logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms




Naviga in questa discussione:   1 Utenti anonimi



« 1 ... 3 4 5 (6) 7 »

Re: Tenere animali domestici
Home away from home
Iscritto il:
2004/2/23 15:27
Da Cagliari
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1219
Livello : 30; EXP : 38
HP : 0 / 734
MP : 406 / 33897
Offline
Qusto è proprio un bel minestrone.

Dico la mia.

Io Rispetto.

Il testo della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Animale è stato adottato dalla Lega Internazionale dei Diritti dell'Animale e dalle Leghe Nazionali affiliate nel corso della Riunione Internazionale sui Diritti dell'Animale tenutasi a Londra dal 21 al 23 settembre 1977.


--------------------------------------------------------------------------------

Preambolo

Considerato che ogni animale ha dei diritti;

considerato che il disconoscimento e il disprezzo di questi diritti hanno portato e continuano a portare l'uomo a commettere crimini contro la natura e contro gli animali;

considerato che il riconoscimento da parte della specie umana del diritto all'esistenza delle altre specie animali costituisce il fondamento della coesistenza delle specie nel mondo;

considerato che genocidi sono perpetrati dall'uomo e altri ancora se ne minacciano;

considerato che il rispetto degli animali da parte degli uomini è legato al rispetto degli uomini tra loro;

considerato che l'educazione deve insegnare sin dall'infanzia a osservare, comprendere, rispettare e amare gli animali.

Si proclama:

Art. 1 - Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all'esistenza.

Art. 2 - a) Ogni animale ha diritto al rispetto; b) L'uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali; c) Ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure e alla protezione dell'uomo.

Art. 3 - Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli; b) se la soppressione di un animale è necessaria, deve essere instantanea, senza dolore, nè angoscia

Art. 4 - a) Ogni animale che appartiene a una specie selvaggia ha diritto a vivere libero nel suo ambiente naturale terrestre, aereo o acquatico e ha il diritto di riprodursi; b) Ogni privazione di libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto.

Art. 5 - a) Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell'ambiente dell'uomo ha diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie; b) Ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall'uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.

Art. 6 - a) Ogni animale che l'uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita conforme alla sua naturale longevità; b) L'abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.

Art. 7 - Ogni animale che lavora ha diritto a ragionevoli limitazioni di durata e intensità di lavoro, ad un'alimentazione adeguata e al riposo.

Art. 8 - a) La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica o psichica è incompatibile con i diritti dell'animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale, sia di ogni altra forma di sperimentazione; b) Le tecniche sostitutive devono essere utilizzate e sviluppate.

Art. 9 - Nel caso che l'animale sia allevato per l'alimentazione deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà e dolore.

Art. 10 - a) Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell'uomo; b) Le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano degli animali sono incompatibili con la dignità dell'animale.

Art. 11 - Ogni atto che comporti l'uccisione di un animale senza necessità è un biocidio, cioè un delitto contro la vita.

Art. 12 - Ogni atto che comporti l'uccisione di un gran numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie; b) L'inquinamento e la distruzione dell'ambiente naturale portano al genocidio.

Art. 13 - a) L'animale morto deve essere trattato con rispetto; b) Le scene di violenza di cui gli animali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione a meno che non abbiano come fine di mostrare un attentato ai diritti dell'animale.

Art. 14 - a) Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo; b) I diritti dell'animale devono essere difesi dalla legge come i diritti dell'uomo.

Rispetto gli animali, come le persone, mi nutro di carne (non solo eh!) perchè è naturale, ma rispetto gli animali.
Chissà, magari quando rinascerò cavallo/gallina/maiale/agnello vedrò le cose da un altro punto di vista.
Saluti a tutti.

Inviato: 2006/3/17 12:19
_________________
Se a OzBlogOz imbocchi il vicolo giusto, puoi trovare di tutto... Di tutto di più.
(citazione di Sin City... rivisitata )
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Just popping in
Iscritto il:
2006/2/2 18:31
Da Umbria
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 20
Livello : 3; EXP : 20
HP : 0 / 55
MP : 6 / 2227
Offline
Citazione:

Manuel ha scritto:
Qusto è proprio un bel minestrone.

Dico la mia.

Io Rispetto.

[...]

Rispetto gli animali, come le persone, mi nutro di carne (non solo eh!) perchè è naturale, ma rispetto gli animali.


Chissà cosa pensano gli animali, di questo tuo modo di rispettarli!

E' come dire: io rispetto le donne, ma le violento.

E sul fatto che sia naturale, ti ho già risposto prima: scrivere sul pc e andare sull'automobile non è naturale, ma forse fai entrambe le cose.

Perché la natura la tirate in ballo solo quando vi fa comodo?

Ciao

Rat

Inviato: 2006/3/17 12:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/10/25 18:30
Da Montopoli di Sabina
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 792
Livello : 25; EXP : 35
HP : 0 / 608
MP : 264 / 26899
Offline
La situazione è questa, mi sembra: spesso chi, come Rat, è vegetariano, guarda con un misto di irritazione e malcelato senso di superiorità quelli che non lo sono. Nell'ammirare la tua sensibilità, Rat, sicuro indice di animo compassionevole, mi riservo il diritto di mantenere la mia posizione senza che mi si voglia far sentire in colpa, visto che proviene da una decisione maturata quanto quella, contraria, tua, e non di una semplice abitudine.

La questione dell'intelligenza degli animali va vista secondo me non con parametri umani ma naturali. Voglio dire, in natura le galline non troveranno un vetro davanti ai loro chicchi di grano, e perciò a cosa serve loro riconoscerlo? Gli animali hanno quel tipo di intelligenza che ha permeso loro di sopravvivere e riprodursi con successo. Sarebbe stupido un orso che non riconoscesse il miele o una scimmia che anzichè salire sull'albero va in groppa a un leone...insomma un animale che facesse qualcosa che è contrario a ciò che è geneticamente programmato per fare, e in questo senso di animali sballati non mi risulta che esistano.

x fenice: sì, è ovvio che quando ho raccolto il passerotto lo volevo portare dal veterinario e sperare di salvarlo, ma di fatto al 90% gli uccellini quando sono più di là che di qua vanno di là, e la prossima volta che me ne capiterà uno avrò di nuovo il dubbio se assecondare il mio impulso compassionevole ma in fondo irrazionale o lasciare che madre natura decida per quell'esserino.


Inviato: 2006/3/17 14:00
_________________
Se vengono messi di fronte / due specchi, riflettendosi a vicenda, / rivelano un vuoto profondo, / rivelano un vuoto infinito. ( Kikuo Takano)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Home away from home
Iscritto il:
2004/2/23 15:27
Da Cagliari
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1219
Livello : 30; EXP : 38
HP : 0 / 734
MP : 406 / 33897
Offline
Citazione:

Ratataplan ha scritto:
E' come dire: io rispetto le donne, ma le violento.
Rat


Diciamo che il paragane mi lascia al quanto perplesso
Quando mangio una "fetta" di carne, non faccio dei pensieri sconci sul cavallo, l'asino o la gallina che, a mia insaputa, hanno fatto quella fine.
Comunque, voltiamo pagina.

Questa notizia l'ho sentita oggi alla radio, dopo una ricerca in internet ho trovato una fonte.

Citazione: Dal sito "mednat"
Alcuni ricercatori italiani sono stati fra i primi a fare queste scoperte: "Le Piante hanno una testa pensante con la quale comunicano, prendono decisioni (anche in caso di difficolta'), ricordano, cioe' hanno memoria e perfino una sorta di autocoscienza".
Le Piante mettono in atto una trasmissione sinaptica identica a quella dei tessuti neurali animali.
Esse comunicano con le altre piante attraverso l'atmosfera ed il terreno stesso nel quale sono radicate.
Il loro cervello segreto e' nell'apice radicale delle radici ! e precisamente nelle cellule della zona detta di "transizione" esse comunicano fra di loro e quindi con tutte le cellule della pianta, per mezzo di neurotrasmettitori, come glutammato, glicina, sinaptogmina, acetilcolina, gaba; nella regione di transizione ci sono cellule con capacita' simili a quelle dei neuroni animali; hanno persino cura "parentale", cioe' dei loro figli !
Ormai e' tempo porre anche le Piante nel novero degli esseri intelligenti !

Che facciamo adesso... ci mettiamo ad ammazzare una latuga? Oppure violentiamo un cavolo?

Inviato: 2006/3/17 14:45
_________________
Se a OzBlogOz imbocchi il vicolo giusto, puoi trovare di tutto... Di tutto di più.
(citazione di Sin City... rivisitata )
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/27 20:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1409
Livello : 32; EXP : 22
HP : 0 / 780
MP : 469 / 36756
Offline
Un bambino, o un adulto non ha bisogno di carne. Questo è quello che mi da fastidio sentire. E' normale che le persone mangino carne, io non li reputo mostri, penso soltanto sia un fatto di diverse sensibilità e filosofie di vita. Ma per favore non dite che è essenziale mangiarla per la salute. Non lo è. I nutrienti che apporta si trovano tranquillamente nel regno vegetale, se ben organizzata una dieta vegetariana non crea alcun tipo di scompenso.


Inviato: 2006/3/17 18:27
_________________
"...una scelta che contrastava la natura, una scelta dello spirito. Improvvisamente è diventata una cosa voluta. (...)Prendo il cappello, me lo metterò sempre, ormai posseggo un cappello che, da solo, mi trasforma tutta, non lo abbandono più.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Home away from home
Iscritto il:
2005/4/18 10:04
Da Napoli
Gruppo:
Utenti Registrati
LI 2.0
Messaggi: 509
Livello : 20; EXP : 83
HP : 0 / 495
MP : 169 / 21210
Offline
Entro anche io nella discussione perchè voglio esprimere un mio parere in merito. Io personalmente ammiro i vegetariani, perchè anche a me fa tristezza mangiarmi un altro essere vivente, ma io odio le verdure (l'unica che mangio è la rucola), quindi mangio carne

Ma non non sopporto chi cerca di fare il moralizzatore, dato che non sopporto i moralizzatori. Chi mangia verdure dica io mangio verdure e non accusi chi mangia carne di essere uno pseudo mostro. Chi crede in una cosa, non deve imporre le sue convinzioni agli altri e non si deve neppure sentire superiore per le sue convinzioni, dato che nessuno di noi può stabilire in maniera esatta cosa sia giusto o cosa sia sbagliato. Chi parla di verità naturale stia ben attento a non ingannarsi, dato che a noi (razza umana intendo) non è dato conoscere la verità della natura, "è naturale" non è altro che una finzione del nostro occhio: a noi sembra che sia quello, ma non siamo abbastanza intelligenti per capire un qualche cosa a noi superiore.

Inviato: 2006/3/17 18:43
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Home away from home
Iscritto il:
2004/6/8 21:20
Da Brescia
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 1471
Livello : 32; EXP : 78
HP : 0 / 794
MP : 490 / 35984
Offline
Citazione:

Ratataplan ha scritto:

Però hai citato due animali indubbiamente carnivori: perché non parlare di quelli che mangiano solo vegetali, come i cavalli, i buoi, i rinoceronti, gli elefanti, o quelli onnivori, come l'orso che abbiamo in Italia?



beh, ma l'uomo non è già una citazione animale? l'hai detto, l'orso è onnivoro, così come l'uomo. Questo ci rende capaci di assumere tutto nelle giuste dosi, e la ragione ci permette di decidere di introdurre nel nostro corpo ciò che vogliamo, anche solo vegetali. Ma non tutti devono per forza seguire questa regola (quello che intendo è che chi è vegetariano non è contro-natura, fa semplicemente una scelta).

Citazione:

Inoltre loro non hanno la possibilità di cambiare alimentazione, mentre noi possiamo ragionarci su questo, e potremmo farlo benissimo.

Infine, se parliamo di natura, tu dici che dobbiamo rispettare la nostra natura, d'accordo, però dovremmo farlo in tutti i nostri comportamenti: parlarci tramite un pc non è molto naturale, così come usare l'automobile anziché andare a piedi, oppure l'aereo: se la natura avesse voluto farci volare, ci avrebbe provvisti di ali.

Rat


quando si parla della natura dell'uomo l'argomento diventa controverso, sono d'accordo con te. L'uomo è secondo natura nel momento in cui sfrutta le sue risorse e capacità intellettuali per creare qualche cosa che gli doni le ali di un'aquila o la velocità di una gazzella (tanto per rimanere in tema animale ). In sostanza credo che le vere ali l'uomo le abbia nella mente, e non trovo contronatura utilizzare un pc, è un normale processo evolutivo (così come lo compiono tutti gli animali). Il processo evolutivo, secondo Newton da quel che ricordo, si innesca nel momento in cui bisogna adattarsi ad un nuovo stile di vita. Ora, la necessità di progredire è insita nell'uomo, nella sua natura di essere pensante ed insoddisfatto. La sua inventiva non può essere frenata. Ma se un uomo non trova un'esigenza specifica nel modificare il suo stile alimentare, allora il processo di cambiamento e perciò evoluzione non si innesca. Secondo me questa logica fila liscia. E in effetti per quanto riguarda lo stile alimentare (ora trascendendo l'argomento vegetariano o no) contronatura l'uomo ci è già andato e il suo corpo lo conferma. Cellulite e smagliature si presentano oggi nelle ragazzine delle scuole medie, mentre fino a 50 anni fa erano probabilmente un problema legato solo all'infanzia. L'obesità e l'anoressia sono fenomeni contronatura, perchè il corpo si ribella a questo trattamento. Ma l'essere onnivoro (o vegetariano) di certo non lo è.

sono un pò di fretta, per ora rispondo solo a te, dite tutti cose molto interessanti comunque domani rispondo meglio!

Inviato: 2006/3/17 19:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Home away from home
Iscritto il:
2003/10/27 20:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Libro Bianco
Messaggi: 1409
Livello : 32; EXP : 22
HP : 0 / 780
MP : 469 / 36756
Offline


Hinao devi esserti confusa...cellulite e smagliature 50 anni fa erano un problema dell'infanzia?
Povere bambine

Inviato: 2006/3/17 19:47
_________________
"...una scelta che contrastava la natura, una scelta dello spirito. Improvvisamente è diventata una cosa voluta. (...)Prendo il cappello, me lo metterò sempre, ormai posseggo un cappello che, da solo, mi trasforma tutta, non lo abbandono più.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Just popping in
Iscritto il:
2006/2/2 18:31
Da Umbria
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 20
Livello : 3; EXP : 20
HP : 0 / 55
MP : 6 / 2227
Offline
Citazione:

dotterel ha scritto:
La situazione è questa, mi sembra: spesso chi, come Rat, è vegetariano, guarda con un misto di irritazione e malcelato senso di superiorità quelli che non lo sono.


Ciao, vorrei precisare che non sono vegetariano, sono vegan.

Inoltre non mi sento assolutamente superiore a nessuno, né sono irritato verso chicchessia.

Diciamo che per quanto riguarda gli animali, adotto uno stile di vita che procura loro meno sofferenza di quello di chi è onnivoro.

Solo questo.

Rat

Inviato: 2006/3/18 6:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Tenere animali domestici
Just popping in
Iscritto il:
2006/2/2 18:31
Da Umbria
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 20
Livello : 3; EXP : 20
HP : 0 / 55
MP : 6 / 2227
Offline
Citazione:

Manuel ha scritto:
Che facciamo adesso... ci mettiamo ad ammazzare una latuga? Oppure violentiamo un cavolo?


Ciao Manuel, il testo che hai trovato su mednat è alquanto impreciso e privo di fonte, e fa riferimento studi poco scientifici.

Comunque questo tipo di critica è abbastana frequente, tanto che esiste una faq apposita, la cui domanda è "Ma allora anche le carote soffrono!" che per comodità ti riporto pari pari:

-------

Volendo rispondere in modo serio a una affermazione tanto palesemente disonesta, possiamo dire che: innanzitutto, i vegetali non hanno un sistema nervoso, e quindi, anche se sicuramente sono in grado di reagire agli stimoli esterni, non possiamo catalogare queste reazioni come sentimenti.

Se anche così fosse, sarebbe un motivo in più per nutrirsi direttamente di vegetali anziché di cibi animali, perché per "produrre" carne la quantità di vegetali usata è molto maggiore di quella necessaria per il diretto consumo umano.

Inoltre, abbiamo molti dubbi sul fatto che chi pone questa domanda abbia davvero a cuore la sofferenza dei vegetali: se è così insensibile da non aver problemi ad ammazzare animali per cibarsene, quando gli animali sono palesemente esseri senzienti che soffrono, perché dovrebbe farsi problemi ad addentare una carota? Una critica del genere fatta a un vegano potrebbe essere presa sul serio solo se provenisse da un fruttariano. Un fruttariano si ciba solo di frutta, e così facendo non causa né morte, né danno alle piante, perché la frutta si stacca dalla pianta in modo naturale.

Chi è veramente interessato alla sofferenza delle piante, dovrebbe fare questa scelta.

Se l'obiezione è invece sollevata per "dimostrarci" che non siamo coerenti fino in fondo nella nostra scelta, lasciateci rispondere "Da che pulpito vien la predica"! Chi non si preoccupa minimamente di arrecare sofferenza agli altri può star tranquillo e non essere accusato di incoerenza perché ogni cosa che fa è lecita, è la coerenza del menefreghismo. Chi invece si preoccupa di causare il minor danno possibile deve essere "perfetto", pena il venir tacciato di incoerenza. Molto comodo!

Ma lasciateci dire che a noi della coerenza importa ben poco. Ci importa di fare il più possibile per minimizzare la sofferenza che arrechiamo, e il fatto di non poter essere perfetti non è certo una ragione per indurci a non fare niente del tutto.

-------

Il testo è tratto da www.saicosamangi.info.

Buona giornata

Rat

Inviato: 2006/3/18 6:12
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci






Puoi vedere le discussioni.
Non puoi inviare messaggi.
Non puoi rispondere.
Non puoi modificare.
Non puoi cancellare.
Non puoi aggiungere sondaggi.
Puoi votare.
Non puoi allegare files.
Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

[Ricerca avanzata]


Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti790543
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 57 utente(i) online (30 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 57

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 79
Ieri: 115
Totale: 6200
Ultimi: Virgie75S1

Utenti Online:
Ospiti : 57
Membri : 0
Totale: 57
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it