logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 ... 7 »

agenzia letteraria
Just popping in
Iscritto il:
2005/1/10 10:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 6
Livello : 1; EXP : 47
HP : 0 / 11
MP : 2 / 508
Offline
Potreste farmi luce sulla figura dell'agente letterario o sull'agenzia letteraria? e soprattutto, servono?

Inviato: 2005/2/14 14:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Just popping in
Iscritto il:
2005/2/12 15:15
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 29
Livello : 4; EXP : 12
HP : 0 / 78
MP : 9 / 3355
Offline
Leggono il libro, ti aiutano a correggerlo o a modificarlo secondo il meglio, lo propongono agli editori. (in estrema sintesi).
Tutto ciò, ovviamente, lo fanno con un bel pagamento anticipato, più eventuali provvigioni quando e se il libro sarà pubblicato.
Servono? Esperienza mia: no.

Inviato: 2005/2/15 8:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21558
Offline
Questa è una bella discussione che non bisogna lasciar spegnere. L'entusiasmo sollevato da Basquiat ne ha un po' distolto l'attenzione. Ma, dico io, è mai possibile che tra coloro che ci stanno leggendo non ci sia qualcuno che può dirci di più? Tu, SGTGARCIA, puoi essere meno nebuloso e dirci di più?
Una delle idee bislacche che mi ronzano in testa, sarebbe quella di tentare la via di una Agenzia Letteraria. Ma quello che mi frena, per ora, è che questi (ad esempio questa Nuba di cui parlano tutti) ti chiedono la sinossi del romanzo e "due paginette" e per vedere come scrivi. Su questo, valutano se prenerti come cliente o no.
Mah! Potrei anche provare, ma a fronte di che? Nel caso le mie "due paginette" piacessero, che aspettative potrei avere? Mi proporrebbero a Franznet e a Basquiat?
Ma allora basta Ozoz!
GRANDE OZOZ!
GLORIA A OZOZ!
OZOZ ACHBAR!

(dov'è l'omino che si inchina?)
Ahgggg! NON LO TROVO!
Mah! Sono molto perplesso.

Inviato: 2005/2/17 14:07
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21558
Offline
Riprendo questa discussione che è stata lasciata cadere, non so se perché non interessa o perché nessuno a nulla da dire. La voglia di riavviarla me l'ha fatta venire Mercuzio in un post nella sezione "Troppo grassi per le case editrici".
Mercuzio scrive:

Quando ho fatto revisionare da un professionista il mio romanzo (gratis, che culo... lo conoscevo!) e me lo sono rivisto tornare indietro pieno di segni e segnetti e indicazioni e commenti, ho iniziato a capire che il mio lavoro era un disastro. Eppure... lettori, amici, commentatori (anche qui su ozoz) certi passi li avevano definiti belli, piacevoli, comunque ben scritti... per forza ci rispettiamo tutti qui e incoscientemente ci perdoniamo piccoli errori... insomma piaceva a tutti quindi perchè non sarebbe dovuto piacere a chi ci lavora, nel campo?
Non gli è piaciuto per motivi ben precisi... qualcuno l'ho capito altri, forse no. Ma i motivi c'erano tutti!

Ecco, rivolgersi a un editor professionista potrebbe sembrare una bella idea.
In America, mi dice chi se ne intende, lo scrittore (anche esordiente) invia la sua opera all'Agente il quale, se l'accetta, fa una profonda operazione di editing non solo riguardo alla prosa, ma anche riguardo alla trama (segnala se ci sono punti deboli ecc. ecc.). Se le cose vanno bene, vanno bene per entrambi: scrittore e editor.
Qui da noi non funziona. Penso che sia per vari motivi ma sostanzialmente perché lì il gioco vale la candela qui no. Qui, anche se va bene, il numero di copie che si vendono non sono sufficienti a ripagare degnamente l'Agente.
Fa eccezione la Nuba che si propone di fare il lavoro gratis (a suo insindacabile giudizio) e si limita a chiedere il 15% di quanto ricava l'autore.
Da questo si deduce che la Nuba non è quindi l'agente da cui farsi fare un editing tanto per capire che cosa si sbaglia. Piuttosto è una Agenzia che seleziona gli autori e si interpone tra loro e l'editore. Ergo... essere accettati dalla Nuba è un bel botto ma... che sarà difficilissimo. Se immaginiamo che un autore prenda 0,7 euro a copia e riesca a vendere 10000 copie (ma sto parlando di sogni!) la quota di guadagno dell'autore è 7000 euro e la Nuba ne porta a casa 1050 (Zerodue, ingegné, correggimi se sbaglio).
Certo se l'autore vende 100000 copie la cifra cresce ma... campa cavallo a trovare autori esordienti del genere: a parte Faletti l'unica che conosco (ovvio, di nome!) è l'Arslan che ha superato le 150000. Ma credo che né Faletti né la Arslan abbiano usato la Nuba.
Allora?
Sogni a parte, bisogna pagare. Le cifre si vedono su internet e vanno da un centinaio di euro in su. E tuttavia non è la cifra in sé (uno può anche rompere il salvadanaio e spenderla) ma quello che si ottiene. Rivolgendosi a una famosa Agenzia, un mio conoscente ha speso 800 mila lirozze (alcuni anni fa) per trovarsi in mano una letterina di incoraggiamento, l'indirizzo di Fazi e tanti saluti. Un altro mio conoscente, per meno e da un'altra nota Agenzia, ha invece avuto una scheda critica seria e i consigli su come sistemare il suo lavoro.
Questo è tutto quello che so, e quindi non riesco a decidere se vale la pena fare il passo.
Seguendo Ozoz, mi sono convinto che un testo uscito dalle mani di uno scrittore della domenica, posto che sia interessante, è indubbiamente grezzo e va rivisto. Quindi... forse ricorrere a un'Agenzia vale la pena (almeno per imparare!), ma vorrei saperne di più.
RIPETO: c'è qualcuno che ha avuto esperienze con le Agenzie letterarie?
Se sì, che cosa aspetta a dircele? Più se ne sa, meglio è.
Coraggio!

Inviato: 2005/3/2 13:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21558
Offline
Mannaggia! a va con l'H! Ha.
E' per questo che posso usare la Nuba

Inviato: 2005/3/2 13:26
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16123
Offline
Non posso, purtroppo, dare un contributo diretto. In un altro sito, non me ne voglia ozoz, ci sono liste di editori e agenzie corredate delle esperienze degli esordienti.
Alcune sono punteggiate di sorrisetti deliziati altre di diavoletti incazzati, altre ancora di un pò e un pò.
Quel pò e un pò mi fa pensare: come mai la stessa agenzia (o casa editrice) viene percepita positivamente ma anche negativamente?
Ho due risposte: la prima è che le percezioni sono questioni personali, la seconda che ognuno ha, del proprio lavoro, un giudizio più o meno critico e quando questo non viene riscontrato allora "non è colpa mia" ma di chi ha valutato il mio lavoro.

Comunque non volevo parlare di questo.
L'America... la realtà dell'agente letterario, se serio, la trovo molto positiva. Qualcosa del genere in Italia manca.
Io penso all'agente (intendo quello che crede nel tuo lavoro) all'interno di un rapporto umano dove ricevi coccole (allora quando lo finisci il libro?) e schiaffoni (il tuo ultimo lavoro è tutto da revisionare)!!!
Questo è il più bel rapporto che io, scrittore esordiente narcisista e infantile, vorrei aspettarmi. Essere spronato quando non produco, essere coccolato quando mi dispero, essere sgridato quando perdo la mia verve e il mio stile.
Un sogno? Forse... ma un sogno più facilmente realizzabile dei 7.000 euro/10.000 copie vendute o (in libreria) della 13° gratuita!!!
Esistono agenti letterari così? Se no... dovrebbero... perchè la furbizia è sfruttare le potenzialità e non sprofondare da una sicurezza!
Quest'ultima affermazione, però, racchiude tutto il senso del mercato editoriale italiano, che però mi pare in crisi.
In America, forse, si pubblica e si vende proprio perchè esistono agenti ed editori disposti a rischiare su un cavallo vincente, no di certo su un brocco.
Come sapere se si è vincenti o brocchi?
Intanto un'autocritica sincera, poi una critica esterna altrettanto sincera. Ma se la sincerità fa male non imparo niente!
Se poi me la fanno anche pagare, allora tutto mi sembra troppo esoso!
No... io credo che pagare anche 150-200 euro per una valutazione e una correzione seria al proprio lavoro sia come l'aver frequentato un corso di scrittura, dal prezzo sensibilmente più alto!
Come ottenere serietà?
All'approccio. Insomma... agenzia o editore, un contratto lo si firma! E ha delle regole, un contratto! Queste regole sono diritti e doveri. Vanno rispettati e fatti rispettare, esordiente, famoso, capace o no.
Allora, qualche faccina sorridente in più e qualche diavoletto incazzato in meno, è probabile che si vedano...

Inviato: 2005/3/2 18:26
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Quite a regular
Iscritto il:
2004/10/10 17:05
Da Torino
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 180
Livello : 12; EXP : 47
HP : 0 / 286
MP : 60 / 12595
Offline
Chiedere ad un agente di far valutare il proprio lavoro è come prender denari e gettarli in un pozzo.
Una buona parte di costoro che si atteggiano ad agenti sono persone, parassiti che hanno letto, sì e no, trenta libri e vogliono grana dai poveretti che ci credono e non proporranno i testi ricevuti a nessuno, proprio nessuno.

Gli agenti servono, in Italia, ad alcuni scrittori già affermati per proporli a editori stranieri e per trovare traduttori.

Consiglio rileggere un topic o comesichiama precedente dove trattavasi medesimo argomento.

Inviato: 2005/3/2 22:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 40996
Offline
incontrata pagina di sito internet di agenzia letteraria

prometteva a grandi lettere per "adeguato" compenso un qualificato ... "S E V I Z I O" di editing

tuttodire

(p.s. segnalato il fatto, nel giro di poche ore la pagina è stata corretta

via mail l'agenzia letteraria mi ha ringraziato della segnalazione giustificandosi col fatto che il sito era stato realizzato da terzi con tempi caratterizzati da grande rapidità

in ogni caso l'episodio è emblematico, quantomeno per strappare un bel sorriso )


Inviato: 2005/3/3 0:39
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: per Mercuzio64 e l'America
Quite a regular
Iscritto il:
2004/10/10 17:05
Da Torino
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 180
Livello : 12; EXP : 47
HP : 0 / 286
MP : 60 / 12595
Offline
Mercuzio tu hai scritto:
"In America, forse, si pubblica e si vende proprio perchè esistono agenti ed editori disposti a rischiare su un cavallo vincente, no di certo su un brocco."

Il problema è che nei paesi di lingua inglese si legge enormemente di più che in Italia, il rapporto domanda /offerta è diversissimo, una sproporzione eccezionale.
Una statistica pubblicata due anni fa dava un percentuale di pubblicazione del 20% per i manoscritti arrivati alla redazioni editoriali ( paesi anglosassoni).
In Italia abbiamo un rapporto del 2 per1000.
Cioè un rapporto catastrofico, tra lettori ed scrittori.
Tra scritto e pubblicato.

Gli agenti esistono e van bene in America, in Australia in SudAfrica in Inghilterra perchè vi è un mercato fiorente e si legge moltissimo.

Inviato: 2005/3/3 13:21
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: per Mercuzio64 e l'America
Just popping in
Iscritto il:
2004/12/14 16:01
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 17
Livello : 2; EXP : 86
HP : 0 / 46
MP : 5 / 2021
Offline
Ciao a tutti,
la nostra esperienza con le agenzie letterarie è spesso positiva. La Grandi (ha autori come V.M.Manfredi) è una agenzia importante. Fanno schede molto curate e mi pare valgano i soldi che mi dite che chiedono. Stiamo pubblicando un loro autore semi esordiente e la lettura che hanno fatto dell'opera ci è molto utile oggi in fase di editing del romanzo.
Da Nicolazzini abbiamo appena acquistato diritti per loro autori non esordienti. Esperienza totalmente positiva: gente seria. Hanno autori anche esordienti.
Un'altra agenzia milanese con cui abbiamo lavorato è l'ALI. Agenzia storica.
Su alice.it trovate l'elenco delle maggiori agenzie letterarie.
Considerate che ci sono editori, anche importanti, che accettano manoscritti solo se mediati dalle agenzie. Certo se un'agenzia credibile propone un'opera ad una casa editrice con la quale lavora le possibilità mi sembrano maggiori per l'autore. Questo però è il parere dell'editore. Non so come la vedano gli autori, tuttavi mi pare che le agenzie letterarie aggiungano possibilità piuttosto che toglierne.
saluti a tutti
f.a.

Inviato: 2005/3/3 16:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti1714195
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 45 utente(i) online (32 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 45

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 17
Ieri: 40
Totale: 5678
Ultimi: VanitaFlic

Utenti Online:
Ospiti : 45
Membri : 0
Totale: 45
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it