logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




mi date dei suggerimenti su bei "colpi di scena"?
Quite a regular
Iscritto il:
2006/9/20 11:46
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 197
Livello : 13; EXP : 7
HP : 0 / 301
MP : 65 / 11680
Offline

sto scrivendo un trhiller ma non riesco a trovare dei bei colpi di scena


Inviato: 2006/10/31 15:18
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: mi date dei suggerimenti su bei "colpi di scena"?
Autore dell'anno 2008
Iscritto il:
2005/4/19 13:59
Da L'Aquila
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 648
Livello : 23; EXP : 22
HP : 0 / 555
MP : 216 / 23798
Offline
non è che ci hai fornito un po' pochi indizi?
uno potrebbe suggerirti, che ne so, scrivo di botto quello che viene "Zagrebelsky correva a fari spenti nella notte, cercando di mettere più spazio possibile tra sè e la polizia. Doveva arrivare prima a quella grotta, il solo pensiero che la sua "creatura" potesse finire nelle mani sbagliate lo faceva rabbrividire. Come il paesaggio circostante, come il fiato che si gelava prima ancora di raggiungere il parabrezza. Il freddo di Akko, e di tutta la regione intorno a Reykiavik, ti entra nelle ossa, e non ti abbandona più, come una pagina della tua vita. I fari si facevano più vicini, le ruote slittavano sul ghiaccio, e indubbiamente l'uomo alle sue spalle era più abituato a quella guida. Una curva. Lo sguardo gli andò per un attimo nello specchietto, e lì, indistinta ma inconfondibile, vide una mano fuori dallo sportello, e una pistola. Quando improvvisamente, di fronte a lui, un buco nero emerse dal centro di quello che restava della notte. Eccola, la grotta. La fine della storia. Forse la fine per milioni di esseri umani, esseri sparsi in tutte le parti del globo, che neppure immaginavano la partita che si stava giocando quella notte. Doveva arrivare, doveva. Le gocce di sudore gli si appicicavano sulla tempia, ce la stava facendo, neanche due minuti e sarebbe finito tutto. I sensi all'erta, gli sembrò quasi di percepire il rumore della sicura tolta alla pistola alle sue spalle, strinse i denti e pigiò ancora di più sull'acceleratore, la grotta era lì, a pochi metri. Improvvisamente, eccolo, lo sparo. Un colpo netto, deciso, disturbò il silenzio del bosco islandese, e spezzò quella giovane vita. Un alce, due ore più tardi, si fermò incuriosito a guardare (colpo di scena) quella strana macchina della polizia fracassata contro il suo albero preferito, con una mano penzolante fuori dal finestrino, e una ruota bucata, mentre un uomo usciva sorridendo dalla sua tana, e la neve, come un mantello gentile, accarezzava la scena"
ma se poi il tuo thriller si svolge in namibia?

Inviato: 2006/10/31 16:05
_________________
THAT'S ALL, FOLKS!
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: mi date dei suggerimenti su bei "colpi di scena"?
Home away from home
Iscritto il:
2004/11/4 15:10
Da El pueblo de los fragoliñas
Gruppo:
bannato
Messaggi: 778
Livello : 25; EXP : 16
HP : 0 / 604
MP : 259 / 26674
Offline
Appena letto il tuo post, perdona la franchezza, tre sono le considerazioni che ho fatto.
1) Che razza di richiesta è?
2) Perché se non sei capace vuoi scrivere un thriller? Scrivi altro.
3) L'assassino è il maggiordomo trasformatosi in un serial killer perché seviziato da piccolo. Poi si scopre che era tutta una copertura e in realtà l'assassino è l'ispettore incaricato delle indagini. Terzo ribaltamento di scena, l'assassino è un frequentatore di forum che uccide soggetti usando i suggerimenti ricevuti in un forum.

Alb

Inviato: 2006/10/31 16:13
_________________
"Se la smetteste di spedire romanzi a caso..."
OZOZ
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: mi date dei suggerimenti su bei "colpi di scena"?
Just can't stay away
Iscritto il:
2004/6/16 17:28
Da Gorizia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 287
Livello : 15; EXP : 84
HP : 0 / 371
MP : 95 / 16811
Offline
 

Era una scoperta incredibile che sicuramente le sarebbe valso il premio Nobel, se ce ne fosse stato ancora uno. Quella foresta in cui aveva passato gli ultimi dieci anni a studiare gli scimpanzé finalmente le si era concessa, donandole il più grande dei suoi segreti.


La stele parlava chiaro, non c'era nessun margine per dubbi o interpretazioni "politiche". La storia dell'uomo, dell'intero pianeta, le verità delle religioni: tutto da riscrivere, tutto da reinterpretare.


- Se solo ci fosse il tempo per farlo... - mormorò la studiosa, accarezzando le strane incisioni. Un misto tra scrittura cuneiforme, alfabeto cirillico e disegni geometrici. Strano a dirsi, ma decifrare l'antica scrittura non era stato poi così difficile, era come se dentro di se avesse sempre avuto le cognizioni necessarie a decriptare il messaggio.


Due giorni fa aveva chiamato il direttore del museo di storia naturale per cui lavorava da quando si era laureata:


- Ho qualcosa di incredibile tra le mani... Ho trovato il Qallta-Uraqi...


- Impossibile, è solo un'antica leggenda aymara... il sole della Nanibia le ha dato alla testa, professoressa...


La telefonata era finita poco dopo per lasciare la banda libera per la trasmissione via satellite delle immagini raccolte. Sicuramente in serata tutte le agenzie di stampa, tutto il pianeta avrebbe saputo. La verità era atroce ma inevitabile, il disegno incredibilmente preciso. Termini sacri, nomi legati all'intera religiosità mondiale legati indissolubilmente a formule matematiche precise.


Erano stati i simboli con cui iniziavano la quarantacinquesima e la quarantaseiesima riga a darle la chiave di lettura di tutta la stele: una X e una Y. Da lì era riuscita a decifrare ugni singola riga precedente, scoprendo così che migliaia di anni fa qualcun altro già conosceva a menadito il genoma umano. Sì, non c'erano dubbi, si trovava proprio di fronte al Qallta-Uraqi.


In realtà non si trattava di una vera e propria stele, si trattava più che altro di una lastra di selce lunga più di tre metri che si presentava parzialmente interrata, ma perfettamente conservata. Non un graffio, non una scalfitura. Sembrava fosse stata abbandonata il giorno prima. Incredibile, mai vista una cosa del genere.


Ma era nulla rispetto a quanto scritto nella quarantasettesima, quarantottesima e quarantanovesima riga. Interazioni neurali, abbinamenti cromosonici, malattie genetiche degeneranti, era tutto spiegato, meccanismi di innesco, decorso, tecniche di cura. E niente di complicato. Codici sorgente da far leggere al malato. Lei stessa si era curata la miopia leggendo il codice sorgente appropriato.


Dalla cinquantesima riga in poi nomi legati alle religioni si incrociavano con cifre e simboli vettoriali...


- Gilgamesh... janira4010,  Zarathustra... janira2640, Jesus... janira 2010...


Era un conto alla rovescia, l'intero codice genetico umano era stato programmato per disinnescarsi, per autoridursi a una montagnola gelatinosa di proteine e acidi nucleici semplici.


- Siamo il frutto di un esperimento di ingegneria genetica...


La disperazione oramai si era impossessata di lei quando alla penultima riga trovò la salvezza dell'intero genere umano.


- Il codice di disattivazione del sistema di "reset" è...


La pietra era stanamente macchiata proprio all'inizio dell'ultima riga. La ricercatrice capì in un attimo che il sistema di scrittura e di lettura di questa antichissima popolazione era molto simile a quello dei nostri computer: mancando la parte iniziale della riga la stessa risultava completamente incomprensibile. Osservò di nuovo la macchia che si stava allargando sulla stele: era sangue ed era suo.


Si toccò le sopraciglia e piano piano risalì con la mano la fronte cercando i suoi capelli biondi. Quello che trovò fu la lama di una ascia che proseguiva imperterrita verso la nuca. Si girò e vide in faccia il suo assassino.


- L... L... Lei...


Non riusciva a credere ai suoi occhi, oramai la sua vista annebbiata riusciva a vedere soltanto uno sfocato aereo della prima guerra mondiale.


- Nezzuno defe sapere di stele di Qallta-Uraqi,  ya???


- Il codice so... so... sorgente... salvare l'umanità...


 


 


E a Milano??? 


mandi...


 


 


 



Inviato: 2006/10/31 22:07
_________________
"farò una finzione,
che significherà cose grandi"
Leonardo da Vinci
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti2466686
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 52 utente(i) online (24 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 52

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 24
Ieri: 92
Totale: 6346
Ultimi: TaraBottri

Utenti Online:
Ospiti : 52
Membri : 0
Totale: 52
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it