logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 2 3 (4)

Re: Notizia shock...
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/3/14 23:11
Da Pisa-Venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 245
Livello : 14; EXP : 63
HP : 0 / 340
MP : 81 / 14551
Offline

-Puoi legittimamente non essere d’accordo. E puoi legittimamente essere d’accordo. Questo voglio dire. Dipende da quale principio ritieni più importante in questo caso: la tradizione sociale e o la natura.
Oppure devi PER FORZA ritenere che il poter biologicamente fare sesso non sia sufficiente per farlo –in quanto da pochi secoli non lo è secondo l’opinione di alcune società tra cui la tua-???
Shoen stai dicendo che non è legittimo avere un’opinione contraria a quella sociale, neppure se motivata da fatti biologici.
Tirare in ballo la natura non ha senso visto che viviamo in società??? Anche le api vivono in società. L’uomo è un animale sociale - dunque non è un animale?
Il sesso è un’attività naturale e io ritengo che qualcuno possa dire “usiamo un criterio biologico per regolarla”. Diciotto è l’età sociale in italia, ed è puramente convenzionale, cioè dovendo trovare un principio per cui l’età per l’attività sessuale debba essere proprio 18 (perché non 20 o 16 allora), non saprei proprio cosa andare a cercare. D’accordo, un limite per legge si deve stabilire. E io propongo quello che propone la natura. Non capisco perché dovrei per forza prendere il criterio sociale della mia società (pensa a quante ce ne sono che non lo condividono) per stabilire l’età a cui si può fare sesso. La posso o non la posso legittimamente pensare diversamente all’interno della mia società?



“ Sostenere infatti che una dodicenne, avendo il ciclo mestruale, sia pronta per fare sesso con chicchessia, non è diverso dal sostenere che se a un tizio scappa la cacca può sentirsi libero di calarsi i pantaloni e farla in mezzo alla strada davanti a tutti (anche quella è NATURA: se gli scappa, gli scappa).”

Prima di tutto, non c’è bisogno di “sostenere” che una dodicenne con il ciclo è pronta per fare sesso. Ha il ciclo, quindi E’ (biologicamente e fisicamente) pronta per fare sesso. Non è la mia opinione, è un fatto che riguarda il suo corpo.
L’esempio del cagare per strada non è pertinente. A meno che la dodicenne(poi non ho capito perché l’esempio debba sempre essere quello estremo della dodicenne, da 18 a 12 ci sono altre età, e io stesso ho detto che ritengo giusto 14) non intenda fare sesso per strada quando gli viene voglia. Ma non stiamo parlando di questo.

Nel sostenere un criterio biologico-fisico, non intendo dire che la componente psicologica non esista, ma mi pare che per un’attività fisica che coinvolge la mente il criterio possa (mi accontento del “possa”) essere fisico e non mentale. Come lo stabilisci il criterio mentale per un’attività fisica? Decidi –perché di decisione si tratta, e non di osservazione come nel caso del ciclo- che nella mente a 18 anni sono arrivati quei cambiamenti che biologicamente servivano almeno 4-5 anni prima?
Mi sfugge il perché una quattordicenne che fa sesso per la prima volta dovrebbe rimanere più traumatizzata di una diciottenne o quarantenne che lo fanno per la prima volta. Se rimane scandalizzata è per pressioni sociali (ovvero perché qualcuno le dice “nooooooo! Poverina cosa ti hanno fatto!”, mentre difficilmente lo diranno alla diciottenne e alla quarantenne). Di per se durante il sesso può godere come una ventenne, e può trovarlo noioso o sgradevole come lei, a meno che la nostra evoluzione non proceda così rapidamente che in tre secoli siamo cambiati geneticamente e ora le quattordicenni si traumatizzano nel fare quel che hanno sempre fatto da migliaia di anni. (E’ un fattore sociale mi dirai, la quattordicenne si scandalizza perché socialmente è motivo di scandalo se lei fa sesso– appunto, io ti dico, non può essere legittimo ritenere che questo fattore sociale vada cambiato/rimosso??)
Ho tirato in ballo platone e socrate perché qui si sta parlando di quel che è o non è giusto poter pensare/sostenere. Non credo che oggi non sia più giusto pensare quel che loro pensavano sul sesso perché in quel periodo era morale comune e oggi la morale comune è cambiata. Senno stabiliamo che la morale comune è sempre quella giusta e non è mai legittimo pensarla diversamente (al che mi dite dov’è la sede di questa morale comune e io mi attrezzo con le molotov).
Neanche io vado in giro con la toga (purtroppo non ne vendono), nessuno mi pare, ma questo non significa che una felpa della Nikke sia più legittima di una toga.
Anche io ho una sorella di 11 anni. Non ce la vedo con il mio vicino di 70 (pare che abbiano interessi diversi). Ma ti assicuro che mia sorella è lungi dall’andarci a letto almeno quanto lo è dall’andare a letto con un cadavere. Non credo ci siano dodicenni, tredicenni ecc che intendano andare a letto con un vecchio.
Ma magari c’è la quindicenne che vuole scopare col vicino ventenne. O viceversa. Attualmente è vietato, il ventenne è condannabile per pedofilia. Perché non deve essere neppure legittimo sostenere l’idea che possano fare sesso senza la minaccia di una punizione dello stato,e che la natura abbia un pò più voce in capitolo della società riguardo a quale sia l'età giusta per fare sesso?


Inviato: 2006/6/17 14:50
_________________
Meglio essere un folle di propria iniziativa che un saggio a discrezione di un altro.
(F. Nietzsche)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Home away from home
Iscritto il:
2005/4/18 10:04
Da Napoli
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Messaggi: 509
Livello : 20; EXP : 83
HP : 0 / 495
MP : 169 / 21020
Offline
la discussione è estremamente interessante (vi seguo da un pò, senza trovare il tempo necessario per una risposta approfondita)

il partito dei pedofili olandesi è essenzialmente una provocazione ed anche in uno stato estremamente liberale quale quello dei paesi bassi,penso che difficilmente verrà concesso il lascia passare. i pedofili da anni si muovono nei meandri nascosti della vita e internet ne ha certamente facilitato la messa in comunicazione e l'dentificazione. qualche anno fa,ci fu la giornata mondiale dell'orgoglio pedofilo che proprio tramite il web fece mettere a conoscenza le loro ragioni.

io personalmente trovo banale limitare la discussione sull'età del primo rapporto sessuale: generalizzare qualche cosa di non generalizzabile è assolutamente privo di senso.

conosco persone che a 11 anni hanno fatto l'amore con persone di 13 e ne sono rimaste contente, ma anche persone che a 20 anni erano ancora "vergini" e sempre con la stessa soddisfazione. la libertà di scelta individuale non può (a mio avviso) essere vincolata da leggi generali.

ognuno fa la scelta che vuole, ognuno deve avere la propria concezione di bene e di male.

è reato, secondo voi, che una ragazzina di 13 anni andasse a letto con un ragazzo di 18? per la legge italiana si, ma la legge italiana esclude dal giudizio i sentimenti delle due persone in questione. è reato e basta, punto, non si va oltre.

i moralisti gridano allo scandalo, perchè per loro è inaccettabile. eppure proprio dentro le loro mura consacrate si è consumato qualche cosa di terribile ed inumano: boston, un prete abusa di bambini (John J. Geoghan) e viene coperto dai suoi superiori che lo spostano di parrocchia in parrocchia (il cardinale Bernard Law sarà costretto alle dimissioni) ed ovviamente questo è solo il caso + eclatante. è forse il "fate quel che dico, ma non quel che faccio"?

altra cosa è l'adescamento, la violenza e la pedopornografia. già perchè mentre su rapporti sessuali liberi, c'è la volontà del minore nel compiere un qualche cosa, su questi punti, la libertà di decisione è repressa. la volontà dell'individuo viene annullata o compromessa. dove c'è libertà di scelta individuale, lo stato non dovrebbe intervenire, dove c'è la costrizione di uno o più esseri umani è li che c'è il reato fisico e mentale.

legalizzare i pedolover sarebbe come dire: fate quel che volete, miei cari. e li si che vittime ci sarebbero.

ovviamente quel che ho scritto sono solo considerazioni personali, non è nella mia parola che è scritta la verità assoluta, ma è pur sempre la mia verità.

Inviato: 2006/6/17 15:58
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Not too shy to talk
Iscritto il:
2005/12/14 17:47
Da Cagliari
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 63
Livello : 6; EXP : 82
HP : 0 / 145
MP : 21 / 5895
Offline
Quello che credo è che una dodicenne ha vissuto, in linea di principio, esperienze diverse da un quarantenne. Mettere insieme due persone così diverse....
Scusate ma non riesco a vederla come una cosa naturale.. mi suona di perversione... potrebbe essere suo padre!!!!
Il sesso vissuto fra coetanei è comunque per entrambi una scoperta nuova da vivere e conoscere passo passo...

Ma poi la pedofilia è qualcosa di più squallido... perchè non c'è il consenso del minore. e i minori sono molto più piccoli di 12 anni... Ragazzi ma voi siete mai stati con bimbi piccoli??? Avete visto l'innocenza che hanno??? come potete pensare che ci siano bambini felici di avere rapporti con adulti??? Credo sia una cosa sconvolgente.

Che poi ci sia la dodicenne disinibita che gioca a fare la Lolita di turno, è un altro discorso. Anche se penso che una dodicenne cresciuta in una famiglia con solidi principi morali se ne guardi bene dal fare certe scelte...
Mio padre mi avrebbe polverizzato se avesse scoperto che a 12 anni non ero più vergine....

Inviato: 2006/6/19 8:25
_________________
L'amore conta....conosci un'altro modo per fregar la morte?
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Just popping in
Iscritto il:
2006/4/24 15:48
Da roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 28
Livello : 4; EXP : 3
HP : 0 / 75
MP : 9 / 2987
Offline
"mi fa schifo anche pensare all'omoseussualità, ma mica per questo metterei i gay in prigione." Senza

..Andiamo bene... menomale che ci salvi dalla prigione...
Cmq non voglio esser polemica nè aggiungere altra carne al fuoco dal momento che l'argomento è già di per sè abbastanza controverso.... (mi fa strano pensare semplicemente che una persona che accusa gli scrittori di attaccamento alla propria morale, sintetizzi in termini di schifo l'omosessualità.... mah).
Cambiando discorso, quello che mi sento di dire è che mi sembra di notare una forte contrapposizione generazionale. Io ho 26 anni e già una concreta differenza sussiste da chi ne ha 20 oggi o giù di lì... questo per rispondere a chi scriveva che a 12 anni si giocava con le Barbie e al sesso non si pensava. Anche io giocavo con le bambole a 12 anni anche se al sesso ho dovuto pensarci da abbastanza prima e non per volontà mia... ad ogni modo con questo non voglio dire che tutti i bambini a 12 anni debbano per forza di cose confrontarsi col sesso... Il fatto è che oggi, i ragazzi sono più svegli di quanto si possa pensare.. a 5 anni giocano col pc, a 8 hanno la play station, a 13 la macchina 50cc. Non giocano con le bambole a 12 anni.... e anche la consapevolezza delle cose è ben diversa... Dunque.. dato che la società non è mai uguale a se stessa e l'evoluzione nel bene e nel male non può essere contrastata tanto per citare il buon Marinetti, è necessario adeguare l'educazione e il rapporto con i giovani. D'accordo dunque per un'educazione sessuale precoce dal momento che a 12 anni, si sa perfettamente cosa sia il sesso... I bambini hanno la curiosità, l'ingenua malizia già da molto prima...
Ma assolutamente no, a qualsivoglia tipo di legge che possa anche solo lontanamente dare adito a chi sfrutta proprio quella maggior consapevolezza delle cose che hanno i bambini oggi.
Ognuno è libero di compiere nella propria libertà, atti che ritiene leciti o non leciti.. ma questo, non deve assolutissimamente essere agevolato da leggi che per certi versi possono essere fraintese, aggirate, sdoganate. Con questo voglio dire che non credo che in Olanda (un Paese cmq occidentale, dove i diritti civili sono ampliamente considerati e che in molte delle decisioni politiche mi trova d'accordo) si sia dato il via ad un Partito di Pedofili.. credo solo che "parlando" di certi tipi di cose, si possa dar modo a certa gente, di girarsi la frittata e portare la legge al proprio mulino operando un distorto sillogismo concettuale. E' un pò come il discorso della leggittima difesa in Italia... non si vuole leggittimare l'omicidio, ma qualcuno potrebbe anche intenderla cosi... Si potrebbe ad es sparare ad uno che ti sta sulle scatole e inscenare un furto o che so io... Hai cmq ucciso e magari senza motivo reale...
Questo è quello che penso... anche se l'argomento richiederebbe tantissime parole. Ben spese magari.

Inviato: 2006/6/19 10:08
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48471
Offline
agota, credo che tu non abbia semplicemente colto il senso della mia frase sull'omosessualità, opinione personale, ma credo che nel discorso si possa intendere abbastanza bene, se ho offeso qualcuno mi scuso
danimanu: a 12 anni non ero una lolita ma una sorta di maschiaccio a cui interessava solo il punk e la sua chitarra ( ma forse quella l'ho avuta a 13 )
tu sei cresciuta in una famiglia con solidi principi morali ( mi pare tu abbia detto così, forse la parola era rigidi ), io in una sicuramente con interessi origini e quant'altro diversi da quelli della tua, per questo la morale dei miei genitori è differente, e la mia diversa ancora, scrivo morale ma forse è più giusto dire principi
comunque, qual'è la morale giusta?
probabilmente per te è quella solida che ti è stata insegnata
tutto qua

senza

Inviato: 2006/6/19 12:14
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/4/4 14:33
Da Alcadia
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 2416
Livello : 39; EXP : 72
HP : 0 / 968
MP : 805 / 43978
Offline
il grande assente: il piacere.

il piacere è un universo,
vi si perdono i poeti e gli amanti,

eppure il piacere è scritto nell'identità culturale,
e sempre muta e sempre si riscrive,
di ogni gruppo sociale, di ogni uomo.

l'esperienza violenta della sessualità,
il predominio attraverso la mente e il corpo
nella mente e nel corpo,
declinano aspetti oscuri del piacere,
l'insidia
del possesso e del potere,
anch'essi scritti nella cultura buia
che professa l'uomo bestiale e onesto
(amabile paradosso dell'anarchico passivo).

l'essere umano attraverso il linguaggio nomina il mondo
e lo crea nella sua coscienza.

l'espressione demodè "fare l'amore" potrebbe far sorridere alcuni adulti e nobili pensatori finora intervenuti
tuttavia trovo che in essa vi sia più verità che nell'inseguire corollari senza aver dimostrato alcuna tesi.

il piacere.

come fare a meno di parlare del piacere quando si parla della sessualità umana.
eppure si è fatto.

perchè.

perchè al di là di presunte pretese di ribellione a codici e verdetti

è lì che trema il cuore:

tra un bambino e un uomo
il piacere
cosa
può
essere.
e chi è cosa. e cosa è chi.

io scelgo:
non postulo sentenze nè gioco a rimpiattino sulle idee.

scelgo di affermarmi contrario a ogni sessualità in cui vi sia possibile esercizio di potere.
e scelgo di cercare di capire come sia possibile vivere nella mia società occidentale
in cui la sorte condivisa e la tensione dominante è la violenta affermazione del proprio sè.
come si possibile vivere senza
che anche il corpo patisca
il pensiero.
come sia possibile distinguere
l'egoismo di una riflessione vacua,
come sia possibile scrivere parole senza che creino un mondo.

come sia possibile non allarmarsi
quando un bambino non ha scelta
perchè non è il suo corpo ad essere sbagliato
nè la sua anima peccaminosa:
ma la sua volontà ad essere incerta
e l'amore intorno a lui concluso
racchiuso, rappreso
in un coito animale.

no, l'uomo non è solo questo, non può diventare solo questo. ed è un delitto lo diventi.
per un minorenne è più semplice soltanto che la società si organizzi a difesa di un suo basilare diritto.
ma son tanti gli adulti violentati e violentanti.

nessuna biologia è sopravvissuta dinanzi ad esercizi sì pregiudiziali e arbitrari.
nessuna biologia nega all'uomo la sua dimensione culturale.
nessuna.

e il piacere non è un'eiaculazione.
chi pensa il contrario è libero di farlo,
ma mi dispiace.
semplicemente.

A.

Inviato: 2006/6/19 15:21
_________________
"Io mi batto solo per quello in cui credo.."
Il mio romanzo: http://www.wolfsrain.it/wolfsrain/marta.pdf
Il mio blog: http://albardellosport.blogspot.com
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Just can't stay away
Iscritto il:
2005/3/14 23:11
Da Pisa-Venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 245
Livello : 14; EXP : 63
HP : 0 / 340
MP : 81 / 14551
Offline
Ossequi per lo stile.
Brevemente mi soffermo sui alcuni concetti:

Tra un bambino e un uomo il piacere potrà anche non essere, ma certamente può essere tra un ragazzino/a e un uomo. Non è una mia tesi. E’ una tesi della storia – un fatto.
Fino a quando si è “bambini”?

“scelgo di affermarmi contrario a ogni sessualità in cui vi sia possibile esercizio di potere.”

Soltanto contrario o proibizionista? In quale sessualità non c’è possibilità d’esercizio di potere?

”per un minorenne è più semplice soltanto che la società si organizzi a difesa di un suo basilare diritto.”

Un minorenne è incapace di intendere e di volere perché qualcuno ha deciso che un minorenne ha meno di 18 anni e non è capace di intendere e di volere. La società fondata su una determinata morale gli attribuisce il dovere di non fare sesso con chi è più grande di lui.
Altri decidono per lui qual è il suo bene.
Altri hanno deciso che lui non può decidere qual è il suo bene, e che questo è un suo diritto.
Sarà che a me non piace decidere per altri. Neanche quando “sono sicuro di sapere” qual è il loro bene.

”nessuna biologia è sopravvissuta dinanzi ad esercizi sì pregiudiziali e arbitrari. “

Pregiudizio è ritenere malvagio il sesso tra due individui che hanno scelto di farlo, pregiudiziale e arbitrario è stabilire senza alcun fondamento un’età dopo la quale si diviene in grado di scegliere.

Il piacere è anche un orgasmo. Sempre che il vecchio super-io non ci veda qualcosa di male e cerchi il modo d’infangarlo per vie traverse. Sempre che un orgasmo non danneggi effettivamente qualcuno.

Inviato: 2006/6/19 21:54
_________________
Meglio essere un folle di propria iniziativa che un saggio a discrezione di un altro.
(F. Nietzsche)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Quite a regular
Iscritto il:
2005/4/23 7:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 160
Livello : 11; EXP : 70
HP : 0 / 267
MP : 53 / 11339
Offline
Causa esami non ho più scritto, adesso rpendo un momento per chiarire meglio il mio pensiero. Inanzitutto si è iniziato col parlare di un partito e si è finiti col discutre del "libero arbitrio", bel salto! Per quanto mi riguarda la reazione scandalizzata che ha urtato o sdubbiato qualcuno è dovuta alla nascita di un partito che tra i suoi punti non ha solo l'abbassamento dell'età epr fare sesso da 16 a 12 anni, ma quello della soppressione dell'ergastolo per gli omicidi, il diritto al voto a 12 anni, la liberalizzazione di ogni tipo di droga, la possibilità dai 12 anni di prosituirsi e girare film pornografici. Ma che bei diritti che vogliono darci...

Per quanto riguarda la legge che vieta rapporti con un minorenne, credo che tutti la intendano, a meno di non voler fare polemica, come un tentativo di colpire i pedofili e di proteggere i bambini, non certo di danneggiare questi ultimi. Anche perchè non credo di essere la sola a sapere che nessuno, nè la polizia nè i genitori nè la scuola fermerà mai un minorenne che ha deciso di fare sesso, e direi che la prova sia in ogni singola scuola d'Italia. Mettiamola così: tempo fa alle Iene un tizio parla con un loro inviato (ovviamente senza saperlo) e gli dice: "non andrei mai con una ragazzina (lunga pausa) mica per altro, perchè sennò rischio qualche anno di carcere." Credo che sia questo lo scopo della legge.

Inviato: 2006/6/20 14:58
_________________
I am the dark at the end of everything.

Il mio fotoblog più o meno serio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/7/7 10:44
Da Bergamo
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 374
Livello : 18; EXP : 3
HP : 0 / 425
MP : 124 / 19024
Offline
..ma di sicuro se ho bevuto una birra non l'ho fatto perchè qualcuno mi ha proposto cose in cambio ( sì che ho capito ), è stata scelta mia e di due compagne di classe...

Sono stato offensivo? Ho sostenuto la tua immaturità nei confronti dell'argomento 12 anni-maturità sessuale e l'ho scritto chiaro. Punto
Per altre cose sei molto più matura della tua età.

...c'è chi si mette degli occhiali da sole per avere più carisma e sintomatico mistero... (Franco Battiato) ora, Senza, sostituisci occhiali da sole con sigaretta;
"minchia quel ragazzo che mi piace tanto fuma... quel tipo è troppo alternativo, se lui fuma sono alternativo pure io... il prete, la mamma, la profe ecc. mi dicono di non fumare e io che (ovvio) sono giovane, ribelle e cambierò il mondo non voglio ritrovarmi invischiata nella morale e nelle regole imposte dagli altri, cavoli l'ha detto quell'attore in quel film, l'ha scritto quell'autore in quel libro, l'ha detto quel punk figone...ecc.
Puoi scegliere il pensiero che vuoi, ma viene sempre da qualcun altro che prima di te ci ha pensato e tu non stai inventando nulla, scegli una certa strada, ma a 12 anni la consapevolezza di molte scelte è pura adesione a pulsioni per nulla ragionate e influenzate da elementi quali amicizia, "cotta" o esigenza di alternativa.


Senza, il concetto non era una questione di scambio (spesso nella pedofilia e non solo, che non comporta violenza diretta, si sfrutta la leva del materialismo del dare per avere), ma di semplice influenzabilità del 12enne (che ripeto, arriva anche oltre a questa fatidica età), che ha bisogno di più anni per metterci testa nel sesso, non di esser pronto fisicamente.
Si sostiene che la natura renda pronti per la sessualità con l'apparizione del sangue mestruale: errore!! Rende pronti per la procreazione e la cosa è una consecutio dell'atto sessuale; ma tra esser consapevoli del piacere (che si sperimenta già in tenera età, con la scoperta del bambino nei confronti del proprio corpo- che arrivi a capire è un altro discorso) e poter provarlo tanto per magari asserire con orgoglio "l'ho fatto a 12 anni" perchè c'è anche la competizione di questo tipo di mezzo e ditemi voi dove sta la consapevolezza!!!, ci passano...
La passione, il piacere non possono prescindere dal coinvolgimento emotivo, dall'amore, da un certo uso dell'intelletto. Altrimenti rimane cosa fine a se stessa ed alquanto effimera.

La morale fa inorridire se fai la cacca per strada e se fai la pipì no???? Ma c'è gente che prova il ben noto piacere anche nel mangiarsela. E poi pisciare per strada o sotto un portone fa schifo è sinonimo d'ignoranza e maleducazione, da fastidio, fa girare le palle. In questo caso la morale è: non fare quel cazzo che ti pare perchè immancabilmente urti la sensibilità o l'interesse altrui. E se un giorno ti becca il portiere dello stabile su cui hai pisciato l'altra notte e ti riempie di mazzate, statte zitto, te la sei cercata e non ha certo cominciato lui. (chiusa parentesi off topic). Se poi molti uomini pisciano dove capita in virtù dell'annaffiatoio che la natura ha loro fornito non significa che stiano facendo una cosa giusta!!!!


E' bello sentire che ultimamente la morale (mettiamo negli ultimi 100 anni?) ha portato ad elevare l'età per esser giudicati sessualmente pronti (e non maturi, no, quello lasciamolo a i moralisti). Tra gli ellenici era tranquillamente praticata la pedofilia? Anche poi si è continuato a praticarla, che ne so... nel rinascimento? Allora è una condizione temporale!!! Ahhh ho capito, quindi il millenarismo del cristianesimo prevale per questioni di anzianità. Socrate è ancora vivo ai nostri giorni con la sua filos logos con la sua ricerca della verità: dunque... è vero l'uomo ha delle pulsioni sessuali che lo portano a trovare piacere in soggetti che esulano la figura della donna, persone del medesimo sesso, bambini, vecchi, oggetti, animali. Cosa facciamo? consideriamo tutto lecito affinchè i talebani dell'anima friggano nella loro limitatezza? O perchè Socrate concepiva (in quanto ellenico, essere perfetto) lecito un abuso di potere sessuale?

Capisco perchè a Maradona venga perdonato il peccatuccio veniale di frode miliardario al fisco italiano: cazzo è stato un campione di calcio, quindi è perfetto!!

Il piacere non genera problemi? Se ridotto a semplice istinto ha conseguenze devastanti.
La passione, il piacere non possono prescindere dal coinvolgimento emotivo, dall'amore, da un certo uso dell'intelletto, perchè la conseguenza è un figlio a 13 anni, la scoperta che il tuo compagno non ti ama, ma ti ritiene semplice buco da riempire con il suo piacere, il rendersi conto, alla fine dei propri giorni, di non aver costruito nulla al di là del proprio egoismo.
Poi a 12 anni si può esser consapevoli del sesso più di un 20, ma sono casi rari.

Il limite dei 18 anni per legge è arbitrario? echeccazz è una legge e la legge è un limite che si deve dare!!! Che sia giusto, quello è un altro discorso, ma deve esser fatto. Vista l'immaturità che gira di questi tempi (e mi ci metto dentro anch'io che di stronzate ne ho fatte e me ne pento) occorrerebbe ritornare ai 21!!

Fatelo, ma il discorso si limita allora a mera posizione antagonista: cosa alquanto banale che mette gli alternativi sul medesimo piano dei bigotti.
La grandezza di un personaggio storico, non lo rende perfetto e le concezioni di certe grandi società non stanno oggettivamente nel giusto (non in tutto quantomeno).

In definitiva, ci può stare il discorso provocazione, ma attenzione: le provocazioni sono sempre la "testa di ponte" per arrivare a muovere qualcosa e quel qualcosa mi fa molta paura.

Scusate se m'inalbero, ma una persona molto vicina a me ha subito questo genere di abuso, è stato irretito con regali favolosi; non aveva 12 anni ma 16 e quel porco maledetto (grande amico di famiglia) ancora oggi è libero di abusare di altri bambini-adolescenti inconsapevoli (perchè 'sti porci devono essere colti con le mani nel sacco). Le conseguenze è inutile dirlo sono state devastanti, anche se alla fine "tecnicamente (e mi vengono i brividi) questa persona era consenziente, ma totalmente incapace di rendersi conto di cosa gli stava accadendo.

...non so...

Non so...

Inviato: 2006/6/21 8:08
_________________
Non ho scelto la ragazza più bella, nemmeno quella più sexy o intelligente.
Ho scelto la ragazza che rideva più delle altre.
Che rideva con me.
E me la sono sposata.

E.Z.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Notizia shock...
Home away from home
Iscritto il:
2004/4/4 12:33
Da venezia
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Libro Bianco
Reazione a Catena
Messaggi: 3123
Livello : 43; EXP : 67
HP : 213 / 1066
MP : 1041 / 48471
Offline
02,ora, tutti siamo inevitabilmente infuenzati, ma in quanto tali non ne siamo coscienti e le nostre scelte ci sembreranno per tutta la vita esclusivamente nostre, come per danimanu la moralità stretta dei suoi genitori le ha impedito di fare cose che io ho fatto perchè l'ha detto l'autore d'un libro, un chitarrista o un improbabile fumatore che avrei potuto conoscere alle medie ( che di sicuro non si fanno vedere )
il sesso comporta tutta un'altra serie di cose quali affetto passione eccetera, ed è piacevole al di là della fisicità sopratutto per questo
ora, quando una persona sentirà di provare queste cose ( probabilmente sbagliandosi, mica bisogna sposarsi il proprio primo ragazzo, altrimenti sarei messa proprio male... il secondo m'andava anche bene, al terzo glielo sto proponendo continuamente ) ed il suo corpo sarà pronto, potrà avere rapporti, con qualsiasi sia l'oggetto del suo desiderio, sempre che l'oggetto sia d'accordo e non un oggetto
mi sembra sbagliato porre limiti d'età, perchè in una cosa così grande ( che escluderei totalmente da quella serie di cose che provocano competizione ) perchè solo il protagonista deve sapersi gestire l'esperienza
un dodicenne credo sia disinteressato a questo genere di cose, sopratutto verso gli adulti anche se magari sogna il compagno di banco, ma quello che potrebbe scandalizzarlo è tutto quello che religioni e morali dicono del sesso, più che l'atto in sè, per quanto in un successivo momento possa rimanere deluso, dalla persona con cui l'ha fatto
credo d'aver espresso bene il mio pensiero, quindi a meno che non mi si rivolga la parola direttamente spererei di non dover più intervenire

senza

Inviato: 2006/6/21 15:10
_________________
tu non hai una coscienza morale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti219196
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 64 utente(i) online (45 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 64

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 21
Ieri: 40
Totale: 5679
Ultimi: VanitaFlic

Utenti Online:
Ospiti : 64
Membri : 0
Totale: 64
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it