logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3) 4 »

Re: Mettiamo che...
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/2/1 21:10
Da Monza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 273
Livello : 15; EXP : 45
HP : 0 / 361
MP : 91 / 16679
Offline
Solaris e Imbrattacarte....

eddài

Ho come l'impressione che entrambi stiate stressando un po' alcuni lati della vostra personalità per scornarvi a vicenda.
O mi sbaglio?

Inviato: 2005/4/8 19:42
_________________
Parole! Semplici parole! C'era qualcosa di tanto reale quanto le parole?...(O.Wilde)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Just popping in
Iscritto il:
2004/12/3 17:28
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 31
Livello : 4; EXP : 31
HP : 0 / 82
MP : 10 / 3623
Offline
Comunque certo Lunagatta quel che dici tu è comprensibile...però in questo caso l'atteggiamento dell'autore, che alla fine sceglie la casa editrice più visibile, non è molto diverso dall'atteggiamento di una casa editrice che tra un autore visibile e uno sconosciuto sceglie l'autore più visibile. Dunque...c'è poco da lamentarsi! Si tratta dello stesso fenomeno visto da due punti di vista diversi.

Inviato: 2005/4/9 8:31
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/2/1 21:10
Da Monza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 273
Livello : 15; EXP : 45
HP : 0 / 361
MP : 91 / 16679
Offline
Cara Alinic (sei una lei, vero?), quello che dici è sacrosanto. Infatti, ti dirò, io non mi sentirei mai di criticare un piccolo editore che scelga di pubblicare un autore valido quanto sono io ma più "visibile". Lo capirei anzi.
Sconosciuta io, sconosciuto l'editore, a noi due insieme chi ci caga?
No, la mia "lamentela", che poi tale propriamente non era, andrebbe, al limite, verso i grandi. Verso chi detta le leggi del mercato, verso chi possiede tutte le vetrine possibili e immaginabili e sceglie comunque di privilegiare l'ultima stupidata dell'ultimo fenomeno tv, anzichè uno sconosciuto di talento. Per Mondadori, per dirne una, creare interesse verso qualcuno che merita non costerebbe davvero molto. Eppure mi sembra (ma forse mi sbaglio, perchè è da un po' che la mia frequentazione delle librerie è troppo frettolosa, e accompagnata da marmocchietti urlanti che mi trascinano verso i libretti illustrati...) che i nomi che vedo "in vetrina", siano sempre i soliti + star tv, calciatori (cioè sempre star tv), politicanti o parenti di tali...
Dal mio punto di vista, per tornare a bomba, le figure dell'autore esordiente e dell'editore esordiente sono imbarcate sulla stessa, traballante barchetta. A entrambi credo serva o una botta di c...o, oppure una barca più grande che li traini per un po', finchè non riescano ad arrivare in mare aperto.
Forse la metafora non rende, però sto uscendo a fare la spesa e non me ne viene una meglio. Spero comunque che abbiate capito.

ciao
sabrina

Inviato: 2005/4/9 13:18
_________________
Parole! Semplici parole! C'era qualcosa di tanto reale quanto le parole?...(O.Wilde)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Just popping in
Iscritto il:
2004/12/3 17:28
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 31
Livello : 4; EXP : 31
HP : 0 / 82
MP : 10 / 3623
Offline
Sì Lunagatta, sono una lei. Hai ragione e fa rabbia anche a me, ma è la dura legge del mercato. Non è che nelle librerie non ci siano esordienti (anche pubblicati da grandi case editrici), ma sono esordienti con le spalle coperte, nel senso che per un motivo o quell'altro hanno un notevole numero di copie già in prenotazione, e comunque sono sistemati in fondo a scaffali (e in questo anche le librerie hanno la loro responsabilità) difficili da individuare se la visita nel mondo dei libri è frettolosa (ne so qualcosa, anch'io ho due marmocchiette). è la dura legge del mercato e volenti o nolenti, dobbiamo accettarle. Oppure cercare altre vie...

Inviato: 2005/4/10 6:21
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21661
Offline
Uehlà, Lunagatta, io non mi stresso! Io gongolo a fare lo scemo!
Ma in ogni caso, rispondo ancora con i cavalli. Nell'equitazione c'è un detto famoso: "A cavaliere giovane, cavallo vecchio".
Il che vuol dire che se hai un marmocchietto che deve imparare gli devi dare un cavallo professore. L'illusione di certi genitori che comprano il puledro per il bambino porta guai. Uno dei due deve condurre il gioco, altrimenti è un disastro.
Il problema con gli editori non è diverso: esordiente l'editore, esordiente l'autore di solito è un casino. Però, sono convinto che la qualità, se c'è, si fa notare. Tutto sta a insistere.
Sono convinto che tutti questi fenomeni esordienti pubblicati dai grandi, siano appunto "fenomeni". Gente che è conosciuta e che vende per quello. Dunque non c'è da sperare di essere pubblicati da Mondadori se non si è "qualcuno". Ma chi ci perde è anche l'editore che sforna caz...e a raffica.
Va bene, gli basta il soldo ma... è questo il mondo che vogliamo? Io credo di no, e spero che qualcosa cambi. Una volta gli editori erano differenti!
Dunque, bisogna smettere di credere alla luna e cercare strade più percorribili. Ci sono tanti piccoli editori seri affamati di qualità. Il problema è, se mai, chiedersi se c'è la qualità.
Io credo che se qualcuno vale può sperare di emergere col tempo: Cammilleri ce l'ha fatta da vecchio, per esempio.
Personalmente, comunque, sono convinto che messaggi nuovi (se ci sono) abbiano una forza dirompente e che non possano restare a lungo nascosti. Tutto sta a trovarli...
Ma tu cosa scrivi, Lunagatta? Mi hai fatto venire una curiosità!

Inviato: 2005/4/11 9:03
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/2/1 21:10
Da Monza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 273
Livello : 15; EXP : 45
HP : 0 / 361
MP : 91 / 16679
Offline
Imbratta... ti giuro che, che gongolavi un po' me ne ero accorta!
In ogni caso. Cosa scrivo non lo so. Ti posso dire cosa ho scritto. Un paio di gialli. Il primo, pieno di ingenuità, scritto nel 2000, è arrivato tra i finalisti del premio Tedeschi, dei gialli mondadori, il secondo, in cui credo molto, che non si è minimamente classificato al medesimo concorso e che ora è in cerca di editore.
Poi un neonato romanzo d'amore che sta ancora al caldo nel mio pc e in quello di un amico e racconti vari, alcuni dei quali, se ti viene la curiosità, li trovi sulle Letture Incrociate.
Ah, no, ripensandoci. Cosa scrivo te lo posso dire. Un racconto giallo per il concorso 'esperienze in giallo' della città di fossano. Sono stati così carini da mandarmi il bando a casa, con un racconto già pubblicato in omaggio.
Però è un divertimento, direi. Non sono tanto tipa da racconti, e nemmeno da concorsi (anche se 1000 euro mi farebbero comodo...)
a rileggerti

sabrina

Inviato: 2005/4/11 19:20
_________________
Parole! Semplici parole! C'era qualcosa di tanto reale quanto le parole?...(O.Wilde)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6496
Offline
...e dopo lunga e penosa malattia.. Eccomi
Per quanto alinic, abbia espresso già tutto quel che avrei voluto dire io.

Solo due cose, sabrina: allora esistono editori che
rispondono dopo due giorni, e che magari offrono anche delle belle cose

Seconda cosa, beh... non condivido l'equazione
"sconosciuto io+sconosciuto tu=macchiccelofaffà!"

E non la condivido perchè.. non so, non mi piace il
disfattismo, se così lo si può chiamare.
O meglio, mi piacciono i fatti concreti, le cose che si realizzano, la voglia di rischiare.
E se ho il cuore dentro ad una cosa,
anche se non sono conosciuto, o protetto, o ricco,
io inizio a farla.
E, come già ho avuto modo di dire, la volontà e la qualità pagano sempre, magari con tempi dieversi,
ma pagano... perchè il bello è oggettivo.


Oddio.. ci sarebbe anche il discorso sulla distribuzione
regionale o nazionale, su cosa significhi, su cosa valga, su cosa porti...
Noi ad esempio pubblicheremo entro l'autunno un paio di libri di autori milanesi: pur avendo solo una distribuzione "regionale", ovviamente questi libri staranno anche a Milano...
Però, vabbeh, il discorso sarebbe troppo lungo..




Inviato: 2005/4/11 22:43
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21661
Offline
E' ritornato Basquiat... dopo mezzanotte!
Ringrazio pubblicamente il nostro EDITORE di essersi fatto vivo e spiego meglio il mio pensiero, visto che cita malamente il mio detto equestre.
Uehlà, Basquiat "a cavaliere giovane, cavallo vecchio" non vuol dire proprio "sconosciuto io+sconosciuto tu=macchiccelofaffà!". Vuol dire che uno dei due deve sapere come muoversi, deve insegnare all'altro.
Ora i grossi editori sono in grado non tanto di "insegnare" quanto di lanciare e sfruttare come un "limone" lo scrittore esordiente: ma se non tira lo "mandano al macello" (ippicamente parlando). Invece un piccolo editore (e questo l'ho già detto in altri post, vedi il discorso fatto precedentemente sui puledri) è in grado di assistere, insegnare, aiutare... e l'esordiente comunque non si "brucia" anche se non tira.
Questo è importante.
Se io faccio un flop con Cazzabubbole Editrice nessuno se ne accorge ed esco ancora "vergine". Se faccio un "flop" con Einaudi... ho finito di pubblicare.
Quindi, ribadisco che all'esordiente fa bene il piccolo editore purchè... esperto.
Il detto "a cavaliere giovane, cavallo vecchio" vale sia se il cavallo vale 100000 euro, sia se è un vecchio cavallo "della scuola" comperato al macello. Dunque nell'editoria vale anche se l'editore è un "piccolo cavallo vecchio", nel senso che non si improvvisa editore. Molti, invece, si improvvisano e lanciano autori sul mercato illudendosi-illudendoli. Potrei farti dei nomi, ma per correttezza non li faccio (sono str...o ma non fino a questo punto). Dunque, SIA CHIARO, non sto parlando di editori come te che sei piccolo (per ora) ma non sei affatto alle prime armi. E il fatto che tu abbia conquistato la distribuzione che hai detto... lo fa capire! Mi riferivo ad altro.
Vorrei far notare un'altra cosa. Il lettore comune guarda poco l'editore e legge i grossi, più che i piccoli, solo perchè i grossi battono il tamburo e hanno copertine in dodecacromia tridimensionale. Il lettore comune è come quello che va all'ippodromo e gioca il favorito salvo mangiarsi il fegato se perde. Il piccolo editore deve invece puntare al lettore esperto, in grado di riconoscere la qualità. Cioè a quello che va all'ippodromo con lo Sportman e, prima di scucire i suoi euro, valuta le prestazioni precedenti e l'accoppiata cavallo-fantino.
E chiudo con un altra immagine ippica, secondo me da sballo. Giocando al totalizzatore il favorito NON SI VINCE NIENTE (massimo qualche euro). Giocando dopo aver letto lo Sportman si può perdere, ma se si vince SI VINCE MOLTO. Ma il vero colpo grosso si fa sempre e solo quando SI PUNTA UN OUTSIDER E QUESTO VINCE.
Meditate, gente, meditate... prima di mandare i vostri manoscritti solo ai grossi!
Contento, Basquiat?

Inviato: 2005/4/12 7:22
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6496
Offline
carissimo imbrattacarte mi ritrovo ad essere contentissimo della tua risposta... con una piccola precisazione: non mi riferivo al tuo motto...

anche perchè conosco e amo l'ippica,
e il suo mondo. Sono nato a due passi dall'ippodromo di Cesena, e ora vivo a un passo da quello di Capannelle

Inviato: 2005/4/12 9:25
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Mettiamo che...
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/2/1 21:10
Da Monza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 273
Livello : 15; EXP : 45
HP : 0 / 361
MP : 91 / 16679
Offline
No, infatti credo che basquiat si riferisse a quanto ho scritto io, parlando di disfattismo...
Effettivamente... touchè (passiamo dall'ippica alla scherma... ), hai ragione. A volte il mio "realismo" sconfina pericolosamente con il pessimismo cosmico di leopardiana memoria.
Ma è soltanto, credimi, perchè mi incateno da sola i piedi al suolo... perchè, per natura sarei portata a volare troppo alto e come si sa, più in alto si sale, più rovinosamente si cade.
Del resto che dire? Il tuo entusiasmo non può non risultare contagioso. Sembra tutto giusto e perfetto quello che dici. Mi piacerebbe riuscire a crederci sul serio, che il bello è oggettivo, che prima o poi salta fuori...
No, non ci metto un ma.
Provo.
Ci provo davvero, stasera, a crederci.

a presto

sabrina

Inviato: 2005/4/12 18:33
_________________
Parole! Semplici parole! C'era qualcosa di tanto reale quanto le parole?...(O.Wilde)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti557243
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 66 utente(i) online (33 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 66

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 5
Ieri: 62
Totale: 5889
Ultimi: IsiahGresh

Utenti Online:
Ospiti : 66
Membri : 0
Totale: 66
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it