logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3)

Re: Ebook o cartaceo, amazon o libraio di fiducia, twitter sì/no: qual è il futuro dell'editoria?
Just popping in
Iscritto il:
2012/8/4 18:37
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3
Livello : 1; EXP : 10
HP : 0 / 2
MP : 1 / 17
Offline
E' si oggi la notizia che in Inghilterra la vendita di ebook ha superato i cartacei, e questo è avvenuto in soli due anni! (fonte: la Repubblica).
Da noi, in Italia, credo che la situazione sia ancora differente, la notizia però fa riflettere, il processo è ormai avviato e sicuramente progredirà anche qui.
Personalmente penso che l'ebook dovrebbe avere una forma editoriale e di contenuti totalmente differente dal cartaceo, il nuovo supporto deve generare una nuova forma espressiva.
Con un lettore dedicato la fruizione di un ebook, è addirittura più semplice che per un cartaceo; il limite maggiore è purtroppo, negli ebook a pagamento, la protezione elettronica per cui in realtà si acquista una "licenza di lettura" e non si ha la vera proprietà del libro.

Inviato: 2012/8/6 12:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ebook o cartaceo, amazon o libraio di fiducia, twitter sì/no: qual è il futuro dell'editoria?
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7250
Offline
attenzione!!! questo genere di NOTIZIE fa molta leva sulla PIGRIZIA giornalistica per creare messaggi di marketing virale

infatti i numeri possono essere manipolati ad uso e consumo di chi ha interesse a creare clamore intorno agli ebook a pagamento

i dati di vendita confrontati possono anche essere reali e precisi ed effettivi, ma questo non elimina la possibilità di manipolazione (tanto chi controlla? l'articolista che pur di riempire lo spazio sulla rivista o sul quotidiano o nella necessità di fare il servizio, ruba spesso a man bassa dai blog - già successo molte volte)

ad esempio, per dare una FALSA sensazione di crescita delle DAZIONI DI DANARO agli ebook a pagamento, si possono prendere artatamente le vendite delle edizioni di lusso cartacee (che costituiranno una minima parte dei milioni dilibri che si vendono) e confrontarle con le concessioni di licenze di accesso agli ebook a pagamento (anche qui si può barare conteggiando le licenze concesse a zero euro come per gli ebook di pubblico dominio ma distribuiti tramite dispositivi proprietari)

d'altra parte, se davvero ci fosse il boom degli ebook a pagamento (che non c'è) invece del FLOP con sempre più gente (che tardi si sveglia, ma quando si sveglia...) infuriata perché credeva di comprare un LIBRO non una licenza d'accesso che spesso tenta di impedirgli addirittura la stampa, perché google avrebbe chiuso il forum dedicato ai clienti del suo servizio google ebooks (quelli a pagamento). c'erano troppe lamentele e io me lo ricordo bene, con persone che in massa richiedevano il rimborso di quanto versato

sono cose che sono assimilabili all'insider trading di borsa, con azionimirate per far credere che l'ebook a pagamento stia prendendo piede invece del contrario (testimoniato da jonathan e molti altri)

è un meccanismo inconscio che si cerca di mettere in atto, del tipo :

"uh, tu vedere che ebook a pagamento tutti comprare? solo noi cavernicoli comprare libro vero che essere nostro in saecula saeculorum, che potere regalare, che potere fare ciò che volere, che potere donare e fare bella fugura. Uh, noi antiqui, noi fuori moda, noi ora essere in moda e rinunziare a possedere ciò che comprare per conferire nostra pecunia ad ebookisti a pagamento"

tentando di far *vergognare* chi compra i libri veri per portarli sull'altra sponda

a proposito, Jonathan, uno dei tuoi libri ha una bellissima copertina (un portolano) ed è sicuramente un oggetto che a regalarlo farebbe un figurone (mentre un ebook a pagamento uno non si sognerebbe mai di regalarlo, dato che ci farebbe una figura meschina)

infatti è per questo che si comporano i libri, la confezione, se fossero testo miserabilmente formattato, come negli ebook as pagamento, chi mai li vorrebbe? e infatti nessuno li vuole, così debbono far credere il contrario nella illusione di tirare la corda ancora un po'

Inviato: 2012/8/6 12:29
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ebook o cartaceo, amazon o libraio di fiducia, twitter sì/no: qual è il futuro dell'editoria?
Just popping in
Iscritto il:
2012/8/4 18:37
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3
Livello : 1; EXP : 10
HP : 0 / 2
MP : 1 / 17
Offline
Armandillo, sono sostanzialmente concorde su quanto hai scritto.
Tra l'altro rileggendo oggi la stessa notizia sul Corriere, emerge il dato che questo decantato sorpasso si riferisce solo alle vendite di Amazoon, che per quanto importanti non possono rappresentare certo tutto il mercato!
Grazie per il complimento alla copertina del mio ultimo libro; non lo vedrei proprio in ebook, anche se nel contratto l'editore si è voluto riservare il diritto di publicarlo in questo formato.
Penso però che il fenomeno non sia affatto da sottovalutare, io come fruitore ho tanti ebook, naturalmente gratuiti, nel mio erader!

Inviato: 2012/8/7 12:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ebook o cartaceo, amazon o libraio di fiducia, twitter sì/no: qual è il futuro dell'editoria?
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7250
Offline
il *surrogato digitale* del libro è ottimo SE GRATUITO consentendo di SCORRERE le novità, ma per poter fruire DEGNAMENTE dei *surrogati digitali* (e non a caso uso il termine *surrogato* poiché il libro di carta racchiude una tecnologia sofisticatissima che parte dal design tipografico affinatosi nei secoli, per finire con le tecniche di legatura), è necessario che ogni tentativo di lucrare sulla vendita di licenze di accesso ai detti surrogati fallisca anzitempo

che accade infatti oggi? idealmente, i lettori digitali dovrebbero essere un rimpiazzo dello schermo del computer per poter visualizzare pdf, djvu, tiff, png ecc... ed altri formati tipici sia dei surrogati deilibri a stampa o delle scansioni dei libri di pubblico dominio

ora, però, siccome questi lettori in diversi casi sono prodotti da catene librarie, che li usano come mezzo per legare a sé gli utilizzatori, con l'intento di invogliarlo a spendere soldi per acquistare licenze di accesso ai contenuti del loro catalogo, ecco che sono dotati solo delle funzioni basilari e i formati di visualizzazione sono limitati (di base) a quelli presenti nel catalogo della suddetta catena libraria

infatti, su nessun lettore digitale oggi è possibile visualizzare soddisfacentemente i pdf di googlebooks ad esempio; conseguenza diretta dell'interesse commerciale che porta ad essere i lettori digitali un mero strumento per convincere il proprietario a divenire assiduo esborsatore di danaro

immaginiamo un mondo dove finalmente la si sia smesso di voler prezzare i surrogati digitali, e l'ebook a pagamento sia oramai un lontano ricordo

in questo scenario, i lettori digitali verrebbero sviluppati col più ampio supporto ad ogni genere di formato, poiché l'interesse del produttore sarebbe quello di venderne il più possibile e non quello di smerciare un prodotto sufficiente appena per formati poveri ed elementari come mobi, e-pub ecc... che non sono in grado di competere coi pdf formattati i quali soltanto possono riprodurre l'immagine di un libro come Dio comanda

ricordiamoci che certa bieca editoria si butta sull'ebook con un oscuro progetto in mente: cioè il poter SPADRONEGGIARE SUI PREZZI

infatti i libri veri li puoi trovare usati, ma in uno sventurato mondo solo di ebook a pagamento, cosa frenerebbe la tale casa dal DECUPLICARE il prezzo di una licenza di accesso? Niente: loro decidono come e quando accedi al file, ti impediscono in molti casi di poter scaricare quel file (legalmente hanno ragione giacché tu compri una licenza di accesso, non il file) e sempre loro ti impongono i prezzi che vogliono, è questo il cappio che preparano

Inviato: 2012/8/7 14:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ebook o cartaceo, amazon o libraio di fiducia, twitter sì/no: qual è il futuro dell'editoria?
Just popping in
Iscritto il:
2012/5/10 9:12
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 15
Livello : 2; EXP : 62
HP : 0 / 40
MP : 5 / 284
Offline
Devo ammettere che sono passata quasi definitivamente alla "sponda" eBook. È vero, dovrebbero abbassare i prezzi per essere più competitivi.

Non è solo una scelta pratica, ma anche ecologica. All'inizio non è così facile abituarsi, però ritengo sia la scelta migliore.

E comunque anche se non si vogliono spendere troppi soldi, di eBook gratis ne è pieno il web, anche sui siti dei venditori ufficiali di eBook e eReader, senza parlare dei forum ovviamente ;)

Inviato: 2012/10/24 10:26
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News002
Iscritti3419297
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 15 utente(i) online (7 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 15

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 34
Ieri: 48
Totale: 5177
Ultimi: VMacDonne

Utenti Online:
Ospiti : 15
Membri : 0
Totale: 15
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2014 OZoz.it - P.I. 02878050737