logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 (3)

Re: Cosa lega matematica e poesia?
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/10/5 14:33
Da Campobasso/Potenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 94
Livello : 8; EXP : 68
HP : 0 / 192
MP : 31 / 7365
Offline
Penso che entrambe siano complesse.
Non c'è un ordine di gerarchia tra matematica e poesia.
C'è chi si diverte a giocare con le parole;
chi si diverte a farlo con i numeri.
D'accordo con Bunkr.
Sono linguaggio ,entrambe.
Sedrik...m preoccupa...quello che hai detto a proposito della matematica.
Sai chi scrive poesia sarebbe capace di riuscire a risolvere anche difficili algoritmi.
Un matematico raramente...riesce ad avere una vena poetica...

Inviato: 2006/10/26 19:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa lega matematica e poesia?
Just can't stay away
Iscritto il:
2006/10/23 13:49
Da Imola (BO)
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 296
Livello : 16; EXP : 9
HP : 0 / 377
MP : 98 / 14416
Offline

Sono in pieno accordo con te Satine, il mio era ed è un punto di vista assolutamente personale e, ripeto, ciriticabilissimo!


Quel che trovo di meraviglioso nella matematica è che si esprime con un linguaggio univoco, caratteristica che la lingua non ha del tutto, a mio parere!


Inviato: 2006/10/26 21:39
_________________
I coglioni sono molto più di due!

Sedrik
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa lega matematica e poesia?
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/10/5 14:33
Da Campobasso/Potenza
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 94
Livello : 8; EXP : 68
HP : 0 / 192
MP : 31 / 7365
Offline
Esatto,la matematica è un linguaggio univoco...
Ma non di certo per questo meno divertente della poesia e della scrittura...
certo può essere ambigua e polivalente...ma è questo che la rende bella.
Ad es.nelle poesie moderne...ttt vi leggono quello che vogliono;ttt le interpretano secondo la loro pre-conoscenza.

Baudelaire invoca l'aiuto del lettore per interpretare la poesia...
Una formula matematica invoca solo l'aiuto del matematico...che risponderebbe ad essa sempre con lo stesso asfissiante algoritmo.

Sedrik d'accordo con te...cmq.
La mia non era una critica.Il tuo è un punto di vista rispettabilissimo.

Inviato: 2006/10/27 22:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti1834316
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 55 utente(i) online (39 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 55

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 18
Ieri: 56
Totale: 5913
Ultimi: JillMaple

Utenti Online:
Ospiti : 55
Membri : 0
Totale: 55
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it