logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




[Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/6/3 9:45
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 182
Livello : 12; EXP : 54
HP : 0 / 288
MP : 60 / 13084
Offline
C’è questa oscillazione tra passato e presente che sembra voglia chiarire qualcosa: attenzione questa è una cronaca in differita di vita vissuta. Non abbastanza presente per essere un diario, non troppo passata per essere una memoria.«Faccio questo mestiere da quasi 10 anni. Da qualche tempo, però, nutrivo seri dubbi che potesse essere il genere di occupazione adatto a me».
Oscillazioni. Come quelle tra Emile e Giovanni o tra realtà e metafora. Il condimento di metafore caratterizza decisamente questa prima parte del romanzo:
«Un insieme di giorni simili a una risma di carta mai usata. Trecentosessantacinque pagine ancora imballate. Il cellophane: il mio fidanzato Giovanni, porto sicuro al riparo dalle tempeste della vita».
Le pagine sono animate da “stracci isterici”, “mastini da borsa ringhianti” ed “esperti di elettronica coprofili” (i miei preferiti), elementi divertenti e originali che aiutano a ricostruire il profilo complesso e controverso (oscillatorio?) della protagonista.

Inviato: 2004/11/8 16:23
_________________
"La terra emana una vibrazione
Là nel tuo cuore, e quello sei tu.
E se la gente pensa che sai suonare
Ebbene, suonare devi, per tutta la vita."
E.L. Master
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Just popping in
Iscritto il:
2004/10/15 11:03
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 42
Livello : 5; EXP : 27
HP : 0 / 106
MP : 14 / 4733
Offline
Caro Jag, sapevo che questa lettura collettiva sarebbe stata una cosa interessante. Devo dire che la realtà supera le aspettative. Sei un lettore attento e sensibile. Probabilemente questo è anche dovuto al fatto che tu stesso scrivi. E' inutile nascondere che per chi scrive, i lettori come te, sono un sogno tramutato in realtà.
Mi pare di capire che sei arrivato all'incirca al primo quarto del libro. E' così, esattamente come dici tu. Infatti la ragione per cui la mia editrice mi ha pubblicata è quella di cui parli. "La metafora è la tua cifra" mi disse, "la tua forza, quindi la personalità della tua scrittura". Non nascondo che questo possa anche essere un limite, lo è in effetti, avere un modo così riconducibile a certe cose come la metafora della psiche, quindi automaticamente anche quella onirica. E' una cosa alla quale mi sono avvicinata durante quattordici anni di lavoro in teatro (come regista e autore). Poi lessi la biografia di De Chirico che lavorava sulla metafora dei sogni. E' la mia strada, mi rendo conto che ad alcuni, quelli che non amano le metafore, la filosofia e magari neanche lo studio della psiche, bè, probabilmente, a loro, quello che scrivo non piace.
Grazie Jag di avere centrato il punto con grande semplicità.
Le metafore aumentano via via che il racconto procede, fino a diventare pure metafora, quindi azioni tra sogno e realtà. Diventa una vera passeggiata nella psiche e nel cuore. L'incontro del proprio personale disagio con quello altrui.
Grazie di nuovo Jag, aspetto trepidante altre tue impressioni.
Faustina

Inviato: 2004/11/9 6:52
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 44342
Offline
Mi sono chiesto a lungo come commentare questi primi sei capitoli.
Ho letto già il libro.
Ma sono andato a rileggerli.

"In quel momento mi svegliai".
"Ci sono tre cose che devo dire su di me: ...".
"Mio padre faceva lo stesso. Mi spiava mentre...".
"La passione non è poi una cosa...".
"Una cosa mi colpì, ricordava perfettamente...".
"Aveva ragione mio padre,..."

Mi ha aggredito la presentazione che la protagonista fa di sè, aggredito e disarmato.
Una descrizione che nei primi capitoli ha la cadenza, la chiarezza di un autoritratto truccato.
Perplesso leggevo tra le righe un odore metallico, un ingranaggio perfetto, la malattia padrona della scena recitare il monologo di una persona
viva.

Impressionante.

Perchè il dubbio che psicologismi freudiani potessero inghiottire ironia e colori familiari, certe confessioni nude e compite,
la cura, impossibile, non fosse che il nemico cui negarsi, l'uomo da cui distinguersi,
incudine martello tutto nelle mani
a reggere i medesimi colpi
il dubbio che il tessuto della scrittura avrebbe ceduto
a un vigore sì costante e misurato
che l'allusione ai simboli del desiderio e della negazione del desiderio
potrebbe vestire di marcia, marcia e rigore,
disciolta insieme alle gocce nel sangue
silenzio indossato dalle parole.

Un dubbio da cui mi separava
la conduzione di oscillazioni meno ripide ma più gentili
quelle dei movimenti del corpo nello spazio
rivelazione
di una sincerità nuda
oltre la confessione
mercante.

Manu dice dice e mette gli accenti dove vuole e il suo personaggio
ruota
sull'asse
con misura di un tempo
fissato alla spiegazione, alla motivazione, alla rassegnazione
che lei sa, tutto sa di sè
quello che ha e che la dice
che la conclude
quel che non ha e la tace
che la minaccia
manu come un assioma
manu come bugiarda

ma il corpo sa tutto dice yoshimoto in altre colline

e la penna pudica
sa proferire sin dalle prime pagine
dov'è la metafora
onesta della lirica
come
si posa il piede
dove
cadrà l'inganno

il corpo sa tutto
in sei capitoli qualche tratto
basta
a fidarsi di lui.

A.






Inviato: 2004/11/15 23:52
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Home away from home
Iscritto il:
2004/7/3 15:40
Da dove sorge sempre il sole
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 969
Livello : 27; EXP : 63
HP : 0 / 665
MP : 323 / 30020
Offline
"...Questi tre contrassegni sono come parole d'ordine che mettono in funzione i detonatori della mia paranoia.
Come è ovvio in genere faccio di tutto perchè nulla e nessuno inneschi l'ordigno.
E' una fatica immane, e a volte, purtroppo, la faccenda mi sfugge completamente di mano."

Il romanzo è carico di immagini materiali che richiamano sensazioni, emozioni e turbamenti. Si ha un impatto visivo, molto forte, di qualcosa che non è immediato e reale.
Questa è l'impressione che ho avuto: il mondo materiale che si presta a spiegare, a nascondere e a svelare molto lentamente un mondo interiore molto complesso.
Confermo che andando avanti metafore e oscillazioni aumentano.

Sonia

Inviato: 2004/11/17 0:08
_________________
«Tutto triste, il camaleonte si rese conto che,
per conoscere il suo vero colore,
doveva posarsi sul vuoto.»
~ Alejandro Jodorowsky ~
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/21 20:10
Da Veneto
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 2896
Livello : 42; EXP : 48
HP : 0 / 1037
MP : 965 / 48887
Offline
Che posso dire io? Sinceramente, quando leggo di slinguazzamenti, di gente che va a letto mettendo le corna a qualcun altro eccetera eccetera, tendo a chiudere il libro e a dirgli ciao ciao.
Xò Pied-à-terre sto continuando a leggerlo. Sai xché? Xché mi sto divertendo tantissimo. Leopoldo mi ha fatto ridere come un matto, x non parlare di tutte le situazioni in cui si trova lei dopo la "tragedia".
Mi prende, mi prende...

Inviato: 2004/11/17 7:15
_________________
Un uomo saggio disse una volta: "Quando arrivi all'ultima pagina, chiudi il libro".
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Just popping in
Iscritto il:
2004/10/15 11:03
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 42
Livello : 5; EXP : 27
HP : 0 / 106
MP : 14 / 4733
Offline
Ragassi, ma con queste recensioni mandiamo i giornalisti a spasso. Sul serio, non scherzo. E' bellissimo leggervi, per ora ascolto. Quando vorrete farmi domande io son qui . Senti, the Jag, posso invitarti alla presentazione con Crepet? Ci terrei di conoscerti, e magari coinvolgerti nell'orazione collettina, che ne dici?
Faustine

Inviato: 2004/11/18 8:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Pied a terre: cap. 1-6] oscillazioni e metafore
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/6/3 9:45
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 182
Livello : 12; EXP : 54
HP : 0 / 288
MP : 60 / 13084
Offline
Uao Faustina, grazie! Devo dire che stavo già cercando di organizzarmi per esserci.
Purtroppo non sarà facile e non posso assicurarti la cosa con adeguato anticipo. L'orario è al limite delle mie possibilità in questo periodo però, dopo questo invito, mi impegnerò al massimo.
Orazione collettiva?

Ne approfitto anche per ringraziarti dei tuoi commenti ai nostri commenti Fa piacere scambiare idee e impressioni con l'autore durante la lettura (un pò le letture incrociate su larga scala), e sarà ancora più interessante farlo a conclusione del libro (ho già un pò di domande al riguarda )

Inviato: 2004/11/18 9:02
_________________
"La terra emana una vibrazione
Là nel tuo cuore, e quello sei tu.
E se la gente pensa che sai suonare
Ebbene, suonare devi, per tutta la vita."
E.L. Master
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti576545
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 71 utente(i) online (40 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 71

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 5
Ieri: 79
Totale: 6200
Ultimi: Virgie75S1

Utenti Online:
Ospiti : 71
Membri : 0
Totale: 71
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it