logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 »

abbasso battute e cartelle
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/25 13:30
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 211
Livello : 13; EXP : 55
HP : 0 / 313
MP : 70 / 14733
Offline
A voi non fa imbestialire l'idea di dover scrivere un racconto o un romanzo di una lunghezza limitata?
"MAX 20000 BATTUTE" "10 CARTELLE" eccetera...
Io sono nuova di queste cose, scrivo a ruota libera, a volte mi vengono fuori pagine e pagine che non posso nemmeno pensare di ridurre, altre volte mi bastano due pagine...
Ma mi dà un fastidio immenso il pensiero di dover stare attenta alle battute per poter inviare a un concorso uno scritto...
Magari sto facendo una gaffe da esordiente quale sono, e forse non si tratta di dover porre dei limiti allo scritto che vorrei inviare...
Se così fosse, qualcuno può spiegarmi come salvarsi da tutto ciò?

ciao da un'esordiente incasinatissima

Annie

Inviato: 2004/1/4 0:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: abbasso battute e cartelle
Webmaster
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 3661
Livello : 46; EXP : 25
HP : 226 / 1131
MP : 1220 / 55699
Offline
Il fatto è che gli organizzatori di concorsi, se non ponessero limiti al numero di cartelle, si vedrebbero sommersi da romanzi fiume.
Più sono lunghi i racconti da leggere, maggiore è il lavoro che devono svolgere.
Porre un limite troppo stretto in un concorso a tema può risultare riduttivo per lo scrittore, ma può essere anche considerato un utile esercizio di stile.
Tempo fa leggevo che un editore si lamentava del fatto che in Italia, abituati a leggere Manzoni, gli emergenti spesso vanno oltre le 500 pagine.
Discorso, a mio parere, assurdo (basti leggere gli americani, che spesso arrivano a 100 pagine): la qualità di un romanzo non dovrebbe essere giudicata dalla sua lunghezza.
Però, se fai caso, in libreria trovi quasi esclusivamente testi, di autori italiani, piccoli piccoli. E' un modo come un altro di contenere il prezzo, o meglio di aumentare il guadagno?
Io ti consiglio di fare così. Se hai un'idea, scrivi. Cerca di scrivere un certo numero di racconti di ogni lunghezza. In questo modo, quando troverai un concorso interessante a tema libero, potrai scegliere quale testo spedire in base ai limiti imposti.
Se invece un concorso a tema ti dà un'idea da sviluppare, tu crea un racconto della lunghezza richiesta e, se poi ti va, cerca di prendere spunto e di ampliarla.

Inviato: 2004/1/4 1:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


cartelle
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/23 14:08
Da tolentino (mc)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1095
Livello : 29; EXP : 7
HP : 0 / 701
MP : 365 / 32958
Offline
penso che ozoz abbia dato il consiglio giusto. io comunque, se ritengo un racconto valido, ne faccio anche una versione small. comunque per i concorsi, a parte poche eccezione, si veleggia tra le 3 e le 10 cartelle. occhio però: tanti concorsi parlano di cartelle senza specificare 30x60 o standard. questo significa che puoi impostare la pagina come vuoi con il carattere che vuoi, e 15 cartelle possono facilmente diventare 4 o 5.

Inviato: 2004/1/4 9:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: cartelle
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/20 15:08
Da Taranto
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 112
Livello : 9; EXP : 60
HP : 0 / 215
MP : 37 / 10106
Offline
non è proprio un éscamotage che funzioni... La cartella standard è 1800 battute, ma può arrivare, sempre da standard a seconda degli usi, a 2100 (70x30). La qual cosa significa che se si eccedono le 2100, il tutto viene cestinato. Le regole sono dettate spesso da ragioni tipografiche, specialmente quando il premio è la pubblicazione, anche antologica.
Comunque per imparare a scrivere bene, e per avere anche versatilità (magari votandosi al giornalismo che sempre scrittura è!), è bene sottoporsi 'spontaneamente' ad esercizi di stile: riscrivere brani (meglio se propri) di tre pagine riducendo sempre più. In tre passaggi bisognerebbe non superare le 300 parole. Questi esercizi si usano soprattutto all'estero, ma io li trovo utilissimi anche nella nostra lingua.

Inviato: 2004/1/4 21:00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: abbasso battute e cartelle
Just popping in
Iscritto il:
2004/1/5 11:04
Da Venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 31
Offline
Personalmente trovo che un limite "fisico" sia una cosa splendida. La scrittura buona è come l'acqua, cioè se non si allarga cresce in verticale. Provo ancora a spiegarmi: la lingua italiana ( e anche le altre) è qualcosa con una dignità propria elevatissima, ogni parola ha una potenza che scopri solo se la pesi mille volte. L'operazione di pesatura però la fai solo se devi risparmiare. Alla fine, scartate le altre, ti restano parole e loro combinazioni che sono come monete d'oro. Ho sofferto del tuo problema quando sono stato assunto all'agenzia di stampa Ansa. Poi ho scoperto che scrivere un pezzo lungo al massimo 24 righe - evitando anche gli aggettivi, non è da giornalista Ansa - restituisce alla lingua lo smalto perso con il suo uso ridondante che, in sintesi, è la via pià breve per una irreversibile deriva verso la chiacchiera.
Spero di essermi fatto capire, comunque grazie per l'attenzione.

Inviato: 2004/1/5 11:19
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


cartelle: romiria
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/23 14:08
Da tolentino (mc)
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1095
Livello : 29; EXP : 7
HP : 0 / 701
MP : 365 / 32958
Offline
funziona romiria, ti assicuro che funziona. ho ristretto racconti da 10 cartelle a 3 e non ci sono stati problemi.

Inviato: 2004/1/5 11:34
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Kev ha ragione...
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/20 15:08
Da Taranto
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 112
Livello : 9; EXP : 60
HP : 0 / 215
MP : 37 / 10106
Offline
Kev, devo dire che apprezzo molto la filosofia della scrittura che tu hai adottato. Non credo che sia solo una questione di 'obbligo' a scrivere stringato che ti rende possibile la cosa: è una forma mentis. Il problema può esserci al contrario: da un brano breve riesci alla stessa maniera ad 'allungare il brodo' senza decadere nelle ampollosità e ridondanze varie?

Inviato: 2004/1/5 20:30
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Kev ha ragione...
Just popping in
Iscritto il:
2004/1/5 11:04
Da Venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 2
Livello : 1; EXP : 2
HP : 0 / 0
MP : 0 / 31
Offline
Non saprei, non è il mio mestiere questo. In astratto direi che lo scrivere ha qualche parentela con il comporre musica e personalmente nella musica amo le pause. Nei silenzi trova spazio il respiro ed è meglio lasciarle vergini piuttosto che riempirle di ricami accademici, arrangiamenti, virtuosismi inessenziali. Nella scrittura la regola parallela dovrebbe essere: se non hai niente da dire è meglio lasciare la penna nel calamaio. La fortuna dei dilettanti è quella di non avere contratti da rispettare e di poter permettere alle idee, concepite come nebulose indistinte, di decantare con la velocità che solo la loro natura esige. Solo allora le si possono raccogliere, trattenere tra le dita e rivestire di scrittura. Il resto è solo rumore di fondo.

Inviato: 2004/1/6 13:59
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


MI IMPRESSIONI!
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/20 15:08
Da Taranto
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 112
Livello : 9; EXP : 60
HP : 0 / 215
MP : 37 / 10106
Offline
se in letteratura scrivi come teorizzi, devi essere proprio forte. Le pause sono una forza, concordo. Forse lo sono di più in poesia, dove a crearle non sono nè i fini dicitori nè le sospensioni varie. Creare la stasi nella lettura di una poesia è tanto difficile quanto appagante. In un romanzo i virtuosismi sono più complessi, se non si vuol decadere nel poetico mellifluo. Tuttavia non negherei il fascino di un virtuosismo plasmato nel bel mezzo di una pausa.

Inviato: 2004/1/8 20:52
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: abbasso battute e cartelle
Quite a regular
Iscritto il:
2003/10/25 13:30
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 211
Livello : 13; EXP : 55
HP : 0 / 313
MP : 70 / 14733
Offline
GRAZIE A TUTTI PER AVERMI AIUTATA A CAPIRE UN Pò MEGLIO LE RAGIONI DI TANTI LIMITI, CERCHERò DI FARNE TESORO!
CREDO CHE OZOZ ABBIA RAGIONE: IO SCRIVO, E SE TROVO UN CONCORSO, E HO PER LE MANI UN TESTO CHE SI ADATTI AI FORMATI RICHIESTI, LO MANDO!
MI E' RECENTEMENTE CAPITATO DI MANDARE UN RACCONTO A UN EDITORE, COSì PER SCHERZO, E MI CI è VOLUTO UN CORAGGIO DA LEONI!
MI HA RISPOSTO UN PAIO DI SETTIMANE DOPO, DICENDO CHE IL MIO RACCONTO ERA MOLTO BELLO, E MI HA CHIESTO DI MANDARGLI QUALCOSA "DI PIU' BREVE".
E IL MIO ERA UN RACCONTO DI NEANCHE 20 PAGINE, CARATTERE 14!
CERTO, FORSE 20 PAGINE PER UN RACCONTO SONO TROPPE...
QUELLO CHE HO CAPITO DA QUANTO FREQUENTO QUESTO FORUM è CHE HO DAVVERO ANCORA TANTISSIMO DA IMPARARE...

CORAGGIO!!!

ANNIE

Inviato: 2004/1/9 14:47
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti260240
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 56 utente(i) online (24 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 56

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 62
Totale: 5888
Ultimi: HUWRita101

Utenti Online:
Ospiti : 56
Membri : 0
Totale: 56
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it