logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3)

Maremma
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 20:10
Da Veneto
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 2896
Livello : 42; EXP : 48
HP : 0 / 1037
MP : 965 / 48704
Offline
Citazione:

fabrizio ha scritto:
lascia stare i complimenti bellissimi di amici, conoscenti e parenti, non c'è trappola peggiore alla maturazione di un (aspirante) scrittore.

Non concordo pienamente con questa tua frase. È vero che un aspirante scrittore ha bisognio di consigli da esperti che gli insegnino a scrivere eccetera eccetera, però un complimento ogni tanto non fa male, se uno non riceve mai complimenti può darsi che si scoraggi e non trovi più gli stimoli giusti, o addirittura creda di essere un fallito e smetta di scrivere. Ovvio non si deve vivere di solo complimenti, ma neanche di solo correzioni. Diavolo, penso che ti faccia piacere quando qualcuno ti scrive complimenti x la tua storia!

Inviato: 2004/1/19 14:59
_________________
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro".
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Maremma
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/1/13 15:26
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 53
Livello : 6; EXP : 12
HP : 0 / 128
MP : 17 / 5932
Offline
Quanto dici è giustissimo. E' importante l'equilibrio tra una critica equilibrata e un po' di sostegno, quando è motivato.
Vorrei aggiungere una cosa. Il termine "parenti e amici" può indurre in errore, perchè fa pensare alla mamma, alla zia, ecc. In realtà, fra gli amici ve ne possono essere alcuni che hanno capacità critiche (non che mamme e zie ne siano per definizione prive, s'intende...) e che, in generale, sono in grado di dare un giudizio onesto. Magari non sono professionisti, ma sono persone che leggono da una vita e bene, che sanno chi è questo o quell'autore e che sono in grado di distinguere tra un libro che li fa addormentare ed uno che li diverte e appassiona.
In questo caso, vale la regola generale per cui i complimenti più apprezzati sono quelli che vengono dalle persone abitualmente più critiche e pignole.

Inviato: 2004/1/19 15:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Maremma
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/23 14:08
Da tolentino (mc)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1095
Livello : 29; EXP : 7
HP : 0 / 701
MP : 365 / 32958
Offline
è vero che i complimenti fanno piacere, logico. ma non fanno testo. nel senso che la maggior parte della gente che legge non ha assolutamente quelle capacità critiche che poi sono invece patrimonio di chi giudicherà se il tuo lavoro è pubblicabile o meno.
dico questo per esperienza personale, vissuta nel 2000 con la mia (rinnegata) opera prima, un romanzo(?) scritto(appunto)in poco più di un mese. ti lascio immaginare laudi e peana, anche da quelle cosiddette persone con spirito critico. poi, quando già mi vedevo al costanzo show e al salotto di vespa, ebbi la brillante idea di sottoporlo a colui che ora chiamo magister, che me lorestituì con tanti di quei segni rossi, appunti e correzioni che lo scritto originale era completamente coperto.
da allora ho iniziato a provare a scrivere, con sensibili miglioramenti, e a distanza di tre anni considero quella cosa buona come idea(tanto che penso spesso di rimetterci le mani), ma assolutamente impresentabile.

Inviato: 2004/1/19 16:21
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: avventure e parenti serpenti
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/23 14:08
Da tolentino (mc)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1095
Livello : 29; EXP : 7
HP : 0 / 701
MP : 365 / 32958
Offline
avevo capito, amanda, che si trattava di qualcosa di esoterico. dopo il tuo primo intervento ero andato a curiosare sul sito della casa editrice. e poi, quando hai nominato tutte quelle che ti avevano rifiutato, ho visto che erano tutte dello stesso genere.
è un po' come diceva remo: diverso sarebbe stato se il titolo avesse recitato"autobiografia di un lattaio italiano". paradossalmente, ferme restando le tue indubbie qualità, trovare un editore in un settore di nicchia è sicuramente più facile. e poi c'è sempre la possibilità, la speranza, di creare un "caso" letterario, no?
AUGURI.

Inviato: 2004/1/19 16:28
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti762197
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 58 utente(i) online (34 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 58

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 7
Ieri: 63
Totale: 5867
Ultimi: JedJiminez

Utenti Online:
Ospiti : 58
Membri : 0
Totale: 58
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it