logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (morrissey)




Re: cercasi criteri standard per iscrizione a concorsi
Just popping in
Iscritto il:
2011/8/11 21:41
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3
Livello : 1; EXP : 10
HP : 0 / 2
MP : 1 / 66
Offline
Grazie della risposta, Ozoz! Immaginavo il marasma che dici (da cui anche la descrizione un po' grottesca che ho fatto di alcune situazioni) ed è una buona idea quella di premiare quei concorsi che sono organizzati bene, selezionando - da parte nostra - solo quelli che paiono dotati di procedure più comode (ribadisco che per me è più una questione di praticità che di costo, Panzer, ma hai ragione nel dover scegliere poche iniziative e ben fatte!).
Grazie ancora e buon lavoro.

Inviato: 2011/8/14 22:01
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: cercasi criteri standard per iscrizione a concorsi
Just popping in
Iscritto il:
2011/8/11 21:41
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3
Livello : 1; EXP : 10
HP : 0 / 2
MP : 1 / 66
Offline
Mi sembra che la tua risposta si contraddica un po' con quanto esponi a proposito dei concorsi a pagamento: lì mi sembra che giudichi eccome il "servizio" che ti viene offerto ...Senza contare che, a prescindere dai contributi, chiunque ha il diritto di fare proposte, mi sembra; non c'è bisogno di fare alcun colpo di stato o di imprigionare i dissenzienti... Mamma mia, che linguaggio apocalittico!

Inviato: 2011/8/12 14:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


cercasi criteri standard per iscrizione a concorsi
Just popping in
Iscritto il:
2011/8/11 21:41
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 3
Livello : 1; EXP : 10
HP : 0 / 2
MP : 1 / 66
Offline
Spett.le redazione di Ozoz.it
Devo innanzi tutto complimentarmi e ringraziarvi per l'eccellente servizio che svolgete, attraverso il vostro preziosissimo portale. Vi considero da tempo l'anticamera della mia palestra. Che e' poi il luogo naturale dell'atleta non professionista. Fuor di metafora, non esistendo scrittori di mestiere, lo scrittore amatore si cimenta nella propria attività essenzialmente attraverso l'eterna gavetta dei corsi&concorsi.

Si', ogni tanto ci scappa una pubblicazione per gli amici, se il piccolo editore non è esoso e i conti in tasca lo permettono, ma alla fine picchiettiamo la tastiera per noi stessi, cogliendo talvolta, se almeno si sanno i congiuntivi, la saltuaria possibilità offerta dall'associazione, ente, editore presso i quali indirizziamo saltuariamente gli sforzi. E ciò grazie a voi, non neghiamolo, che ci rifornite di occasioni a profusione e senza posa.

Il preambolo era non solo per ringraziare, ma anche per proporre.

Una breve premessa, prima.

Affaccendato da due o tre concorsi simultaneamente (capita di avere talvolta un po' di materiale che, con un pizzico di auto indulgenza, si ritiene sfruttabile), mi accingo a spedire (e secondo me ce n'e' davvero tanti, nella mia situazione).

Avevo un racconto breve, uno lungo e un romanzo. Il racconto breve dovevo stamparlo in sei copie, allegare una ricevuta per il pagamento (20 euro) e un breve curriculum; poi il racconto in formato digitale, che significa un cd-rom: centinaia di MB per qualche byte di Word. e va be'. Il racconto lungo bastavano quattro copie ma poi c'era anche qui la copia digitale (un altro cd), la scheda di partecipazione, la ricevuta del pagamento (25 euro), un curriculum vitae e si chiedeva anche di scrivere da qualche parte dove avevamo sentito notizia del concorso (su Ozoz, naturalmente!). Il romanzo andava spedito in duplice copia, si accontentavano del cartaceo, questa volta, ma fascicolato; solo su una delle due copie i dati dell'autore, l'altra anonima. Il fascicolamento ha comportato un piccolo esubero nel peso del pacco postale rispetto ad una normale spedizione prioritaria, ma l'arte vale bene qualche sacrificio. C'era anche qui da allegare un paio di liberatorie, un giuramento e tre dichiarazioni; poi la solita ricevuta (25 euro), con la scocciatura supplementare che, mentre ormai i cristiani di forniscono l'IBAN, cosicché puoi fare le operazioni con l'home-banking, qui si dava giusto il numero di CCP, così dovevi compilare il bollettino!

Ma ho fatto solo tre esempi, tre piccole fatiche successemi a gennaio.

Se spulciate ogni tanto tra i regolamenti dei centinaia e centinaia di concorsi di cui date notizia, le condizioni di partecipazione sono tra le più varie e disparate (o disperate); e talvolta di sadica natura, vien da dire. Ci sono quelli che chiedono 12 copie, una con dati le altre anonime; quelli che chiedono la identificazione con un "aforisma" e che sia inserita, insieme alla pubblicazione, anche una busta coi dati e sul frontespizio l'aforisma; quelli che chiedono i contanti in busta come iscrizione; quelli che pretendono la posta normale, la raccomandata, la raccomandata con ricevuta di ritorno, la raccomandata in cui fa fede la data del timbro postale e quella in cui fa fede la data di riscossione (!). C'e' un editore che ha chiesto addirittura il racconto digitale su floppy disk (estinto da tempo)!

In breve, un autore perde più tempo nella preparazione della spedizione e nella spedizione stessa che nello scrivere!!

Forse vi sopravvaluto, ma… non e' possibile avviare presso gli editori un processo di standardizzazione per l'iscrizione a concorsi letterari, in modo da semplificare le procedure?? Un esempio di procedura standard:

1) L'iscrizione ad un concorso avviene via mail, contestualmente all'invio dell'opera (anonima), che dovrà essere allegata in un formato video-scrittura o pdf (qualunque editore serio ha il software necessario per leggere odt, doc, pages, rtf e quant'altro, qualunque editore serio ha un anti-virus per cautelarsi contro l'eventuale danneggiamento derivato dai file inviati dagli autori, qualunque agenzia letteraria o editore serio oggi ha giurati o personale disponibile a leggere i file digitali anziché il cartaceo, peraltro molti dei formati di video-scrittura sono letti anche da iPad e eBook);

2) Con la semplice iscrizione, dovrebbe valere l'automatica dichiarazione che le opere sono frutto dell'ingegno dell'autore;

3) I dati dello stesso dovrebbero comparire nel corpo della mail. Peraltro, disponendo della mail, l'editore può richiederli quando vuole;

4) per il pagamento di un'eventuale quota, l'editore fornisce l'IBAN di un CC e l'autore provvede nei tempi stabiliti al versamento, eventualmente citando il numero CRO (identificativo dell'operazione bancaria) nel corpo della stessa mail.

Vi ringrazio per l'attenzione e ancora per il lavoro che svolgete.

Autore in stato di perenne gavetta, stufo di stampare stampare stampare stampare stampare...

Inviato: 2011/8/11 21:50
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti6250691
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 48 utente(i) online (30 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 48

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 62
Ieri: 92
Totale: 6349
Ultimi: HelenRusse

Utenti Online:
Ospiti : 47
Membri : 0
Totale: 47
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it