logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



(1) 2 3 4 »

fukushima
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48932
Offline
( premetto che essendo sprovvista temporaneamente di una televisione e di internet le mie informazioni potranno risultare non aggiornate )
Fukushima: se cerchi questo nome su google trovi immagini di ciliegi in fiore, viali alberati, e poi centrali nucleari che bruciano.
il mio primo pensiero va a quei tecnici che stanno cercando di spegnere i reattori, io, cercherei di salvarmi le chiappe allontanandomi il più possibile, non so, forse bisogna avere dei figli per capire come sia possibile rischiare la vita così per cercare di salvare il proprio paese.
il secondo pensiero è un po' più egoista e riguarda il fatto che forse la paura per il Giappone possa frenare un po' tutta quella bella politica propagandistica sul nucleare in Italia ( le pubblicità che trasmettevano in tv, il sito creato apposta per il dibattito sul nucleare, sono palesemente e schifosamente favorevolmente colpevoli, sembrano quelle pubblicità di automobili in cui i bambini ridono e la natura scoppia di gioia ), e che magari qualcuno ci pensi un po' su e si dica "ehi, ma se non ce la fanno i giapponesi con la loro tecnologia a tenere a bada una centrale, dovrebbe forse riuscirci la mafia italiana??"
beh, spero di aver lanciato uno spunto per un dibattito, rispondete numerosi!

senza

Inviato: 2011/3/15 12:23
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Home away from home
Iscritto il:
2007/3/15 9:39
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 526
Livello : 21; EXP : 14
HP : 0 / 503
MP : 175 / 18767
Offline
non avranno alcun problema a fare informazione ingannevole avvalendosi del fatto che la centrale esplosa in giappone è di vecchia generazione e che con le centrali di ultima generazione (ma che vuol dire poi? per realizzare una centrale passano 20 anni, il che significa che quando è pronta sarà già di vecchia generazione!) questo non accadrebbe perché sono molto più sicure... bah!

Inviato: 2011/3/15 15:14
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Webmaster
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 3661
Livello : 46; EXP : 25
HP : 226 / 1131
MP : 1220 / 55953
Offline
I governi che si sono succeduti negli ultimi decenni ha fatto di tutto per rendere il popolo italiano quanto più ignorante possibile. Un popolo ignorante è più facile da tenere al gioco, facendogli credere qualsiasi cosa.
Ma un ignorante teme ciò che non conosce, e sono poche le persone in grado di comprendere appieno tutti i benefici e i problemi dietro la tecnologia nucleare.
Ci hanno voluti ignoranti e hanno pensato che con un po' di pubblicità e di articoli di parte su qualche giornale servo del potere gli Italiani avrebbero accettato di avere una centrale nucleare sotto casa. Ma essendo ignoranti, basta un incidente dovuto chissà a quale problema per farci prendere dal terrore, senza neanche capirne le reali motivazioni.
Noi Italiani siamo ignoranti, ma sappiamo come va il mondo. E, come ha giustamente scritto Senza, non sarà facile togliere dalla mente l'idea: "se i Giapponesi si trovano in questi guai, figurati noi cosa avremmo combinato".

Inviato: 2011/3/15 17:58
_________________
Einodios: per viaggiare low cost!

Mondoconcorsi: corsi e concorsi di fotografia, grafica, teatro, moda e design, video, recitazione. Vieni a trovarci!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48932
Offline
_alessandro_ hai perfettamente ragione, una delle notizie di libero ( il sito ) era proprio questa e diceva esattamente questo.
ciò non toglie che la paura da sempre ha il risultato di chiudere nell'abituale le persone, di aumentare i sistemi di sicurezza ( e le centrali sono percepite, almeno parzialmente, come insicure ) il che equivale può o meno ad un irrigidimento nelle posizioni abituali. davanti alla paura il progresso ( se di progresso si può parlare, ed io direi proprio di no ) conta poco. del resto questo si collega direttamente al discorso di Ozoz, perché effettivamente la reazione di chiusura suscitata dalla paura è anche intendibile come conseguenza di ignoranza, se consideriamo che appunto l'ignoto fa sempre paura.

senza

Inviato: 2011/3/16 17:44
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48932
Offline
ho sentito bene o è stato rinviato il referendum per il nucleare?
a me sinceramente un periodo di riflessione non è mai servito ( anzitutto perché sono felicemente sposata nei miei sogni ), mi è bastato essere concepita durante Cernobyl, sentire mia mamma ripetermi per anni ( tra l'altro anche questa sera ) che non poteva darmi da mangiare verdura fresca ( e allora cosa mangiavo?? ) e lamentarsi in tutti i modi, mi è bastato ospitare un bambino di Cernobyl, ed il concetto mi è stato ribadito anche 3 anni fa da un gruppo di scout mie coetanee bielorusse.
ok ok, io sono particolarmente catastrofista e ho sempre pensato che il nucleare possa portare solo che guai, io non guardo l'aspetto energetico ( come se tra l'altro l'uranio non fosse in quantità finita, o come se non si potesse iniziare a sprecare un po' meno magari... ma dico sprecare meno sul serio, non dirlo e poi non fare niente come fate voi tutti ogni giorno ); ma al di là delle catastrofi varie il punto è e rimane quello: le scorie.
ecco, io ho le idee chiare, ma a tutti quelli che sono indecisi serve davvero un periodo di pausa? riguardo alla storia che il governo voglia davvero rifletterci un po' su poi... devo dire che ho visto fiction tedesche recitate meglio. questo è come la penso io: il governo, questo ma probabilmente anche il prossimo, deve fare il nucleare perché ha dei patti con altri paesi e degli interessi personali di guadagno nonché probabilmente delle mafie che spingono per fare le centrali. il momento di riflessione altro non sarebbe che un momento di 'dimenticazione', semplicemente perché dopo quello che sta succedendo in Giappone rischia troppo di vincere il no al nucleare. quindi aspettiamo, dimentichiamo il Giappone, e riparliamone quando abbiamo risolto la questione mandando l'euro col cellullare.

senza

Inviato: 2011/3/22 21:22
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/3/14 23:11
Da Pisa-Venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 245
Livello : 14; EXP : 63
HP : 0 / 340
MP : 81 / 14695
Offline
tra le varie conseguenze dell'incidente in giappone c'è anche la censura dei Simpson in svizzera (trattandosi di pennivendoli non si sa mai quanto ci sia di vero, ma non mi stupirei se qualche premuroso governante fosse arrivato a tanto)


http://www.corriere.it/esteri/11_marz ... 0-9d72-1f2c6c541e94.shtml

Inviato: 2011/3/24 19:19
_________________
Meglio essere un folle di propria iniziativa che un saggio a discrezione di un altro.
(F. Nietzsche)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/16 10:04
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 201
Livello : 13; EXP : 21
HP : 0 / 305
MP : 67 / 13757
Offline
Un rischio si può semplificare in probabilità dell'evento x gravità del danno.
Il nucleare tende ad essere caratterizzato da probabilità molto piccole, ma gravità elevatissime. Tanto da non poter essere gestite "umanamente". Come dice senza la gravità che un essere umano può sopportare è (di solito) limitata dalla perdita della sua vita ed in tal caso tende, legittimamente, a salvare le chiappe. Questo vuol dire che per come siamo fatti sopportiamo meglio di essere lentamente ma certamente avvelenati dal co2 (prob molto alta, ma gravità immediata minore) piuttosto che una fusione di un nocciolo che rende invivibile 100 kmq per 500mila anni e produce una stalagmite come quella di chernobyl che vivrà a perenne testimonianza della nostra stupidità 100 volte più a lungo delle piramidi.
Ma tant'è, siamo fatti così, non è secondo me questione di ignoranza, certe cose ce le sentiamo... Moriranno certamente più persone per il co2 del petrolio che il giappone userà al posto della centrale di fukushima, ma questo è più umano, è un trade off che continuiamo ad accettare, anche fumando una sigaretta. Se ci fosse ancora bisogno di capire a che cosa porta il fallout nucleare vi consiglio l'ottimo sito di elenafilatova.com, una bizzarra motoamazzone che periodicamente fa reportage nell'area di chernobyl, che, fra parentesi, avrebbe bisogno di soldi per una nuova copertura per il reattore ed il "piede di elefante" la bellissima scultura di plutonio che uccide chi arriva solo a guardarla...
Un saluto a tutti, buona abbronzatura "atomica"...
Giu

Inviato: 2011/3/25 8:53
_________________
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io
avrò cura di te...
(F.Battiato - La cura)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Webmaster
Iscritto il:
2003/1/11 18:31
Gruppo:
webmaster
Messaggi: 3661
Livello : 46; EXP : 25
HP : 226 / 1131
MP : 1220 / 55953
Offline
Ciao Giudil! Lieto di rileggerti

Non concordo su questa tua affermazione:

Citazione:
Moriranno certamente più persone per il co2 del petrolio che il giappone userà al posto della centrale di fukushima, ma questo è più umano, è un trade off che continuiamo ad accettare, anche fumando una sigaretta.


Quando si parla di nucleare spesso si pensa che questa tecnologia sia pulita, cioè ad emissioni zero di CO2.
Un reattore nucleare di sicuro non emette molta CO2 nell'atmosfera, ma limitarsi a questo sarebbe come dire che anche il petrolio non uccide, dal momento che nessuno è mai morto subito dopo aver respirato un po' di aria inquinata.
La quantità di CO2 immessa nell'atmosfera oltre ad essere uno dei molti parametri da controllare va anche vista nel corso di tutto il ciclo produttivo. Non è facile estrarre Uranio. Il processo è molto inquinante e richiede una grande quantità di energia. Considera poi tutti gli sventramenti di montagne necessari per lo stoccaggio delle scorie.
Chiaramente il petrolio inquina più del nucleare, ma ci sono alternative molto meno inquinanti di entrambi.

Inviato: 2011/3/25 17:31
_________________
Einodios: per viaggiare low cost!

Mondoconcorsi: corsi e concorsi di fotografia, grafica, teatro, moda e design, video, recitazione. Vieni a trovarci!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/16 10:04
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 201
Livello : 13; EXP : 21
HP : 0 / 305
MP : 67 / 13757
Offline
Ciao ozMaurizio, :) un piacere per me ritrovare questo bel sito sempre così vivo e stimolante.
Io invece concordo con te. Anzi seguendo il tuo ragionamento ti aggiungo che ci sono altri elementi di "esternalità" del nucleare che non vengono mai citati, come ad esempio l'enorme quantità di acqua che si usa per raffreddare e poi viene reimmessa nel suo ciclo (fiume, mare ecc.) ma consumata e scaldata di conseguenza. In Francia le centrali producono continuamente vere e proprie nuvole e d'estate devono limitare la capacità produttiva per non seccare troppo i fiumi e non uccidere la fauna o creare infezioni di batteri ed altre amenità del genere.
Però la mia riflessione era un'altra, sulla natura umana, e cioè sul fatto che per come siamo fatti preferiamo fra due mali quello più probabile ma meno grave (come l'inquinamento da petrolio) che quello meno probabile e/o meno frequente ma più letale (come una fuga radioattiva). Perchè poi il conto vero di che cosa sia meglio o peggio è molto difficile farlo (c'è chi è pronto a dimostrarti che per produrre con l'eolico o con il fotovoltaico la stessa qtà di energia di una centrale nucleare dovresti coprire la terra di pale e pannelli.
Io sinceramente preferisco senza (nucleare dico, non la 'senza' che ancora imperversa su oz :) ), il nucleare mi sembra qualcosa che, soprattutto in Italia, non abbiamo ancora né la maturità né la tecnologia per gestire (e le autopompe ed i lanci d'acqua dei giapponesi, la reticenza e l'ipotesi di un sarcofago esattamente uguale a quello di Chernobyl di 25 anni fa me lo dimostrano ampiamente).
Rendere offlimit una fetta di territorio per 500mila anni mi sembra una vera e propria bestemmia, un atto che va oltre e contro la stessa nostra natura.
A presto,
Giu

Inviato: 2011/3/26 23:28
_________________
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io
avrò cura di te...
(F.Battiato - La cura)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: fukushima
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48932
Offline
il problema è questo, che la scelta oggi sembra dover per forza ricadere o sul petrolio ( che però piano piano ci accorgiamo che sta finendo ) o sul nucleare, perché le fonti di energia pulita sono percepite, chissà perché, come qualcosa che non può assolvere il compito di produrre tutta l'energia di cui abbiamo bisogno. l'idea che per salvare la Terra forse basterebbe eliminare qualche spreco, chessò, sistemare le luci di Natale per le strade una settimana dopo del solito non ci sfiora nemmeno, se no i poveri compratori di novembre guarderebbero queste vie buie esclamando "che busa!" ( = che tristezza ) e comprerebbero qualcosa in meno.
per me il punto non si pone nemmeno, il petrolio e il nucleare inquinano tantissimo entrambi, fanno male alla salute e creano devastazioni permamenti nell'ambiente e anzi nell'intero pianeta, non credo che l'uomo abbia il diritto di fare cose del genere.

al di là del fatto che mi spaventa uguale che le centrali italiane vengano fatte in Russia quanto in Turchia, purtroppo una delle possibili sedi sarà Chioggia, ora se voi prendete la cartina del Veneto e guardate dov'è Chioggia vi accorgerete che è proprio sulla laguna di Venezia, un'ecosistema unico al mondo che sta venendo letteralmente distrutto dalla costruzione del Mose che ha già cambiato le correnti ( quindi forse si scaveranno altri canali ) e la probabile galleria subacquea che faranno per collegare città e aeroporto ( come se fosse utile per i cittadini ) nonché naturalmente il petrolchimico di Marghera che guarda proprio in laguna. costruire una centrale sulla laguna è veramente un atto da irresponsabili, che rovinerà completamente questo posto compromettendo le specie che ci vivono e vivono solo qui

Giudil: il sito che hai segnalato era davvero interessante, l'ho guardato dall'inizio alla fine e al di là che lei è un po' pazza ho trovato nella loro bruttezza quelle foto davvero toccanti.

senza

Inviato: 2011/3/28 10:13
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti38131668
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 77 utente(i) online (43 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 77

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 38
Ieri: 183
Totale: 6328
Ultimi: CassandraT

Utenti Online:
Ospiti : 77
Membri : 0
Totale: 77
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it