che mi pubblicasse perchè ci credeva e dunque mi pubblicasse gratis.
Il riconoscimento era, saltato questo passaggio, chele mie opere piacessero, e venissero acquistate. O ben criticate.

Diciamo. Chiudevo gli occhi sul come le mie opere arrivavano al pubblico. Ma, ne ero cosciente. E vedevo il tutto come tanti gradini che mi portassero in cima.
Che poi, per carità, oggi -senza rinnegare nulla- so benissimo che almeno un paio di pubblicazioni me le sarei potute risparmiare.
E però, se non le avessi fatte, sarebbero mancate alcune opportunità, alcuni anelli alla mia catena. E forse -forse!- non sarei qui a parlare, o non ci sarei ora, in queste vesti.


Su tutto il resto, Antonio, sono d'accordo.
Compreso il fatto che gli scrittori devono occuparsi di scrivere al meglio. Tanto è vero che io è due anni che non scrivo, o che non scrivo -almeno- come Dio comanda.
E non puoi immaginare quanto questo mi costi.
Ma se la speranza, l'obiettivo, è quello di creare uno spazio in cui
finalmente
le leggi economiche abbiano solo il peso che è imprescindibile in un mondo che si basa su leggi economiche
senza inficiare l'atto creativo,
beh, se l'obiettivo è questo, allora sopprterò finchè posso il peso della non-scrittura

Inviato: 2005/10/31 11:52
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo Editore.
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/16 20:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 33
Livello : 4; EXP : 50
HP : 0 / 87
MP : 11 / 3617
Offline
...beh vedendo la sit dell'editoria in Italia mi sa che farsi leggere da postumo sarebbe gia' una gran bella cosa..la percentuale dei libri in traduzione e' tipo 9 su 10

Inviato: 2005/11/1 10:38
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo Editore.
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/16 20:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 33
Livello : 4; EXP : 50
HP : 0 / 87
MP : 11 / 3617
Offline
Non vorrei fare l'avvocato del diavolo ma le tue parole sono molto forti, soprattutto perche' fai l'editore.

Ma c'e' qcosa, quasiasi cosa, che hai detto 'contro' gli editori quando scrivevi e che poi ti sei reso conto essere una tappa forzata?

Magari no, magari fa davvero solo molto schifo e la tua soluzione e' davvero la migliore...solo che spero e voglio credere che ci siano degli editori bravi ed onesti che pubblichino libri decenti, guadagnino qcosa come e' giusto che siano ed aiutino talenti nostrani a farsi conoscere e a crescere professionalmente.

...forse, se non la pensassi cosi' non starei su qs sito...

Inviato: 2005/11/1 10:41
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6521
Offline
E' vero.. la percentuale dei libri in traduzione è simile a quella che dici tu. Ma perchè è così?
Perchè, dato sì che l'editore deve portare avanti un'azienda, e deve tenere conto della legge della domanda e dell'offerta. E, evidentemente, la domanda di "alcuni" tipi di libri è maggiore.
Sennò, perchè?

Non puoi immaginare quante infinite volte, ogni volta che mi sono trovato ad avere a che fare con addetti ai lavori, mi è stato detto: "Eh, ma tutti questi esordienti! Così non va bene".
Ora, quando hai di fronte persone che stanno nell'ambiente ai massimi livelli -da anni-, è chiaro che non puoi non tenere conto dei loro rilievi.
E quindi, o segui tutto ciò che dicono. O non segui, ma non poi puoi sperare di rimanere a lungo dentro a un meccanismo consolidato. Oppure, beh, provi a mediare: e rivedi un pò i tuoi piani, ma giusto un pò. Senza snaturarti, mantenendo la tua identità, ma anche adattandoti alle regole. Perchè solo questo, io credo, è il modo per sperare di cambiare la situazione, in futuro.

E così credo d'aver anche risposto all'altra tua domanda. Comunque, sì, ci sono delle cose che in effetti risultano come tappe forzate. Ma, finchè non si prova a cambiarle,
ci sarà sempre scollatura tra due mondi importanti (autori ed editori). E in attesa che siano cambiate, bisogna provare a fare in modo che queste tappe forzate abbiano come "contrappunto" delle situazioni vantaggiose.

Quel che so, è che finchè non ci si prova
non si può mai avere una risposta definitiva, pur nel proprio piccolo.
E comunque, herny, non mi pare di aver detto che tutto è uno schifo.
O se così ho fatto, mi sono espresso male. Perchè se pensassi che tuttoè uno schifo, senza nulla da salvare, sarei solo uno stupido a perdere tempo e soldi.
O no?

Inviato: 2005/11/1 11:14
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/16 20:22
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 33
Livello : 4; EXP : 50
HP : 0 / 87
MP : 11 / 3617
Offline
No non lo hai detto ma la sensazione che ho provato leggendo il tuo post e' stata molto forte e negativa.
E sia chiaro che di qs non ti do torto perche' concordo sul fatto che le cose vanno cosi perche' sono sempre andate cosi e purtroppo e' difficile cambiarle.

E' che, come ho gia' spiegato, mi piacerebbe sentire cose piu' positive -non da te in specifico, in generale- perche' amo leggere, amo i libri e mi pesa pensare che in italia c'e' pochissima gente che prende in mano un libro non scolastico.
Mi piacerebbe andare ingiro e vedere gente con il libro in mano, piccolo o grande che sia, di qualsiasi genere. E mi piacerebbe che gli editori italiani calassero di molto i prezzi dei libri -in altri paesi costano molto molto meno!...e' ovvio che tra euro e bollette da pagare uno si trova a scegliere..o spendo 20 euro per il libro X oppure ci faccio la spesa..

Inviato: 2005/11/1 17:19
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6521
Offline
Hermy,
di certo, <b>di certo</b> la mia non voleva essere espressione di negatività. Tutt'altro, e per vari motivi.
Non ultimo il fatto che io stia qui a scrivere.
Ma soprattutto il fatto che, dato sì che si legge -nella grande maggioranza dei messaggi, ed io sono il primo-
di persone scontente, indispettite, incollerite, rattristIte (era per assonanza )
per la situazione editoriale contemporanea, beh questa seconda parte del mio post voleva essere una testimonianza sì della difficoltà, ma anche de margini per fare qualcosa di diverso e bello.
E perciò, un sorta di speranza,
che poi è di più, una speranza
concreta, che si fa giorno dopo giorno. Io non ce la faccio ad abbattermi, o a dire"Azz, che brutta situazione...". Piuttosto prendo e mi sbatto e cerco persone come me, che -consapevoli di uno status quo non felice- siano disposti a mettersi in gioco per cambiarlo.

Per quanto concerne i prezzi dei libri... uff... discorso difficile. Molto difficile e complesso. Ti lascio (e lascio a chi legge) un dato -ovviamente io parlo di Azimut, che è l'unica situazione che conosco
Un libro che costi 10 euro.
Il 50%-58% va al distributore (indispensabile)
Il 30% va al tipografo e allo stato tra tasse e il resto(anche se questa percentuale è quella più ballerina e indefinita)
Il 6-7-8-10% va come diritto d'autore...

Devo aggiungere altro? E' chiaro che, essendo tutte queste spese una percentuale (e variando quindi nella loro entità in base al prezzo di copertina),
l'unica soluzione è alzare un pò il prezzo di copertina, perchè l'entità di quella percentuale che rimane in mano dell'editore non sia ridicola...

Per onestà devo dire anche una cosa: la spesa ballerina del tipografo, se per Azimut -che stampa tirature limitate- è così influente, per i colossi editoriali si restringe tantissimo... (ma questo è un altro discorso )

Attenzione: non leggere negatività pure in questo mi ppost, ok? Perchè vedi, se questa è la base di partenza, sotto a questa non si può andare! E quindi si può solo migliorare...


Mi scuso per la tediosa lunghezza di ogni mio post in questa discussione, lunghezza dicui sono consapevole
Ma come avete ormai capito, conoscendomi, che uno dei miei obiettivi qui su Ozoz è quello di svelare, quanto possibile, qualche retroscena dell'ingranaggio editoriale, per far capire che non sempre, non tutti gli editori sono dei lestofanti... E forse così, comunicando,le cose potranno essere solo migliori.
E comunque da domani riprende il lavoro forte, così mi sono sbizzarrito inquesti giorni...

Inviato: 2005/11/1 18:19
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Filo
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21744
Offline
E' tornato Basquiat e non posso tacere.
BEN TORNATO !!!!!! ERA ORA !!!!!!
Non ho letto per filo e per segno il post (troppo lungo per il tempo che ho attualmente... tendente al nullo) ma sono lieto di vederti comparire.
Come va?
Ne è passata di acqua sotto i ponti, e avevamo davvero voglia di risentirti!
Da parte mia sono stato fermo per un po', mi sono messo a riflettere, a meditare e forse anche a scegliere.
In un anno il mio rapporto con la scrittura è cambiato moltissimo e, se devo dire la verità, ho abbandonato molti dei miei "sogni" iniziali.
Se vi può interessare (ma forse non vi interessa) ho capito che la strada per editare (come autori e ancora di più come editori) non è difficile, maproprio impraticabile.
Quanto a scrivere, ho deciso di tenermi il mio hobby così com'è. Scrivo, lascio le cose sul computer e non ne faccio più niente in attesa di un cosmico reset. Partecipo a qualche premio dove ci sono soldi e, se li prendo, cerco di usarli per il bene.
Quanto alle storie che ho narrato e che avrei da narrare dico qui, coram populo, che l'unico ad essere stato tempestivo a rispondermi è stato BASQUIAT. Mi spiace che gli ho mandato una cosa forse non troppo valida (ci ho riflettuto sopra), ma i suoi giudizi sono stati precisi. GRAZIE.
Detto ciò, credo che a gente come Basquiat il popolo di Ozoz dovrebbe essere grato: si è speso, ha accettato di mettersi in gioco e di ascoltarci, si è preso la briga di rispondere a chi l'ha interrogato.
GRAZIE BASQUIAT, in privato ti manderò una mail di saluti e anche di riflessioni nella quale dirò quanto non posso dire troppo palesemente in pubblico.
ARIBENTORNATO !!!!!!!!!!!!!!!!

Inviato: 2005/11/2 8:34
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6521
Offline
Un saluto fulmineo, caro Imbrattacarte, con grande piacere. In effetti i miei post torrenziali non sono proprio agevoli, ma tanto... non scadono! E quindi spero di aver lasciato qualcosa che ci aiuti a crescere tutti insieme.

Ma non ringraziarmi, non ringraziatemi:
"Un editore operaio, per cambiare l'Italia"

..................

............

.....


Inviato: 2005/11/2 9:08
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci




 Discussione chiusa


Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Non puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti079542
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 80 utente(i) online (50 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 80

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 0
Ieri: 79
Totale: 6200
Ultimi: Virgie75S1

Utenti Online:
Ospiti : 80
Membri : 0
Totale: 80
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it