logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (shubabi)


(1) 2 3 »


Re: Il dottor Caso e il Signor Belle Speranze.
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Carissima,
con tutta l'oggettività del caso...umilmente ti confido- per esperienza -che hai fatto benissimo a cedere le tue "grazie" letterarie alla casa editrice piccola ma non vampira.
Pensandoci bene, infatti, il concetto di casa editrice "piccola" è fuorviante e secondo me non si può fare una selezione basandosi sulle dimensioni di un editore. Ma nel momento in cui l'editore decide di pubblicarti e fa il grande gesto di non chiederti un contributo (perchè dovrebbe? non è una tipografia!) e magari di concederti una percentuale sulle vendite (perchè no, anche bassina...ma vabbè...) ti sta già dimostrando sottilmente che farà tutto il possibile per promuovere il tuo lavoro visto che a) non c'è contributo dell'autore, quindi il libro deve "vendere" b) l'obbiettivo del guadagno è un motore decisamente più forte del semplice "pagamento" effettuato dall'autore.
Non spaventarti quindi se il tuo editore è piccolino: nelle sue minime dimensioni, ergo con le possibilità che ha, cercherà di trarre il massimo dall'investimento fatto su di te e sul tuo libro. E' altresì vero che molti autori hanno pagato per le prime pubblicazioni e poi sono stati magari scoperti da case editrici celebri e di dimensioni ragguardevoli: ma, detto fra di noi, sono casi estremamente rari.
Se hai ancora dubbi, pensa che esiste un mercato delle letteratura; se porti la farina al panettiere, perchè mai dovresti pagare anche il pane? Il panettiere non può guadagnare su di te, ma CON te.
In bocca al lupo

Inviato: 2009/7/21 12:45
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Alet Edizioni
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Chissà se qualcuno conosce come è nata questa casa editrice? e se è affiliata a qualche casa editrice maggiore? Grazie

Inviato: 2009/5/20 15:42
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il blocco dello scrittore
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
La carenza di idee, temo.
Il bello è che molti scrittori professionisti trovano sempre il modo di ovviare a questo disagio ma, dopo attenta lettura, è quasi impossibile non accorgersi che c'è un bluff nell'invenzione.
Credo anche che l'unica "cura" per chi soffre di blocco creativo sia il tempo, unito e parallelo ad abbondante lettura.
Comunque vale anche la regola che piuttosto che scrivere idiozie è meglio starsene zitti di fronte alla pagina bianca

Inviato: 2008/7/18 12:09
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Prima di sparire
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Ho una feroce antipatia (personale) per Mauro Covacich ma purtroppo i suoi libri mi piaciucchiano. Cerco opinioni sul suo ultimo romanzo: vorrei comprarlo, mi sembra accattivante (anche se un po' troppo autocannibale) ma se mi date qualche breve recensione mi aiutate...a comprare altro o a contribuire al conto corrente del Maurino.

Inviato: 2008/5/30 15:31
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Un discreto insuccesso
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Ma dài, su! non amareggiarti troppo!
Un mio amico scrittore (ora conosciuto come tale) mi ha sempre detto che la prima pubblicazione è meglio che finisca nelle "mani" di editori più grandi, non di lettori.
Insomma, metti caso che la tua opera (o la recensione ad essa relativa) finisca sotto l'occhio di qualche esperto del settore già addestrato da una casa editrice più "potente"?
Detto fra di noi, ti riporto il pensiero del mio amico più fortunato a cui ho sempre risposto con un secco "ma famme er piascere".
Insomma, non abbatterti, il tuo è già un ottimo traguardo. Le case editrici fanno quello che possono, se sono piccine la promozione è piccina.
Se vuoi, aiutati che l'editore t'aiuta. Non so, per farti un po' di sana pubblicità, bacia Ammaniti sulla bocca davanti ai flash dei fotografi, fai un calendario nudo, incatenati davanti ai cancelli della tua casa editrice.
Oppure sii felice così, quello che ti è successo è premio e punizione insieme. Vedrai che una svolta (in un senso o nell'altro) ci sarà.
See you.

Inviato: 2008/4/7 9:36
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


le voci della luna
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
chi segue/legge/ha news della rivista collegata al circolo culturale omonimo?
grazie a tutti

Inviato: 2008/3/28 12:24
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: gentili arzy e smoje...
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Mi accodo a tutti i vostri commenti a seguito del post di sanchez.
Vi vorrei raccontare una storia. Molti anni fa ho conosciuto (ora perso di vista) un ragazzo molto particolare, di professione artista poliedrico (del genere scultore-pittore-cuoco-psicologo-poeta). Ci siamo ritrovati in tre dentro un auto, quella di un giornalista nostro comune amico che ci portava allegramente in quel di Abano Terme, alla corte del sig. Giancarlo Marinelli. Io andavo là per una conferenza (Marinelli relatore del mio romanzo, ovviamente pagine lette da lui=zero), il mio nuovo amico, tale X, per rifilare al suddetto Marinelli il suo libro di poesie, pubblicato a pagamento presso una miniminiminicasa editrice a un prezzo relativamente esorbitante.
Scena: X si avvicina al Marinelli, che nel frattempo, circondato da veline, letterine e insomma tutto un coro di innamorate (in effetti è bellino e ho sempre rimpianto di non essermi fermata a dormire nell'hotel che mi aveva prenotato...), con fare garbato e gentile gli consegna la sua opera che, detto fra di noi, era piuttosto graziosa. Sorrisi e baci tra i due.
Il tempo di girarsi e mentre io bevo il mio terzo calice di prosecco e ingollo il quinto rotolino di pasta sfoglia con wurstel, il Marinelli dà un'occhiata al librino, lo sfoglia e malamente lo getta in un tavolo qualsiasi e ritorna al suo harem. Non saprei, ma questa scena mi è rimasta nella memoria. Insomma, in un mondo dove le case editrici si fanno pagare, i relatori delle conferenze parlano per 2 ore di libri mai letti e le recensioni si comprano, beh, i casi positivi si contano su una mano. Che dire, fortunato a chi capita di pagare ed essere poi, nel tempo, ripagato.
Però, per me, generalmente le cose non stanno così.

Inviato: 2008/2/4 16:12
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: E tu che stile hai?
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Ha! bella domanda. Io fino a 23 anni scrivevo in maniera completamente anomala: prolissa, ampollosa, più barocca che si può. Roba che se adesso mi rileggo mi addormento o mi viene da ridere.
Poi l'uomo che ho amato di più nella mia vita mi ha lasciato per un'altra, si è sposato e ha figliato. Risultato? Tutto il mio romantic style, tutta la poesia che avevo dentro e l'interesse quasi maniacale per l'analisi e la ricerca dei dettagli nonché lo sciabordio delle metafore, puff!, sparito tutto.
Vuoi o no, la sofferenza mi ha impoverito lo spirito. Adesso scrivo in maniera talmente arida che mi faccio paura...
Un abbraccio

Inviato: 2008/2/4 13:20
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Allende...non pensavo mai
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
Beh, francamente anche io sono una "fan" della Allende, anche se negli ultimi anni il suo piglio è diventato meno accattivante e i romanzi sono un po' deboli. Sarà perché pare si sia sempre impuntata ogni 8 gennaio di ogni singolo anno a iniziare una nuova opera? Dopotutto ognuno ha il suo metodo...
La casa degli spiriti è stupendo. Secondo me gran parte della letteratura latinoamericana è molto piacevole, anche se molti temi diventano ripetitivi (la colonizzazione, la "selva", il gaucho, le dittature, la magia). Se vuoi provare una cosa veramente "strong" ti consiglio Manuel Puig e soprattutto il suo Il bacio della donna ragno. Un romanzo particolarissimo, uno spaccato di vita sociale e una struttura secondo me rarissima da ritrovare anche dalle nostre parti. Peccato che sia un romanzo non molto facilmente rintracciabile nelle librerie. Prova.
Ciao

Inviato: 2008/1/24 17:08
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Firenze Libri, c'è da fidarsi?
Just popping in
Iscritto il:
2007/9/12 13:18
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 30
Livello : 4; EXP : 22
HP : 0 / 80
MP : 10 / 2886
Offline
no no no no, scappate tutti dalla Firenze Libri! Il veicolo del concorso "L'autore" è sempre lo stesso...
Se può esservi di conforto, a distanza di quasi dieci anni dal contratto (ovviamente rifiutato da me) che mi spedirono (con le caratteristiche evidenziate dal post), ricevo ancora inviti a partecipare al concorso annuale, per non parlare delle proposte di pubblicazione.
Problemino: l'acquisto delle "poche" copie da parte dlel'autore è di ben 300 copie...a prezzo di copertina.
No words.
Shu

Inviato: 2008/1/11 17:18
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 »




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti2466686
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 54 utente(i) online (26 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 54

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 24
Ieri: 92
Totale: 6346
Ultimi: TaraBottri

Utenti Online:
Ospiti : 54
Membri : 0
Totale: 54
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it