logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi




Il castello errante di Howl
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 52079
Offline
Non sapevo se aprire il thread qui o in Fumetti&Co, ma siccome "Hawl" è un lungometraggio cinematografico ed è tratto da un romanzo lo piazzo in Cinema&Letteratura...


Incredibile a dirsi, ho visto questo film solo oggi... Dopo averlo perso al cinema per motivi indipendenti dalla mia volontà , ora me lo sono procurato e finalmente mi sono piazzata lì a vederlo.

Oh, dirò, ne avevo sentito parlare come uno dei più scialbi film di Miyazaki quando invece è davvero grazioso... Un tantino lunghetto, un po' troppo zuccheroso e stucchevole sul finale, ma senza dubbio ci ho trovato alcuni dei personaggi più riusciti di tutta la filmografia del Master!

A partire da Howl, di cui mi sono invaghita Poi lo hanno fatto doppiare da Francesco Bulckaen, che ha una voce bellissima...

Mi è piaciuta molto la riflessione di fondo del film, che non credo fosse la guerra quanto la capacità di sopravvivere alla propria bellezza.

E come tutti i film di Miyazaki mi ha commossa chissà perchè, poi, alla fine hanno tutti un super happy ending...

Ah, splendide come sempre le musiche di Joe Hisaishi!


Inviato: 2006/5/18 22:50
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il castello errante di Howl
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/4/4 16:16
Da Biella
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 73
Livello : 7; EXP : 46
HP : 0 / 161
MP : 24 / 7346
Offline
Visto,
naturalemnte non al cinema e anche io per motivi indipendenti dalla mia volontà. il pomeriggio che lo abbiamo affiattato ce lo siamo guardati 3 volte di seguito, io, la sister, mia mamma e mio papà, tutti assieme.

sì, siamo una famiglia di adoratori di Miyazaki.
personalemente ho trovato il film molto bello, in classico stile, Miyazaki, pieno di luce e di ottimismo e con una carrellata di personaggi uno più divertente dell'altro ma...

...purtroppo c'è un ma: ho visto il film dopo aver letto il libro e mi duole ammettere che non regge il confronto, anche se devo dire che la sceneggiatura è molto diversa dalla storia narrata dal libro.

ti consiglio di leggerlo, l'autrice è un vero genio della letteratura per ragazzi: ha saputo costruire una storia per nulla sconta, divertente, coinvolgente, spassosa, dopo aver letto i primi due capitoli non potrai fare a meno di dire 'sembra scritto apposta perchè il Maestro ne faccia un lungometraggio animato.
Edito dalla Kappa edizioni


p.s.
leggendo il libro anche io mi sono invaghita del 'malvagio' Howl, come resistergli d'altronde...

Inviato: 2006/6/6 16:42
_________________
Portami tu la pianta che conduce/dove sorgono bionde trasparenze/e vapora la vita come essenza;/ portami il girasole impazzito di luce
E. Montale
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il castello errante di Howl
Quite a regular
Iscritto il:
2005/4/23 7:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 160
Livello : 11; EXP : 70
HP : 0 / 267
MP : 53 / 11337
Offline
Tò, mi era sfuggita questa discussione!
Il castello errante è un film molto molto bello, a parte il finale che ine ffetti non è un granchè, troppo tirato via. L'ho trovato molto complesso però, più ermetico di "Spirited away".. e per una votla dissento da Shoen (credo non sia mai successo, wow ):
Citazione:
Mi è piaciuta molto la riflessione di fondo del film, che non credo fosse la guerra quanto la capacità di sopravvivere alla propria bellezza

Non credo nemmeno io sia la guerra, anche se è un tema ancora importante, ma non credo nemmeno che sia la capacità di sopravvivere alla bellezza, quanto piuttosto la libertà. Howl usa la bellezza per rubare i cuori, perchè il suo l'ha sacrificato per la libertà, che considero tema principale anche perchè è esattamente quello che rappresenta il castello in sè.. Chissà chi di noi ha ragione, dovremmo chiederlo al maestro!

Ho comprato anche io il libro, lo leggerò appena finito quello attuale!

Inviato: 2006/6/6 17:39
_________________
I am the dark at the end of everything.

Il mio fotoblog più o meno serio
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il castello errante di Howl
Not too shy to talk
Iscritto il:
2004/6/6 17:12
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 79
Livello : 7; EXP : 83
HP : 0 / 170
MP : 26 / 7673
Offline
E' difficile giudicare un film suo. Perchè ti viene spontaneo metterlo a paragone con gli illustri predecessori e li, forse, lo trovi un poco sottotono. non ho apprezzato i paesaggi al computer, da lui non me li aspettavo proprio. Comunque rimane pur sempre magnifico, perlomeno fino agli ultimi cinque minuti. Ah, ecco che c'ha... secondo me Miyazaki che si confronta con lo spirito occidentale, stona.

Invece, una cosa che davvero non capisco è come si possano mettere a confronto un libro con un film. Inanzitutto perchè non può esistere nessun termine reale di paragone, fisicamente intendo. E' più o meno come dire che ti piace più la Gioconda della Divina Commedia, o più il paracadutismo della carne di cavallo... insomma ci siamo capiti... secondo poi, qual'è l'utilità di riportare piè pari un libro su video? non conviene leggere direttamente il libro, che risparmiamo fatica? Terzo ed ultimo: un regista deve esprimere ed imprimere sulla pellicola se stesso, non l'autore del libro. A parte che non è neanche detto che uno scrittore non si cambierebbe, pensate a Bilal e al suo immortal...

Ps: non lo prendete come un attacco personale, è soltanto una sfilza di pensieri confusi e assonnati, lo dico perchè a rileggerlo sembra spigoloso, ma è solo per via della mia pigrizia che non lo smusso... me ora pappa, poi ninna. 'notte

Inviato: 2006/6/7 1:25
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il castello errante di Howl
Home away from home
Iscritto il:
2005/3/17 17:33
Da Roma
Gruppo:
Utenti Registrati
Reazione a Catena
Messaggi: 1147
Livello : 29; EXP : 64
HP : 0 / 716
MP : 382 / 30536
Offline
Premesso che Miyazaki mi piace a prescindere...

Ho trovato bellissimo anche questo castello errante.. Howl un po' meno.

Sulla metafora che ci dovrebbe essere.. boh, non saprei se essa sia più la guerra o la vanità dell'essere. La seconda mi sembra sviscerata meglio, però esiste anche la prima.

Una cosa la voglio dire a chi ha detto che ci perde un po' nel confronto con la cultura occidentale. Beh, ho appena saputo da Solaris che anche Conan è di Miyazaki (la mia ignoranza non conosce limiti) al che il confronto ci scappa d'obbligo.

in questi due lavori trovo proprio che il maestro riesca a reinterpretare dal punto di vista orientale l'occidente che per lui è solo europeo. Anche le fortezze volanti che disegna ricordano sempre la seconda guerra mondiale, o anche la prima, ma non si vede mai un F-16 o uno Stelth. Anche i paesaggi con i tetti sempre a tegole, mai grattacieli. Il suo futuro è meravigliosamente intriso di passato, tale e quale al suo giappone.
Le sue storie pur non trattando esplicitamente il furuto lo costruiscono in quanto quello che ci aspetta cos'è se non la commistione della cultura orientale con quella occidentale? Un futuro che non nasce da astronavi ma dalla fusione, o meglio, dall'interpretazione del passato reciproco.

Miyazaki disegna la casa con la porta dimensionale usando generi architettonici comuni sia all'oriente che all'occidente (europeo). Il caminetto ad esempio è simile a quelli nipponici, ma anche a quelli dell'europa rurale. Siedono ad un tavolino occidentale, ma Howl fa il bagno all'orientale in una vasca occidentale.
Insomma trovo molto "avangarde" questo modo di fare.

Sul paragonare il libro alla sceneggiatura... mi associo a Flamio. Tant'è che a mio avviso un film può essere al massimo "liberamente ispirato" ad un libro.
Se non altro per il fatto che il libro gode del vantaggio di lasciarci liberi di immaginarcelo come vogliamo noi...

Inviato: 2006/7/30 18:23
_________________
proprio xké non vuole la pienezza, può vivere appieno senza chiedere altro (Tao Te Ching)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il castello errante di Howl
La principessa dei Saiyan
Iscritto il:
2003/11/2 22:05
Da Prateria australiana
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3529
Livello : 45; EXP : 65
HP : 223 / 1116
MP : 1176 / 52079
Offline
Non avevo mai considerato questo aspetto di Miyazaki... Ora che mi ci fai pensare, è vero. Si dovrebbe notare molto anche in "Porco Rosso", ambientato nel mar mediterraneo.

Inviato: 2006/9/2 11:40
_________________
"And in the end the love you take is equal to the love you make."

The Beatles
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti1811210
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 51 utente(i) online (33 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 51

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 18
Ieri: 16
Totale: 5668
Ultimi: Epifania60

Utenti Online:
Ospiti : 51
Membri : 0
Totale: 51
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it