logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 »

Re: La piccola editoria.
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2003/12/10 12:54
Da Piacenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1917
Livello : 36; EXP : 37
HP : 0 / 884
MP : 639 / 41385
Offline
i resi?

scusate la deviazione, ma lo spunto mi spinge ad una piccola testimonianza

nel centro della mia città ha aperto un piccolo negozio dove stanno libri usati che vengono presi letteralmente a kili

e trovi libri stupendi, spesso editi da banche o enti pubblici, regalati alle segretarie del Sindaco di turno che, non appena cambiano casa, li cedono pressochè intonsi

oppure muore il nonno e i libri - di periodi compresi tra gli anni 50 e i 70, non ancora antiquariato ma già introvabili - non si sa proprio dove metterli

il negoziante del caso è un vampirello in agguato, però il suo lavoro è davvero prezioso e in fondo anche onesto, abbordabile nei prezzi.

Altra zona della città, stavolta periferia, altro negozio - questo a due vetrine, con retrobottega e garage in cortile -

addetti un uomo anziano in jeans che ti assomiglia a quello dei Nomadi - indimenticabile - e il figlio

questi girano per fallimenti

fallimenti di case editrici, di solito piccole, altrimenti medie

ho trovato un deposito che sembra quello di zio Paperone

con i libri della Camunia, acquisti a peso

ma anche libri incredebili, libri improbabili su ville di paesi che non visiterai mai, due o trecento pagine, con foto a colori extradelux

ma come fanno a farli, quelle case editrici?

facile

falliscono

ma sono fallimenti veri?

intanto a 25 euro dopo folle trattativa porti a casa un libro extradelux con prezzo di copertina a 300mila lire

ma hai fatto un affare?

bene, scusate, c'azzecca niente o quasi

ma trattasi di testimonianza sollecitata dal tema resi

a proposito, una amica ha pubblicato un racconto e dopo due anni l'editrice le ha proposto l'acquisto delle copie residue che le riempivano il magazzino a 500 lire l'una

di fronte al sorriso l'editrice ha informato l'autrice che partiva l'auto verso il macero

i resi?

talvolta all'inceneritore

Inviato: 2005/2/16 22:01
_________________
.. Occhi di gatto oltre il finestrino nascosti nell'ombra d'ammaliante cappuccio, Locomotore 740.278 quel treno ha più luci del paese di Pinocchio, suona e incanta la musica di un organino ..(Conte Arzov Von Claudiovic) http://arzaniclaudio.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Webmaster
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 3661
Livello : 46; EXP : 25
HP : 226 / 1131
MP : 1220 / 55953
Offline
A proposito di resi, la testimonianza di Arzy sembra confermare una cosa che si è detta tempo fa sul forum. E cioè che sui libri venduti ai remainders gli editori non pagano i diritti d'autore.
Sarà vero?

Altra storia è quella dei libri a metà prezzo. Da lettore, visti i titoli e le case editrici che si vedono sulle bancarelle, direi che si tratta di libri stampati appositamente per quel circuito.
Niente tasse (vai a tassare un ambulante che vende libri ), basse spese di gestione e distribuzione... Libri da 300 mila lire venduti a 25€.
Che volete di più?

Inviato: 2005/2/16 22:56
_________________
Einodios: per viaggiare low cost!

Mondoconcorsi: corsi e concorsi di fotografia, grafica, teatro, moda e design, video, recitazione. Vieni a trovarci!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6530
Offline
Buongiorno!
Dunque, per imbrattacarte o chiunque voglia parlare, sapere,confrontarsi: l'invito è sempre valido, a scrivermi o a chiamarmi o ad incontrarmi.
Riguardo alla famosa catena.. ripeto una cosa molto importante: ho fatto alcuni esempi, vissuti sulla pelle, solo per far capire che non sempre il piccolo editore che si comporta in un certo modo, lo fa perchè vuole ingannare o perchè è poco serio...
D'altro canto, è vero che esistono, e ne esistono anche molti, distributori e librai con cui si può avere un confronto, un dialogo, e che sono pronti ad aiutare le nuove realtà di qualità.
Se così non fosse, naturalmente, non sarei qui a continuare a fare l'editore.

Riguardo ai resi: il discorso è molto lungo, e molto complesso. Entra in ballo la contrattualistica e la legge fiscale. Diciamo che, uno dei punti del contratto -da codice- di edizione è che se nell'arco di un tempo X (in genere un anno) il libro in questione non vende almeno Y copie, l'editore ha facoltà di mandarlo ai remainders anche al 10%, o in alcuni casi al 2%, del prezzo di copertina.
Questo da codice: va da sè che basta poi poco modificare la clausola...
Però, tenete in considerazione che ci sono dei regostri degli editori, dove stanno annotati tutti i libri, e che sul non venduto a finne anno si pagano le tasse....
e poi c'è un problema concreto, spaziale: i libri occupano posto, e mica tutti possono avere un magazzino a disposizione....


Inviato: 2005/2/17 8:24
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/7 10:44
Da Bergamo
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 374
Livello : 18; EXP : 3
HP : 0 / 425
MP : 124 / 19211
Offline
Scusate, m'intrometto...
anzitutto per manifestare la mia gioia nel vedere come questa creatura (ozoz) stia dando dei frutti moolto maturi. Sinceramente, quando mi sono iscritto, non pensavo che editori si facessero avanti nel cercare materia prima per pubblicazioni, visti i racconti disastrosi che girano per tutta la rete riguardo esordi onerosi.
Ma, tra gente d'esperienza (cantina, lucabaldelli, arzy, imbrattacarte e spero di non aver dimenticato altri) e professionisti del campo ho potuto arricchire il mio bagaglio culturale di esperienze molto pragmatiche e lontane dall'illusione!!!
Sto scrivendo un romanzo e l'idea di vedere una collaborazione (in fase editing) autore/editor volta alla crescita e non al clamore che portaalsoldofacile è una cosa da amor cortese.
Non dico che mi stia illudendo sulla possibilità futura di pubblicare, ma leggere di editori, piccoli, che cercano di raggiungere l'ideale sognato, tra resi, librerie che non chiedono altre copie di libri esauriti, mi rende molto positivo e mi sprona ad andare avanti per questa strada!
Basquiat: solo un imbocca il lupo!!!

Inviato: 2005/2/17 9:03
_________________
Non ho scelto la ragazza più bella, nemmeno quella più sexy o intelligente.
Ho scelto la ragazza che rideva più delle altre.
Che rideva con me.
E me la sono sposata.

E.Z.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/2 15:44
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 503
Livello : 20; EXP : 71
HP : 0 / 492
MP : 167 / 21771
Offline
Grazie Zerodue di avermi tra gli esperti, ma anch'io come te sto facendomi esperienza grazie a Ozoz e a una serie di fortunati incontri (ringrazio tutti). Scrivo infatti da soli tre anni (pensa Basquiat come virgolerò bene tra trent'anni, se già ora virgolo così!).
Anch'io, come te Zerodue, sono felice che Ozoz decolli verso una maturità che all'inizio, quando mi sono iscritto, mi sembrava mancare ma... era solo nascosta!
Naturalmente Franznet e Basquiat hanno portato il fuoco editoriale che mancava: hanno chiarito, spiegato, ci hanno rincuorato. Luca Baldelli ha un grande merito perchè il suo esempio ci ha spronato e perchè ha trovato il tempo di dialogare (ma avete visto le ore di partenza dei suoi messaggi?).
Quindi caro Zerodue, grazie a tutti e grazie a te.
Io spero che il dialogo che si è acceso in questi ultimi tempi prosegua senza le spiacevoli "scazzottature" passate.
La mail costringe ad essere brevi e la brevità può passare per perentorietà: se potessimo parlare guardandoci in faccia sarebbe tutto più facile (io a te ti guardo in faccia, ma tu a me no perchè a me mi piace di più non farti sapere che faccia ho ) per cui cerchiamo di comprenderci!
Ci sono tante esperienze che ci possiamo scambiare e che possono essere utili.
Chiudo rigirando la frittata e facendo una domanda a Basquiat. Quanto è importante, per un piccolo editore, la linea editoriale? E come la sceglie?
Domanda da 100 milioni (di euro!), perchè forse sta qui il motivo del successo (o no? )

Inviato: 2005/2/17 10:09
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/7 10:44
Da Bergamo
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 374
Livello : 18; EXP : 3
HP : 0 / 425
MP : 124 / 19211
Offline
Nulla imbrattacarte, ma da come scrivi, ne sai di cose!
Una cosa, visto che volevo parlare un attimo con te e chiudo subito: hai scritto in un post precedente riferendoti ad un noto best seller deplorando lo scempio ai danni del signor Da Vinci: che sia commerciale ok, che sfrutti teorie e nozioni che non ha elaborato lui ok, ma non è un saggio è un romanzo ed il romanzo in quanto tale può sparare teorie assurde, inquietanti, misteriose perchè il suo succo è la fantasia e per elaborare tutti quegli incastri ce ne vuole.
Scusa, ma è il genere di romanzo che m'intriga e secondo me ha meritato questo successo.

Disponibile a continuare in PM.

Ciao e grazie del grazie!

Inviato: 2005/2/17 10:21
_________________
Non ho scelto la ragazza più bella, nemmeno quella più sexy o intelligente.
Ho scelto la ragazza che rideva più delle altre.
Che rideva con me.
E me la sono sposata.

E.Z.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6530
Offline
Zerodue, per quanto mi sia simpatico come animale,
crepi il lupo! Sai, quando un anno fa mi misi in testa di diventare editore-scrittore, era solo per un motivo: perchè, dopo dieci anni di esperienza nell'ambiente, con libri e articoli e pubblicazioni varie,
mi ero stancato di vedere bocciati "a priori" alcuni miei progetti, solo perchè fuori dai canoni imperanti.
Ti dirò di più (al solito, so che sono molto didascalico, ma mi piace sempre parlare per esempi e non per teoremi):
il mio romanzo venne letto da Mondadori, e passò tutta le letture, fino ad arrivare ad un editor "minore", il quale mi scrisse che, per portare il romanzo alla pubblicazione, avrei dovuto renderlo meno originale, meno sperimentale, meno poetico. "Devi togliere tutta la poesia dal libro". Ovviamente ho rifiutato.

Con questo voglio dire che, insomma, un giovane editore -se non ha Santi in Paradiso- difficilmente può emergere. E lo fa solo se da un lato trova autori che vogliano mettersi in gioco e che vogliano cementare e portare avanti idee nuove, e dall'altro ha il coraggio di rischiare.
(Beh, naturalmente la fortuna, poi, ha una parte predominante).
Naturalmente, ci sono anche delle regole, dei canoni che vanno comunque rispettati, non è che poi si fa qualsiasi cosa. Però, coerenza, apurtura al dialogo, e al rischio.

E... incrociamo le dita...

Inviato: 2005/2/17 11:53
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/2/12 8:12
Da Roma.
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 66
Livello : 7; EXP : 2
HP : 0 / 150
MP : 22 / 6530
Offline
La linea editoriale? Mh, bella domanda.
Me la fanno tutti e non so mai come rispondere...

Intanto, ecco, la mia linea editoriale è
non ingabbiarsi in una linea editoriale.
Sì, ingabbiarsi, perchè se si inizia a ragionare in base
a norme che ci si è dati, si corre spesso il rischio di autolimitarsi, e magari di perdere qualcosa di bello.

Naturalmente, le linee sono quelle classiche: narrativa (giovani e "big" ), poesia (idem), saggistica. Ma in più, una cosa di cui siamo fieri, e che ci ha portato grossi risultati, è stata la scelta di una linea editoriale dove si mischiassero altre linee: interazione, tra le arti.
All'interno di ogni "ramo", poi bisogna scegliere che impostazione darsi. So che bisognerebbe essere scrupolosi, e qui dovrei fornire tutti gli studi ed i calcoli che abbiamo fatto in lunghi mesi.

Ma mi piace racchiudere i motivi delle nostre scelte in una frase: il bello è oggettivo. Perchè così è.

Saluti...

Inviato: 2005/2/17 12:00
_________________
Azimut, are you... READ?

www.azimutlibri.com
blog! www.azimutlibri.splinder.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Quite a regular
Iscritto il:
2003/8/26 6:56
Da Vicenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 146
Livello : 11; EXP : 13
HP : 0 / 253
MP : 48 / 12077
Offline
Arrivo anch'io, in ritardo e dall'alto della mia ignoranza, dopo aver letto con attenzione e trepidazione... mi associo a Zerodue per in bocca al lupo e quant'altro.

Ringrazio Ozoz e Basquiat, così come altri già citati, per il ponte meraviglioso che unisce sogni e realtà, avvicinando due mondi (autori/editori) che hanno bisogno gli uni degli altri e che, pure, si avvicinano di rado.

Seguirò con interesse questi dibattiti, dall'ombra dell'avido imparare che, per ora, mi tiene lontana dal contribuire con esperienze che possano essere utili.

Al momento mi limito ad arrampicarmi sugli scaffali delle librerie, in cerca di quei libriccini timidi e sconosciuti, così lontani rispetto ai ripiani accessibili dei titoli più in voga!

Inviato: 2005/2/21 11:00
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La piccola editoria.
Quite a regular
Iscritto il:
2003/8/26 6:56
Da Vicenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 146
Livello : 11; EXP : 13
HP : 0 / 253
MP : 48 / 12077
Offline
DIMENTICAVO!!!
dato lo spessore d'intervento... non si potrebbe omaggiare di una stellina il buon Basquiat??

o passo troppo da ruffiana?!

Inviato: 2005/2/21 11:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti582681
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 57 utente(i) online (35 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 57

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 5
Ieri: 92
Totale: 6344
Ultimi: Mazie62208

Utenti Online:
Ospiti : 57
Membri : 0
Totale: 57
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it