logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




[Arancia Meccanica: Parte 3, Cap.4] cosa significa "arancia meccanica"?
Daniela
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 2650
Livello : 41; EXP : 11
HP : 0 / 1002
MP : 883 / 49582
Offline
"UN TITOLO BEN STRONZO. CHI HA MAI SENTITO PARLARE DI UN'ARANCIA A OROLOGERIA?"

diceva Alex nella prima parte del libro. Destino beffardo che proprio lui si sia trasformato in un'arancia meccanica!
In un essere che non è più umano perché ha perso la facoltà di scegliere, scegliere fra il bene e il male.
Alex sceglieva il male perché così gli piaceva. Aveva una scelta e se ne serviva. Ora non può più scegliere, è come una macchina capace solo di fare il bene, non perché lo abbia scelto, ma perché vi è costretto.

Siamo liberi di scegliere ed è questo il nostro potere, la nostra forza, la nostra umanità.

Inviato: 2004/10/24 17:26
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Arancia Meccanica: Parte 3, Cap.4] cosa significa "arancia meccanica"?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/6/3 9:45
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 182
Livello : 12; EXP : 54
HP : 0 / 288
MP : 60 / 13093
Offline
In effetti credo sia questa la "morale" proposta dall'autore che la evidenzia anche in un'intervista che c'è sulla mia edizione (voi l'avete?).
Però non sono del tutto d'accordo. Nessuno è mai totalmente libero di scegliere, non lo era la donna violentata, o lo scrittore picchiato o la vecchietta uccisa come non lo era più Alex. In realtà l'accettare di vivere in una società è di per sè l'accettazione a limitare la propria libertà non per questo mi sento meno umano.
Eppure nel leggere il libro mi sono sentito molto più male per l'Alex "meccanizzato" che per le sue vittime maltrattate. Il processo di immedesimazione a mio avviso è perfetto, brillante ed è necessario uscirne (con non poca fatica) per ricordarsi quello che è Alex e che alla fine torna libero si ma di fare del male.

Inviato: 2004/10/25 12:47
_________________
"La terra emana una vibrazione
Là nel tuo cuore, e quello sei tu.
E se la gente pensa che sai suonare
Ebbene, suonare devi, per tutta la vita."
E.L. Master
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Arancia Meccanica: Parte 3, Cap.4] cosa significa "arancia meccanica"?
Daniela
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 2650
Livello : 41; EXP : 11
HP : 0 / 1002
MP : 883 / 49582
Offline
E' vero che la libertà è limitata dallo stesso Patto Sociale per necessità di cose (la mia libertà finisce dove inizia quella altrui). Quando aderiamo al patto sociale però facciamo una scelta, ne accettiamo le conseguenze e ci assoggettiamo alle sue regole.
Se poi vivessimo sotto una dittatura la nostra libertà e i nostri diritti verrebbero annullati, tutti eccetto uno: la libertà di pensare nel segreto della nostra coscienza. Questa libertà è insopprimibile, persino uno schiavo è libero nella sua coscienza. A questo proposito ricordo il libro di Junger Eumeswill, in cui sotto la dittatura del Condor è possibile l'esistenza di una figura come l'Anarca che vive in mezzo agli altri mimetizzato, infiltrato, visibilmente oppresso ma segretamente libero, covando dentro di sè la ribellione al sistema.
In Arancia Meccanica invece Alex è privato proprio di questa libertà, egli non solo non può fare del male, ma non può neppure liberamente pensare al male.


p.s. nella mia versione niente intervista
ci fai un piccolo riassuntino

Inviato: 2004/10/27 8:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: [Arancia Meccanica: Parte 3, Cap.4] cosa significa "arancia meccanica"?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/6/3 9:45
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 182
Livello : 12; EXP : 54
HP : 0 / 288
MP : 60 / 13093
Offline
come sempre la tua risposta va al nocciolo della questione. In principio pensavo infatti che "il lavaggio del cervello" fosse una estremizzazione di Brugess per dimostrare il suo teorema sull'essere liberi. In realtà era una vera e propria critica a questa pratica che sembra fosse stata proposta alla fine degli anni 50 per risolvere il problema della criminalità. Devo quindi concordare con te che stiamo parlando di due "privazioni di libertà" molto diverse (resta il fatto che il patto sociale non si sceglie ma è imposto dalla nascita, al più puoi decidere di uscirne dopo ma questa è un'altra storia).
Per il sunto dell'intervista provvederò al più presto. Tra l'altro c'è anche un'intervista a Kubrick che vale la pena leggere.
Tra le altre cose ho scoperto che la scena dello stupro in casa dello scrittore è autobiografica, e che la prima edizione del libro non aveva il 21° capitolo per scelta dell'editore e che su questa è basato il film.

Inviato: 2004/10/27 12:43
_________________
"La terra emana una vibrazione
Là nel tuo cuore, e quello sei tu.
E se la gente pensa che sai suonare
Ebbene, suonare devi, per tutta la vita."
E.L. Master
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti14107590
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 56 utente(i) online (36 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 56

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 14
Ieri: 144
Totale: 6235
Ultimi: DyanReade

Utenti Online:
Ospiti : 56
Membri : 0
Totale: 56
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it