logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 (2) 3 »

Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 43940
Offline
E permettimi di risponderti: sono d'accordo con te.

Il blog non credo abbiano penetrazione sociale,
come tuttavia non posso non dirti:
ma PPP lo ascoltavano davvero tutti?

A guardarmi intorno, nel mio quartiere, nella vecchia Bari purtroppo devo dirti di no.
E se ripenso ad alcuni confronti proprio qui su ozoz, mi vien da dubitare che sia stato molto ascoltato il Pier Paolo multimediale (che dio l'abbia in gloria sai quanto lo apprezzo).

Detto questo.

Io credo che Mieli non abbia torto, ma non sia triste quel che sentenzia.
Penso che non sia male un impegno gratuito e persino capace di non aspettarsi un riconoscimento.

Perchè scrivere allora, però.

Non te lo ripeto, so che condividi quel che ho scritto prima, inutile ribadirlo.

Come, ripeto, io non posso negare il tuo dispiacere per i molti "blogger" in gamba che il mezzo stesso sembra sottodimensionare.

Forse bu' non è la quantità il problema. La quantità dei lettori o dei riconoscimenti, intendo.

Forse potremmo spostare un minimo l'accento e accorgerci che molte blogstar (da centinaia di visite al giorno per post quanto meno immediati) sono ciarlatani narcisisti. (Ma simpatici eh, ce ne fossero - o no?).

O che i blog d'opposizione "alla beppegrillo" si sviluppano spesso, troppo spesso, con una redazione impersonale: blog solo per struttura o forse manco per quella.
A volte utili. A volte utili a diventar qualcuno.
A volte utili senza sapere a chi.

(esempio: decantare skype come RIVOLUZIONARIO SERVIZIO quando chiamare i cellulari costa 25 centesimi al minuto..Se pensi che a 20 euro ho chiamate nazionali illimitate con quasi tutti i fornitori di servizio (o in alternativa 2000 software analoghi o migliori per la comunicazione da pc a pc) riferendomi a un utente generico .. Non rimangono che le chiamate verso i fissi all'estero. certe precisazioni non sono un dovere ma completerebbero il piacere di ascoltare).

Insomma i blog sono nella rete e come tutte le cose nella rete sono parte della nostra realtà complessa e eccessivamente petulante. Troppe parole, troppi, noi .
Troppi articoli da poter leggere, o troppi articoli invisibili, chissà. Se a quel punto consentirgli una metariflessione non sia un arteficio barocco.

Infine..
Un'ultima considerazione. In amabil contraddizione con me stesso.
Pensavo al fatto che il blog è solo online.
Se uno non è ossessionato dai backup si trova ad avere mesi anni di propri pensieri prigionieri del web.
E quando il web, o quel pezzo di web non ci sarà più?

Copiare su un supporto quel che si scrive su un blog secondo me è come pensare di guardare un film facendo scorrere una pellicola in controluce.

Che non sia questa alienazione dal possesso la vera evoluzione della parola nella rete? O forse c'è ancora un proprietario meno chiaro, meno limpido cui dover chiedere qualcosa per una fiducia ingenuamente concessa?


A.

Inviato: 2006/9/18 13:10
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Guest_
Il BLOG è superato:idolatrato ed imitato, è già roba vecchia.

Senza voler offendere nessuno, leggere le opinioni di individui sconosciuti, spesso deliranti, leggere opinioni non vere o leggere diari presunti veri e veritieri(salvo poi x scoprire che l'autrice disinibita è un baffuto quarantenne programmatore)è una perdita di tempo.

Inviato: 2006/9/18 13:53
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/24 18:34
Da alla periferia di nessun centro
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1250
Livello : 30; EXP : 70
HP : 0 / 742
MP : 416 / 34674
Offline
Citazione:

Senza voler offendere nessuno, leggere le opinioni di individui sconosciuti, spesso deliranti, leggere opinioni non vere o leggere diari presunti veri e veritieri(salvo poi x scoprire che l'autrice disinibita è un baffuto quarantenne programmatore)è una perdita di tempo.


offesa non pervenuta

no, scusa, ma quando leggi un autore a te sconosciuto su un libro non sei nella stessa condizione? Che garanzie hai? la casa editrice? Via, sai che questa posizione è indifendibile (non in 4 righe )

e soprattutto spiegherebbe perchè gli esordienti fanno fatica ad emergere, visto il clima di sfiducia che circonda gli sconosciuti....

Inviato: 2006/9/18 14:02
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 43940
Offline
Alla faccia del non voler offendere..

Cmq non so. mia sorella vive ad Udine con una bimba piccina e a me fa piacere leggere le sue riflessioni. anche a mia mamma e mio padre giù a Bari e ai miei fratelli. Ma più di ogni cosa l'è venuta sempre più voglia di scrivere. E non solo per il blog.

Mio fratello Luigi a 13 anni ha un blog che ha fatto tutto da solo e ti giuro ci trovo delle perle sorprendenti. Senza contare quanto è migliorato nella scrittura da quando questo vezzo lo stimola ad andare oltre la dislessia.

Sarà che mi accontento di poco.

Cmq rispetto all'idolatria del mezzo, difficile darti torto. Credo sia notazione condivisibile.

A.

Inviato: 2006/9/18 14:07
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Home away from home
Iscritto il:
2006/9/17 15:54
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 858
Livello : 26; EXP : 24
HP : 0 / 631
MP : 286 / 24122
Offline
Citazione:

Laura ha scritto:
Il BLOG è superato:idolatrato ed imitato, è già roba vecchia.

Senza voler offendere nessuno, leggere le opinioni di individui sconosciuti, spesso deliranti, leggere opinioni non vere o leggere diari presunti veri e veritieri(salvo poi x scoprire che l'autrice disinibita è un baffuto quarantenne programmatore)è una perdita di tempo.


a me i blog danno l'impressione di somigliare molto a quei programmi televisivi (tanto di moda) fatti dalla De Filippi et similia dove tutti urlano e raccontano i fatti propri in pubblica piazza con immancabile condimento di storie dolorose e strappalacrime e improbabili ricongiungimenti. Sarò all'antica, ma mi hanno insegnato che ognuno di noi ha una parte pubblica e una privata che non deve necessariamente essere sbandierata e messa in piazza per una questione di privacy, dignità, decenza e morale. Se poi come dici il Blog è superato e vecchio non voglio immaginare cosa potrebbe arrivare di nuovo e altrettanto passeggero. Opinioni personali di uno che non veste alla "moda" e manco usa il cellulare.

Inviato: 2006/9/18 14:15
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 43940
Offline
Be' maigret.. non so.. è così il mio?
ho sempre sperato di no.

credo comunque di non aver mancato mai di decenza, dignità nel mio raccontare e raccontarmi.

Forse i blog meritano un po' di esser letti. Perchè io di blog così non ne ho visti molti.
Su centinaia.

A.

Inviato: 2006/9/18 14:21
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Home away from home
Iscritto il:
2006/9/17 15:54
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 858
Livello : 26; EXP : 24
HP : 0 / 631
MP : 286 / 24122
Offline
Citazione:

solaris ha scritto:
Alla faccia del non voler offendere..

Cmq non so. mia sorella vive ad Udine con una bimba piccina e a me fa piacere leggere le sue riflessioni. anche a mia mamma e mio padre giù a Bari e ai miei fratelli. Ma più di ogni cosa l'è venuta sempre più voglia di scrivere.
Cmq rispetto all'idolatria del mezzo, difficile darti torto. Credo sia notazione condivisibile.

A.

Io preferisco sentire amici e parenti attraverso la voce (per telefono) o di persona e, qualche volta (orrore) scrivere lettere con carta e penna e affidarle alle regie poste vivendo l'emozione dell'attesa di una risposta. Lo so sono un inguaribile romanticone Ma la voglia di scrivere mi viene anche senza blog. Mi sono convertito all'uso del computer, ma non abbandono la mia molskine, la penna stilografica e ogni tanto una gloriosa Olivetti Lettera 32. Le idolatrie sono pericolose.

Inviato: 2006/9/18 14:21
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/24 18:34
Da alla periferia di nessun centro
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1250
Livello : 30; EXP : 70
HP : 0 / 742
MP : 416 / 34674
Offline
sì, senza dubbio le idolatrie sono pericolose. Su questo siamo tutti d'accordo.

Ma faccio umilmente notare che questo thread parte da un post scritto su un blog. Da uno scrittore professionista.

E non si parla nè di vecchie debosciate, nè di cazzetti propri, ma si parla di cultura.

Quindi: non vi pare di esagerare a catalogare i blog?

Vi dico la mia opinione: è arduo parlare dei contenuti di un blog come se fossero harmony. Perchè, nei blog, ci scrivono giornalisti (pino scaccia, ad esempio). Ci scrivono economisti (che parlano di marketing).

Secondo me siete un po' troppo drastici. Se volete, vi inserisco link decine e decine di blog dove non si parla di ciò che si fatto a letto la notte precedente (il che, di per sè, non è neppure un male, se scritto bene) ma si parla di libri, di società e cultura.

Anzi. in base ad una statistica non troppo azzardata, vien fuori che oltre il 50% dei blog italiani parla di politica.

Alla faccia delle calzette da mettere (e ben vengano, ripeto, se scritte bene.)


Inviato: 2006/9/18 14:28
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 43940
Offline
be per me il moleskine costa troppo caro.
preferisco i quaderni dal tabaccaio.
ma non per questo penso di esser meno romantico.

e .. perchè il telefono è meglio del blog?
o ancora. perchè le poste sarebbero meglio degli zeri e degli uno secondo me più vicini alla semplice completezza di dio?

sono convinto che è bene che ognuno trovi e possa sviluppare il modo migliore per esprimere le proprie opinioni, le proprie emozioni.
almeno quanto sono convinto non esista una gerarchia tra le tecniche e gli strumenti disponibili. tra cui scegliere.

va be'.

aggiungo sulle calzette: non mi importa siano scritte bene, mi importa che non tolgano nulla alle altre riflessioni possibili. se non voglio, le ignoro e passo ad altro.
ma è bellissimo che possano esserci. ed è ancor più importante l'altro che c'è e che bunkr ha indicato possibile.

senza idolatria alcuna (Totti a parte).

A.

Inviato: 2006/9/18 14:31
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Blog: ovvero l'intellettuale emarginato
Home away from home
Iscritto il:
2006/9/17 15:54
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 858
Livello : 26; EXP : 24
HP : 0 / 631
MP : 286 / 24122
Offline
Citazione:

Quindi: non vi pare di esagerare a catalogare i blog?
Secondo me siete un po' troppo drastici. Se volete, vi inserisco link decine e decine di blog dove non si parla di ciò che si fatto a letto la notte precedente (il che, di per sè, non è neppure un male, se scritto bene) ma si parla di libri, di società e cultura.

non volevo giudicare nè catalogare, dico solo che a me non piace questo modo di comunicare, forse sono troppo "riservato", mi pongo domande dubbiose anche se dovessi pubblicare su internet una mia foto.

Inviato: 2006/9/18 14:32
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti671233
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 58 utente(i) online (37 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 58

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 67
Ieri: 36
Totale: 5652
Ultimi: Paulette89

Utenti Online:
Ospiti : 58
Membri : 0
Totale: 58
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it