logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 3 (4) 5 6 7 »

Re: AAA romanzo offresi
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 35050
Offline
Ciao Remo Che piacere rileggerti! E' molto interessante il tuo intervento.


Citazione:

LucaBaldelli ha scritto:
- ci sono libri di grandi autori (Chandler, Montalban) con errori logici. Se pensate di essere infallibili e di non avere bisogno di altri occhi, scusate, son sincero, non andrete da nessuna parte.


Benvenuto nel mondo degli esordienti italiani, dove so' tutti nati imparati.
Ma il karma mieterà le sue vittime: chi cerca di entrare nel mondo dell'editoria con una mentalità del genere, non pubblicherà mai nulla di importante, non potrà mai ambire a diventare un professionista e passerà la vita a piangersi addosso perché gli editori so' tutti cattivi mentre sua zia materna, che ha letto il manoscritto e ha pianto tanto, gli ha detto che è già bellissimo così.

Inviato: 2007/9/1 12:42
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/5/30 7:04
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 230
Livello : 14; EXP : 17
HP : 0 / 329
MP : 76 / 8828
Offline
Citazione:
ho nomi e cognomi di scrittori che hanno venduto meno di 1000 copie (anche molto meno) pubblicando con Sironi o Fernandel e che poi sono passati alla grande editoria.


Beh ma Sironi e Fernandel sono case medio-grandi, che spesso si vedono anche in Libreria, lo stesso vale per Minimum Fax,sono quelle poche piccole che hanno un organizzazione da grandi.Pubblicare con questi è chiaro che è un buon lasciapassare per fare carriera,perchè ogni tanto in libreria queste case ci arrivano e un po' di promozione la fanno. Io mi riferivo al 99% delle altre case che stampano 500-1000 copie e nessuno sa dove finiscano,sono libri disponibili on line e basta, promozione nulla, andiamo a pescare autori che han fatto carriera cominciando da queste case,che in libreria non arrivano neanche per sbaglio e mi sa che non ne troviamo neanche uno.Uno può vendere relativamente poco anche pubblicando con Einaudi,non è quello il discorso,è che ottieni comunque visibilità e crediti che gioveranno alla tua carriera.
Sironi,Fernandel,MF fanno parte di quelle 10-12 case che in Italia ogni tanto in libreria appaiono,ma partecipano al monopolio quanto Mondadori,perchè io ne vorrei vedere altre 50 di case così e invece son sempre gli stessi che saturano il mercato e tolgono spazio a tutte le alternative.In Italia praticamente se non piaci a quelle 10 persone che selezionano sei spacciato come scrittore,non mi sembra molto bello.

Citazione:
Benvenuto nel mondo degli esordienti italiani, dove so' tutti nati imparati.


Nessuno qui credo si reputi uno scrittore fatto,io stesso ritengo di avere ancora molto da imparare,si discuteva semplicemente sul fatto che le scelte editoriali dlle case,editing compresi,spesso seguono criteri commerciali e non artistici.
A te andrà bene questo sistema, a qualcun altro non piace, siamo artisti, ce ne freghiamo del marketing.
D'altronde quando dici che uno non è obbligato a pubblicare per forza e che nella vita può dedicarsi anche ad altro (tipo a fare il meccanico o l'avvocato magari, sono soddisfazioni in effetti) si comprende bene quanto sei distante dalla mentalità di un artista che nella propria opera riversa sudore,sogni,speranze e al quale non sta affatto bene di dedicarsi ad altro ed essere letto da quattro gatti perchè 10 persone decidono che per lui in libreria non ci deve essere spazio e poi pubblicano in migliaia di copie i libri di barzellette e di Faletti.

Inviato: 2007/9/2 10:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 35050
Offline
Sandoz, se uno è così "moralmente integro" da detestare le leggi del marketing (che, purtroppo o meno) dominano ogni mercato, non si accosta neppure al mondo dell'editoria tradizionale. C'è un mio carissimo amico che fa esattamente questo discorso: la logica della vendita e l'editing, per lui, non possono coesistere con l'arte e con la libera espressione. Infatti non si è mai rivolto a una casa editrice: pubblica su internet, spesso in work in progress, condividendo liberamente i suoi scritti. Opinabile o meno, è una scelta coerente. E ha anche la sua buona dose di lettori. L'importante è sapere bene cosa si vuole e muoversi in quella direzione. Se si cerca la pubblicazione con casa editrice, però, bisogna prepararsi a sottostare a determinate regole che nel mondo dell'editoria sono sempre esistite. Inutile farsi scudo con i casi eccezionali dei libri scandalo e dei best seller più commerciali; oltre a questa realtà, c'è un intero mondo editoriale con la sua onestà culturale su cui bisognerebbe informarsi prima di parlare. In libreria c'è il monopolio di Mondadori, ok; ma tu, personalmente, quanti libri di piccole o medie case editrici (magari di esordienti) hai comprato nell'ultimo anno? Io ne ho letti parecchi, e ti assicuro che non mi sono dovuta arrampicare sull'Everest per reperirli. Magari in libreria non si trovano, ok; e chissenefrega, siamo nel 2007, basta ordinarli (al negozio o su internet), oppure andare a una qualunque fiera del libro.

Se dici che oggi vengono promossi solo Faletti e i libri di barzellette hai ragione; ma questo è un altro discorso e riguarda la cultura del libro in Italia (oggi sempre più inconsistente). L'editing non c'entra niente. Prima di aspirare a diventare artisti, però, meglio farsi chiarezza su cosa significhi diventare professionisti. Il primo passo è essere umili e capire che, a questo mondo, c'è chi sa fare il nostro lavoro meglio di noi.

Inviato: 2007/9/2 14:25
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7088
Offline
L'editing non c'entra niente
e infatti nel libro di Faletti non c'è mai entrato Perché impresentabile era e impresentabile è rimasto. ho letto commenti in altri blog con accluse frasi dal libro... Veramente c'è da aver vergogna. è uno stile da prima elementare, assenza totale di periodi. frasi che se durano un rigo e sono rette da un verbo o due è gia troppo. veramente credo che il discrimine tra lo scrittore navigato e con doti innate (accresciute poi dall'esercizio) si veda nella capacità di formare dei periodi.


Inviato: 2007/9/2 15:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 35050
Offline
Sai qual è il bello, Armandillo? Se gli aspiranti scrittori impiegassero metà delle energie sprecate rodendosi d'invidia perché Faletti è famoso e loro no per imparare il mestiere di scrivere, nel mondo degli esordienti riecheggerebbero meno piagnistei sterili e il doppio di loro pubblicherebbe. Ma forse è meglio così: è quello che in natura si chiama "selezione naturale". Con permesso.

Inviato: 2007/9/2 17:24
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7088
Offline
Se gli aspiranti scrittori impiegassero metà delle energie sprecate rodendosi d'invidia
Beh, forse qualcuno si rode effettivamente, ma sbaglia assai, perché non c'è veramente nulla da invidiargli. lo stesso accade verso i politici, ma se uno pensa che un politico è tale perché inabile a qualsiasi lavoro manuale o di concetto, causa insufficienza costituzionale/incapacità mentale, allora rinsavirebbero e vedrebbero che i politici devono invidiare loro perché hanno un lavoro vero che si sono saputi conquistare con le loro qualità.
perché Faletti è famoso e loro no
eh, ma no può diventare anche famoso perché è l'uomo più puzzolente del mondo. la fama non è sinonimo di qualità positive. nel caso specifico, se Faletti non la smette diverrà famigerato e noto come uno dei più grandi incompetenti in materia di scrittura che siano mai vissuti in Italia e non credo che gli convenga, quando come comico-cabarettista una dignitosa notorietà ce l'aveva e che ora sta buttando alle ortiche. dice il Leopardi: il modo più certo per celare agli altri i confini della propria ignoranza è quello di non oltrepassarli e lui li ha più che oltrepassati
per imparare il mestiere di scrivere
cosa che Faletti dovrebbe fare per l'appunto. Vedi il danno di pubblicare gente come lui, è molto più grave di quanto appaia. la poesia in Italia è morta per causa di alcuni sconsiderati editori dei quali si può dire, con l'immortale Boileau:

un sot trouve toujours un plus sot qui l'admire

che qualcuno traduce così:

lo sciocco fatalmente trova ognora
qualcun di lui più sciocco che l'adora

questi editori, stampando opere di persone che nulla sapevano del verso, dela rima, del ritmo e né tantomeno erano capaci di pensare in versi, hanno dato un pessimo esempio alle giovani generazioni che infatti hanno cercato di copiare maldestramente dei testi già di per se maldestri. e la poesia è morta. ora forse vogliono far morire anche la prosa nello stesso modo...
nel mondo degli esordienti riecheggerebbero meno piagnistei sterili e il doppio di loro pubblicherebbe. Ma forse è meglio così: è quello che in natura si chiama "selezione naturale"

non c'è nulla di naurale nel pubblicare analfabeti letterari, ma solo meccanismi perversi che annienteranno ogni forma di cultura tra un po', cosa che a certe persone fa comodo. conviene che le genti non pensi e non ragioni a qualcuno... perché chi ben scrive bene ragiona e ragionando bene fa ragionare altrettanto bene coloro che lo leggono

Inviato: 2007/9/2 18:48
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/9/18 17:25
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 342
Livello : 17; EXP : 27
HP : 0 / 406
MP : 114 / 10544
Offline
Il fatto è che nel mondo degli aspiranti scrittori ci si prende troppo sul serio.
Scrivere sta a pubblicare come cantare sotto la doccia sta a incidere un cd.
Io quando canto sotto la doccia non penso alla Virgin Records: al limite alla mia vicina di casa.
Però sono rilassatissimo.

(considerazione estemporanea, non volevo disturbare la discussione)

Inviato: 2007/9/2 21:01
_________________
Io divido il mio tempo così: metà dormo e l'altra metà sogno.
S.Kierkegaard
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7088
Offline
Il fatto è che nel mondo degli aspiranti scrittori ci si prende troppo sul serio.
invece è proprio la serietà che manca. è tutto un continuo sminuirsi, una sequela di false modestie e questo atteggiamento non è positivo. Diceva Dante che l'uomo capace può andare orgoglioso delle sue capacità. se una cosa non ti riesce bene, non devi pensare ma sono un principiante devi adirarti con te stesso e vincere la difficoltà.

un passaggio non ti viene bene? ripensalo ( a mente) fin quando non lo trovi ideale. soprattutto nello scrivere come nel comporre io consiglio l'esercizio a mente. se avete un certo passaggio ben chiaro, potrete scrivere direttamente e il vostro diverrà un semplice lavoro di trascrizione.

quando ci si convincerà che scrivere è come comporre e che la prima parte è solo apparentemente più facile ma in realtà richiede la stessa fatica, lo stesso esercizio e studio, allora le cose andranno meglio.

esercizio soprattutto perché come dice un proverbio greco, ripreso dal Leopardi, tutto è esercizio

Inviato: 2007/9/2 21:18
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just popping in
Iscritto il:
2005/4/13 20:15
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 12
Livello : 2; EXP : 25
HP : 0 / 31
MP : 4 / 853
Offline
Sono esterrefatto nel leggere certi commenti su Faletti.
Non sarà Umberto Eco, ma è uno scrittore dignitoso, d'intrattenimento. Avete presente? Leggo un libro, mi distraggo e mi diverto.
Certo, se a proporre Io Uccido fossi stato io, nessuno l'avrebbe preso in considerazione in quanto troppo lungo, (se per questo non prenderebbero in considerazione nemmeno Guerra e Pace oggi giorno) ma in ogni caso è un libro godibilissimo per uno che, come me, non ha una "cultura" in fatto di thriller.
Il mestiere, signori... il mestiere..., credo sia più importante dell'arte, del libro per pochi intellettuali (che si masturbano con le parole) che non riesce ad arrivare al pubblico.
Che vi piaccia o no è proprio con il pubblico che dovete scendere a patti (e sedurre), altrimenti chiudetevi in una stanza oppure andate sul monte Athos e scrivete per voi stessi.
Egocentrismo alla massima potenza....

Inviato: 2007/9/3 16:15
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: AAA romanzo offresi
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/9/18 17:25
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 342
Livello : 17; EXP : 27
HP : 0 / 406
MP : 114 / 10544
Offline
Cito in ordine sparso:
"devi adirarti con te stesso e vincere la difficoltà"
"la stessa fatica, lo stesso esercizio e studio"
"è proprio la serietà che manca"

Mamma mia, ho sbagliato tutto. E' vero, per diventare Grandi bisogna esercitarsi. Ma io non mi giudico in grado di diventare un Grande.
Io volevo scrivere per rilassarmi. Sarà per questo che al limite riuscirò a scrivere come Chuck Norris, ma mai come Chuck Palahniuk
Mi darò ai videogiochi.
Perchè, come diceva Dante (o Anassimandro, o Seneca, non ricordo):
"Take it easy".

Inviato: 2007/9/4 21:09
_________________
Io divido il mio tempo così: metà dormo e l'altra metà sogno.
S.Kierkegaard
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News001
Iscritti61088
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 9 utente(i) online (5 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 9

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 6
Ieri: 14
Totale: 5168
Ultimi: JChinn

Utenti Online:
Ospiti : 9
Membri : 0
Totale: 9
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2014 OZoz.it - P.I. 02878050737