logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (Mercuzio64)


(1) 2 3 4 ... 16 »


Re: agenzia letteraria
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Caro Mario,
capisco benissimo quello che dici...
Vediamo la questione semplicemente da due lati opposti: io vedo il bicchiere mezzo pieno e tu quello mezzo vuoto
Di non farsi fregare (per non usare il termine giusto che è truffare) è il consiglio più giusto.
Ma le illusioni servono a volte...

Inviato: 2005/3/12 9:27
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Vizi, manie... segni particolari?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Ho trovato un'altra persona che mangia la pizza come me!!!!!!!!


Inviato: 2005/3/12 9:22
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Evitiamo gli Inglesismi!
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Entro nel discorso senza leggere i post precedenti...
però volevo dire: e perchè mai evitare?
La lingua è dinamica, inoltre è un segno di allargamento verso culture diverse... certo, all'inizio sembra tutto molto brutto, ma sono sintomi naturali del cambiamento...
Non credo sia un fenomeno contemporaneo, ma che sia da sempre così ed ogni volta a qualcuno piace e a qualcuno no. "Screenare", cara Dottorel, è senz'altro brutto, nel tempo lo accetteremo oppure lo cambieremo oppure scomparirà...
Ma resta che è un fenomeno costante impossibile da fermare...

Inviato: 2005/3/11 21:17
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Vizi, manie... segni particolari?
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Quanto spazio ho?

Va be... ne indico solo alcuni:

1) sono cerebrale (e stufo le persone)
2) fumo (di tutto)
3) sono onnivoro e onnibevero
4) la moto (ho solo quella! figuratevi quando passo a prendere una donna per uscire una sera d'inverno)
5) odio le discoteche (in Romagna non frequentarle pare essere una mania assurda!)
6) SCRIVO (ma non sono il solo qui)
7) canto (e pretendo che mi ascoltino)
8) mi piace la pizza napoletana (quella con l'impasto spesso ed elastico, mentre odio quella secca e sottile)
9) ho un tatuaggio, un orecchino e 22 cicatrici lungo il corpo
10) 11) 12) 13) 14)... vizi e perversioni sessuali ...

Inviato: 2005/3/11 21:09
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Intanto benvenuta... Arika... hai espresso il mio lungo pensiero in una riga e mezzo!

Ora parlo per me e di me: io so di scrivere discretamente. Lo dicono i commenti ricevuti in giro ma, soprattutto, lo sento, mi piaccio e non è solo amor proprio. Sono molto critico con me stesso e mi ci sono voluti 20 anni per iniziare ad apprezzare i miei lavori.
Ma non basta!
In primo luogo c'è quella stupenda cosa che non si può piacere a tutti.. la diversità. Poi c'è lo scrivere correttamente, "come si deve".
Chi direbbe mai male di Manzoni? Eppure c'è un abisso tra la prima stesura di "Renzo e Lucia" e i "Promessi sposi". Che poi revisione (o editing) se lo sia fatto da se o qualcuno l'abbia consigliato che differenza fa?
Se non so accorgermi dei miei stessi errori ben venga che lo faccia un'altro!
Come dice Imbrattacarte, caro Marioblanc, la difficoltà sta nel trovare il professionista serio...
...certo, però, che partire sempre malfidati fa male soprattutto al proprio fegato!
A me sembra che in Italia ci lamentiamo sempre di ogni cosa, però non si fa nulla, o quasi, per essere costruttivi o per far valere i propri diritti.
Sono assolutamente d'accordo con Mario che ci siano un sacco di truffatori ma... io non sono uno sprovveduto, mi lamento poco e i miei diritti, fino ad oggi, li ho sempre fatti valere!
Mi ripeto... si firma un contratto no? Bene, se non sono scemo, e quindi non mi accorgo se il lavoro è stato fatto con garbo oppure no, protesterò fino ad ottenere quanto mi è dovuto (l'ho fatta breve ma so già da me che è più complesso, ma non impossibile!).
Siccome non credo che le persone siano sceme per definizione, il mio consiglio rimane sempre lo stesso: arrotolarsi le maniche e non spaventarsi se i servizi costano...

Inviato: 2005/3/11 20:56
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Aiuto
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Cavolo!

L'avevo scritto li per li!!!

Inviato: 2005/3/5 13:51
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Aiuto
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Ho provato a pubblicare un testo relativo a Monet (prosa) avevo dimenticato il titolo e l'ho inavvertitamente inviato. Sembrava che tutto avesse funzionato ma... non lo trovo più! E' comunque possibile recuperarlo?

Inviato: 2005/3/4 16:41
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Mah! Scusate la polemica... che posto con grande calma...

A me pare che:

1) ci arrabbiamo se leggono il manoscritto ma ci chiedono soldi
2) ci arrabbiamo se vogliono solo uno stralcio anche se non ci chiedono soldi
3) ci arrabbiamo se ci rispondono affermativamente ma ci chiedono soldi
4) ci arrabbiamo se ci rispondono negativamente ma non ci chiedono soldi
5) ci arrabbiamo se c'è una prevalutazione per tutti
6) ci arrabbiamo se non c'è alcuna valutazione per qualcuno (la metà? l'ottanta per cento?)
7) ci arrabbiamo se pubblicano gli altri (famosi e no)

Dunque. Ci tengo a sottolinearlo: IO NON SONO IN GUERRA CON GLI EDITORI NE' CON GLI AGENTI LETTERARI!

(faccina sdrammatizzatrice!)

Io parto da un presupposto importante: se scriverò mai qualcosa di meraviglioso (ma meraviglioso in senso assoluto, non per me, per i miei amici, per i miei affidabili lettori), non ho dubbi che troverò che mi pubblicherà.
Perchè?
Perchè nessun editore (commerciante che sia) si lascerebbe sfuggire l'occasione...

Poichè scrivo (forse bene o forse no) in maniera "normale" ho già in preventivo che dovrò lottare per farmi scoprire perchè sono in mezzo alla folla di esordienti che, come me, pensano di aver fatto un discreto lavoro, comunque pubblicabile (se no non lo invierei ad un editore/agente).

Però... ho visitato i siti di alcune agenzie letterarie e quasi tutte (queste le reputo serie) informano su servizi e prezzi.
Il servizio di editing è utile! Qualcuno mi smentisca...
Costa? Si... Serve? Tantissimo... ma proprio tantissimo tantissimo... non per pubblicare, non in funzione della pubblicazione, bensì in funzione del miglioramento del proprio lavoro.
Per pubblicare non basta aver fatto un buon lavoro (a meno che non sia unicamente meraviglioso - vedi sopra -).
Ora, quanto mi costa? Lo so... c'è scritto... troppo? Beh... quanto tempo ci mettete a leggervi un libro? A segnarlo in rosso? Ad aggiungere commenti e suggerimenti? Tre giorni? Ammettiamo... tre giorni a 50 euro al giorno di media.
Beh! Scusate... io guadagno di più e, forse, mi snervo meno che non a correggere obrobri (perchè capitano anche quelli a chi "corregge" di professione).
No... mi sembra che tutto funzioni bene nel servizio di editing.
Passo successivo: pubblicare...
Beh... questo è un'altro discorso... ma a me piace fare un passo alla volta!
Se qualcuno pensa che l'agenzia offre il pacchetto vacanze (editing, coccole, pubblicazione e ricchezza)... ok... gli regalo una sveglia per destarlo dal mondo dei sogni...

Scusate

MA QUANDO CI VUOLE CI VUOLE!!!


Inviato: 2005/3/4 16:03
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Troppo grassi per le case editrici...
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Buon tempo di neve!

La mia proposta è stata etichettata come un laboratorio di scrittura, ma non è realmente così.
Io ho proposto di postare ognuno un racconto breve (max 2 cartelle) al mese e, al posto dei commenti, proporre la riscrittura del racconto stesso.
Una "cosa tra scrittori" che nasce in funzione dello scambio e non dell'imparare (anche se insegna).
Lo definirei, piuttosto, una serata culturale che non un laboratorio di scrittura.
Infatti l'autore rimane proprietario dell'opera e la mette online in modo di vedere, attraverso il contributo degli altri, in quanti altri modi potrebbe venir scritta.
Ovviamente si possono rimaneggiare i singoli pensieri, non la struttura né, tantomeno, la trama.
Sarebbe utile... se si facesse o se interessasse...
Si tornerebbe alle serate da club di scrittori in cui queste bellissime situazioni si creavano continuamente...
Per concludere: saremmo ognuno editor degli altri... e gratis questa volta!!!
(Per ora non ha avuto successo e me ne dispiaccio, perchè poi questi discorsi di editing, agenzie serie, editori seri, li sento un pò come un passo... successivo)
Per mia fortuna ho qualcuno con cui riesco a fare questo splendido lavoro e devo dire che è servito a me per migliorarmi e, ad altri, addirittura per pubblicare...
Allora la domanda è: come mai eseguire un lavoro così sarebbe tanto utile ma nessuno lo cerca?
Una volta postai, a proposito di editori, editing, ecc. che in ognuno di noi spaventa l'idea di ammettere, di fronte ad un rifiuto, di aver fatto un lavoro, non dico brutto, ma appena sufficiente... qualche ira me la tirai addosso...

Inviato: 2005/3/4 15:36
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: agenzia letteraria
Sostenitore di OZoz
Iscritto il:
2004/3/2 21:38
Da Forlì
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 261
Livello : 15; EXP : 11
HP : 0 / 352
MP : 87 / 16250
Offline
Non posso, purtroppo, dare un contributo diretto. In un altro sito, non me ne voglia ozoz, ci sono liste di editori e agenzie corredate delle esperienze degli esordienti.
Alcune sono punteggiate di sorrisetti deliziati altre di diavoletti incazzati, altre ancora di un pò e un pò.
Quel pò e un pò mi fa pensare: come mai la stessa agenzia (o casa editrice) viene percepita positivamente ma anche negativamente?
Ho due risposte: la prima è che le percezioni sono questioni personali, la seconda che ognuno ha, del proprio lavoro, un giudizio più o meno critico e quando questo non viene riscontrato allora "non è colpa mia" ma di chi ha valutato il mio lavoro.

Comunque non volevo parlare di questo.
L'America... la realtà dell'agente letterario, se serio, la trovo molto positiva. Qualcosa del genere in Italia manca.
Io penso all'agente (intendo quello che crede nel tuo lavoro) all'interno di un rapporto umano dove ricevi coccole (allora quando lo finisci il libro?) e schiaffoni (il tuo ultimo lavoro è tutto da revisionare)!!!
Questo è il più bel rapporto che io, scrittore esordiente narcisista e infantile, vorrei aspettarmi. Essere spronato quando non produco, essere coccolato quando mi dispero, essere sgridato quando perdo la mia verve e il mio stile.
Un sogno? Forse... ma un sogno più facilmente realizzabile dei 7.000 euro/10.000 copie vendute o (in libreria) della 13° gratuita!!!
Esistono agenti letterari così? Se no... dovrebbero... perchè la furbizia è sfruttare le potenzialità e non sprofondare da una sicurezza!
Quest'ultima affermazione, però, racchiude tutto il senso del mercato editoriale italiano, che però mi pare in crisi.
In America, forse, si pubblica e si vende proprio perchè esistono agenti ed editori disposti a rischiare su un cavallo vincente, no di certo su un brocco.
Come sapere se si è vincenti o brocchi?
Intanto un'autocritica sincera, poi una critica esterna altrettanto sincera. Ma se la sincerità fa male non imparo niente!
Se poi me la fanno anche pagare, allora tutto mi sembra troppo esoso!
No... io credo che pagare anche 150-200 euro per una valutazione e una correzione seria al proprio lavoro sia come l'aver frequentato un corso di scrittura, dal prezzo sensibilmente più alto!
Come ottenere serietà?
All'approccio. Insomma... agenzia o editore, un contratto lo si firma! E ha delle regole, un contratto! Queste regole sono diritti e doveri. Vanno rispettati e fatti rispettare, esordiente, famoso, capace o no.
Allora, qualche faccina sorridente in più e qualche diavoletto incazzato in meno, è probabile che si vedano...

Inviato: 2005/3/2 18:26
_________________
-Assolutamente scostante-
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 ... 16 »




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti1366477
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 54 utente(i) online (31 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 54

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 13
Ieri: 79
Totale: 6186
Ultimi: CarmelKoch

Utenti Online:
Ospiti : 54
Membri : 0
Totale: 54
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it