logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (Armandillo)


(1) 2 3 4 ... 25 »


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
>> non demonizzerei in questo modo l'idea dell'e-book
[...]
in sé i surrogati digitali, le imitazioni elettroniche di libri sono utili per vari usi, ma non A PAGAMENTO; i surrogati digitali vanno bene finché non si tenta di metterli A PAGAMENTO, poiché allora innescano tutto un circolo vizioso che va a limitare la vostra libertà


>> dopotutto se ci pensiamo una volta gli uomini scrivevano sulla >> pietra
[...]
poi trovarono il supporto scrittorio ideale e la forma perfetta per gli oggetti da lettura (i libri); il libro di carta è il supporto perfetto per la lettura, la sua tecnologia è molto più avanti di qualsiasi dispositivo di riproduzione per surrogati digitali di libri (che hanno infinite deficienze e incolmabili lacune); ma vogliono far pensare il contrario alla gente perché troppo attirati dal pensiero di non cedere il diritto di possesso dei loro titoli (parole di certi editori)

> si dovrebbe trovare una soluzione ragionevole
[...]
è presto detto: gli editori rinuncino a vendere gli ebook a pagamento e li offrano gratis, come ognuno sa 1 download = 1 nuovo potenziale acquisto; questo sarebbe ragionare; sragionare invece è voler istituire un monopolio digitale per riprodurre la situazione della vita reale, perché cominciano a mettere restrizioni sui surrogati digitali, poi a cancellare i siti dove si mettono i surrogati digitali in condivisione, quindi attaccano i siti di scambio file torrent (in aperta malafede ppoiché essi contengono anche materiale in creative commons, freeware e di pubblico dominio), infine, presa baldanza, si lanciano apertamente e senza più pudore contro i siti di esclusivo materiale freeware e di pubblico dominio (cosa che sta avvenendo in Italia con la lobby che fa le norme e poi le presenta a nome di altre autorità), colpevoli di catalizzare troppo l'attenzione dei navigatori

> per riuscire a far acquistare i file PDF con il vincolo di non poterli > copiare e ridistribuire, ma quale? impostare una chiave di sblocco > del file non servirebbe a niente perché basterebbe distribuire
> anche la chiave, boh... non mi viene in mente altro
[...]
a me invece viene in mente che il martellio del copyrightismo riesce talmente ad alterare la percezione della realtà da far pensaare a tanti ciò che hai scritto più sopra: in primo luogo tu sei un privato cittadino che non deve sentirsi obbligato a difendere i profitti altrui, in secondo luogo non è vero che lo scambio file danneggia il business; basta cavalcarlo invece di avversarlo: l'editore rilascia gratuitamente l'ebook una volta a pagamento e quello, circolando, gli fa da GRATUITO traino pubblicitario per il libro di carta, l'unico che si può vendere

se c'è tutto questo accanimento nell'ebookizzare a pagamento le persone non è per il profitto immediato (tutti gli ebookisti a pagamento sono in forte perdita), ma per arrivare ad avere il MONOPOLIO della proprietà dei titoli librari; espropriando la gente del diritto al possesso e alla rivendita dei libri reali di carta, per ELIMINARE il mercato dell'usato, per spadroneggiare coi prezzi (se un ebook a pagamento vogliono farlo costare 10 volte tanto da un minuto all'altro, POSSONO FARLO! e se la gente ne ha uno streetto bisogno e non esiste copia cartacea, SONO COSTRETTI a SPENDERE 10 volte tanto! Ecco lo scherzetto che si prefigura con l'ebookismo a pagamento, dove tu non hai diritto a possedere ciò per cui paghi

> con il formato digitale puoi fare copia/incolla all'infinito
[...]
per questo COPIARE un surrogato digitale e condividerlo NON È UN FURTO come la retorica copyrightistica martella e insieme è la ragione per cui non si può fare dell'oggetto digitale, copiabile e riproducibile, un commercio uguale a quello che si farebbe di un bene fisico

> e se ti metti dalla parte dei produttori
[...]
perché mi ci dovrei mettere? Mi danno un qualche compenso? Lo stesso ragionamento lo fecero i simpatizzanti del nazismo (vedi il libro I VOLENTEROSI CARNEFICI DI HITLER che si MISERO NEI PANNI delle SS e della GESTAPO a tal punto immedesimandosi da denunziare e fare la spia contribuendo a spedire migliaia di uomini ai campi di concentramento CHE NULLA GLI AVEVANO FATTO; è un meccanismo molto conosciuto e dipende dal potere di SUGGESTIONE esercitato in un caso dal nazionalsocialismo e nell'altro dal copyrightismo eccessivo. Ognuno si guarda gli interessi suoi, gli ebokisti a pagamento non aspirano al GUADAGNO (legittimo) ma al LUCRO SMODATO e al MONOPOLIO UNIVERSALE!

> se pensiamo a tutti quei milioni di libri specialistici,
> tecnico-scientifici, informatici, matematici, manuali di ogni sorta,
[...]
che l'ebookismo a pagamento fa sparire dagli scaffali delle biblioteche pubbliche e dalle librerie private (una libreria di libri reali si tramanda, una collezioe di ebook a pagamento può andare persa per sempre per i figli e nipoti se il papà muore infrangendo il lettore, e i figli non conoscono le credenziali dell'account collegato al suo lettore di surrogati digitali (il problema non si pone per gli ebook a pagamento che si scaricano in locale sui comuni pc, ma i pc si possono rompere molto prima dei libri reali di carta che comunque durano secoli), puff... tutto svanito e soldi gettati al vento e conoscenza andata perduta evviva l'analfabetismo di ritorno!

>sarebbe un bene, per il nostro pianeta soprattutto, produrli
> soltanto in formato digitale
[...]
per niente! non hai letto la demistificazione delle bugie messe in giro dagli ebookisti pagamento per avere i tuoi soldi? Non i LIBRI INQUINANO , ma i processi necessari a costruire i lettori di surrogati digitali che devono essere alimentati (= + energia) e più energia vuol dire più inquinamento; i libri di carta che male ti fanno? Guarda che molte delle cartiere hanno le proprie piantagioni e non è vero che i libri uccidono gli alberi: la carta si fa anche dagli stracci, l'argomento albero poverelli è sfruttato dagli ebookisti a pagamento per ingenerare sensi di colpa nella gente

Inviato: 2013/9/24 20:54
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
> ma quindi i libri in formato PDF
[...]
i LIBRI sono quelli REALI DI CARTA, i SURROGATI DIGITALI non consistono che in TESTO, perché un libro è molto più del TESTO che contiene, tanto che lo stesso TESTO a seconda che venga stampato e progettato da mani più o meni esperte di tipografia, sarà più o meno gradevole al tatto, alla vista, all'olfatto ecc... e anche alla lettura

> che ogni tanto si trovano in giro (non chiedermi dove, perché non so > nemmeno io come li ho avuti... forse da amici) non sono e-book?
[...]
ma cosa vuol dire e-book = (electronic-book) che è un modo abbastanza supponente per connotare in maniera positiva ciò che nasce come forma deteriore dell'oggetto libro che è un perfetto prodotto di ingegno e manuale (la carta e la rilegatura, la scelta dei caratteri, il modo di impaginarli ecc... e intellettuale? (il contenuto).

se lo traduciamo e diciamo libro elettronico, ti sembrerà già più vicino alla sua natura di medium inferiore rispetto al libro reale.

tu hai un libro in casa; lo scansioni per tuo comodo, ne hai creato il surrogato digitale

vai sul sito di liberlibri, scarichi un testo che ti interessa; hai scaricato un surrogato digitale

e perché allora l'industria vuole farti chiamare il surrogato digitale e-book?

capisci subito che si tratta di marketing, come il miele per attirare le mosche: l'industria degli ebookisti a pagamento ha un serio problema da risolvere:

come facciamo, essi si dicono, a far spendere la gente per delle mere LICENZE che non gli danno il diritto di possesso di ciò per cui spendono?

spacciando per buono ciò che è cattivo: molte cose che, chiamate nostranamente, passerebbero in second'ordine, chiamandole all'inglese paiono più di ciò che sono:

ed ecco allora gli ebookisti a pagamento architettare le campagne per invogliare la gente che non legge (il lettore forte l'e-book a pagamento lo schifa infatti) a privarsi della moneta per arrivare NON POSSEDERE ciò per cui sborsa soldi, ecco apparire quelle curiosissime notizie che il giornalismo pigro ridiffonde senza alcuna verifica del tipo:

LE VENDITE DEGLI E-BOOK A PAGAMENTO SUPERANO QUELLE DEI LIBRI DI CARTA (ma quando mai? e poi si scopre che non è così)

GLI EBOOK A PAGAMENTO SALVANO L'AMBIENTE (ma quando mai? i componenti dei dispositivi portatili di lettura inquinano assai di più, immagina solo la plastica che non è biodegradabile, i metalli pesanti che ci sono dentro questi dispositivi e nelle batterie, l'energia elettrica necessaria a farli funzionare (e produrre energia inquina) e considera invece il libro di carta che, se uno lo lascia in un bosco si dissolve in pochi anni invece dei componenti dei lettori di e-book a pagamento che sfidano i secoli)

CON GLI EBOOK A PAGAMENTO LA GENTE LEGGE DI PIÙ (ma quando mai? l'unica certezza è che su impoveriscono senza averne in cambio un bene fisico da poter rivendere; oltretutto è falsa questa affermazione perché la lettura sui lettori di e-book a pagamento è assai più faticosa; quindi... se ne andassero a quel paese con i loto tentativi di ebookizzarci a pagamento

è pur vero che accanto ai modelli di ebookismo a pagamento in cui la catena libraria è anche produttrice di dispositivi di lettura per e-book a pagamento, e quindi tende a incatenare e rinchiudere il povero cliente vacca-da-mungere nel suo ristretto ecosistema, ci sono i modelli ebookistici a pagamento in cui a fronte di danari ti si lascia scaricare un file non legato ad un dispositivo specifico, ma la sostanza non cambia!

quel file NON È TUO! perché non puoi rivenderlo! e se non puoi rivenderlo non è di tua proprietà; mentre i libro reale, quello sì, puoi rivenderlo, perché È TUO

l'ebookismo a pagamento sembra quindi avverare il sogno del comunismo: l'abolizione della proprietà privata, con gli ebook a pagamento che rimangono dei produttori ed ai compratori si riconosce il solo diritto di conferire quattrini

Inviato: 2013/9/23 23:23
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
sono possibili tutte e due le cose:

infatti nel modello di distribuzione degli ebook a pagamento più diffuso, non si scarica il file, ma una chiave di licenza che ne consente l'accesso e che ti costringe ad essere online per leggere IL TESTO (non essendo un libro l'ebook a pagamento)

le NOTE catene librarie che adottano questo sistema, fanno passare la CONNESSIONE GRATUITA 3g che ti danno (solo per spendere soldi sui loro siti però non per navigare altrove), come un gentile omaggio, mentre invece oltre che per drogarti di ebook a pagamento e farti svuotare il portafogli senza averne in cambio alcun bene possedibile a titolo definitivo (l'ebook resta di solo proprietà, tant'è che tu non lo puoi rivendere come avverrebbe per un libro reale), il loro fine è quello di MONITORARTI e toglierti in qualsiasi momento le licenze di accesso come già accaduto

con la rimozione improvvisa di 1984 (un click e PUFF!)
http://io9.com/5317703/amazon-secretl ... oves-1984-from-the-kindle

con la cancellazione completa di ogni file sul dispositivo
http://boingboing.net/2012/10/22/kind ... r-claims-amazon-dele.html

e-book a pagamento? = 0 diritti
http://blogs.computerworlduk.com/simo ... -to-your-ebooks/index.htm

Inviato: 2013/9/20 12:50
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
> esistono davvero persone che comprano libri da 10 euro di poesie di > persone sconosciute?
[...]
possono esistere, se l'autore scrive VERSI VERI (in rima e in metro rigoroso) e fa scaricare gratuitamente il surrogato digitale dell'opera, così se piace il lettore può decidere di acquistare la copia di carta

> ... e e-book addirittura?
[...]
no, Nessuno compera e-book a pagamento, per la semplice ragione che NON SI POSSONO COMPRARE GLI EBOOK A PAGAMENTO, infatti si può soltanto spendere danari per una LICENZA DI ACCESSO all'ebook a pagamento (che non diventa mai di tua proprietà come invece accade per i libri reali di carta), licenza che può essere evoicata in qualsiasi momento per qualsiasi ragione (economica, politica, di censura ecc...), immagina che un giorno il governo decida che i libri dell'autore X sono fuorilegge, PUFF! basta un click e i licenbziatari di ebook a pagamento se lo vedono sparire, mentre chi ha comprato i libri reali di carta può dormire tranquillo, debbono venire a casa per sequestrarti il libro, CASA PER CASA

Inviato: 2013/9/19 21:27
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Acquisto 6 copie antologia + videoclip autore
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
fatti i conti e datti la riposta:

sorvolando sulla modalità di svolgimento di questa e altre iniziative che poi rivelano la presenza di una richiesta di pagamento ai vincitori/selezionati

il 5% (se netto) di 10 equivale a 0,5 euro

dunque per andare ANCHE SOLO IN PAREGGIO, fatto 185/0,5, ne emerge che si dovrebbero vendere 370 copie della pubblicazione solo per recuperare i 185 euro spesi (senza alcun guadagno)

Inviato: 2013/9/19 15:15
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Il Verismo e quel che ne è seguito
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
Non ricordo dove. ma avevo letto, da qualche parte che, per limitarci all'Italia, l'ultimo periodo della sua attività di scrittore, il Verga, avendo dato fondo a tutte le miserie umane e casi strazianti, nonché scandalosi, possibili e immaginabili, non sapeva più come riempire le pagine. Zola veniva accusato di non capire alcunché di stile, e di averne egli stesso uno pessimo, e che la gente si interessava alle sue scritture solo per i soggetti morbosi (nanà prostituta [Nanà], la madre Gervaise che beveva, si imbruttiva, si rovinava, passava da un uomo all'altro e finiva per adescare, in miseria, le persone per la via [l'assommoir], l'alcolismo come origine della follia omicida [la bestia umana], i faccendieri corrotti [l'argent], l'egoismo dei commercianti che arrivano a denunziare un parente per quieto vivere [il ventre di Parigi] ecc...

inoltre i minatori si sentirono diffamati all'uscita di Gérminal, e i dotti aggiungevano che Zola era un incolto che non potendo scriver bene, doveva cercare il soggetto sensazionalistico

quando è una scusa per la mancanza di buon stile, veramente questo che chiameranno verismo, di modo che gli studenti potessero poi ripeterlo a pappagallo, è uno squallore unico

mai come oggi però, avendo gli editori, per abbassare il livello generale di cultura dei clienti ex-lettori (ora considerati solo come compratori), gravemente minato la salute della vera letteratura (dopo aver distrutto la poesia propinando i non poeti coi loro non versi in non metro - perché incapaci di usarne uno qualsiasi -), così da poter spacciare in giro della esclusiva spazzatura verbale

Inviato: 2013/6/22 20:33
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: come faccio a sapere quante copie ho venduto?
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
youcanprint da ieri 4 febbraio, permette (leggevo) di monitorare le vendite con molta più facilità, (a quanto sentivo dire era un problema comune prima), chiedi, se non ti hanno migrato al nuovo sistema, come poter fruire delle nuove modalità di consultazione vendite

se poi vorrai raccontare la tua esperienza con youcanprint, sarebbe interessante, visto che, personalmente, non ho ancora capito quale debba essere l'investimento minimo per la pubblicazione

i bollini siae sarebbe meglio evitarli, se puoi, per il solo fatto che meno fondi la siae riceve, prima fallirà

Inviato: 2013/2/5 17:06
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: La guerra degli ebook [ex(art.interessante)]
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
meditate, gente

http://blog.quintarelli.it/blog/2012/ ... ti-senza-spiegazione.html

http://www.bekkelund.net/2012/10/22/outlawed-by-amazon-drm/

notevole questo ammonimento:

"With DRM, you don’t buy and own books, you merely rent them for as long as the retailer finds it convenient."

quindi pensateci bene e scegliete se alimentare il disdicevole mercimonio degli ebook a pagamento o boicottarlo da subito per farlo fallire prima della sua naturale estinzione (dopo la quale tutti i surrogati digitali non si venderanno più, ma saranno offerti gratis, sempre che voi la smettiate di DARE DANARI agli ebookisti a pagamento cosicché comprendano come debbano smetterla di pretendere soldi per NON DARTI UN LIBRI FISICO, ma solo l'accesso ad un file e pesantemente condizionato per giunta)

Inviato: 2012/10/24 19:18
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Paganesimi Elettrici - E-Book gratuito
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
peccato però che l'abbia fatto col probabile proposito di aumentare la vetrina gratuita nella speranza che altri siano attirati a pagare per licenze di accesso a surrogati digitali a pagamento

ribadiamo il NO AGLI EBOOK A PAGAMENTO HERI HODIE SEMPER

Inviato: 2012/9/4 9:11
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Nuovo romanzo comico "AMABILMENTE CONDANNATO A MOGLIE"
Just can't stay away
Iscritto il:
2007/7/14 15:58
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 249
Livello : 14; EXP : 75
HP : 0 / 343
MP : 83 / 7311
Offline
non ce l'avevo con ales86, con *ebookisti a pagamento* intendevo riferirmi ai *fautori - pro domo sua* dell'ebook a pagamento* i quali tanto fanno e tanto dicono da condizionare poi la gente a credere e a diffondere il loro verbo, come i nazisti condizionavano le persone del popolo a farsi loro complici nella persecuzione degli ebrei (vedi *i volenterosi carnefici di hitler* libro da leggere, il che è lo stesso fenomeno che si verifica oggi quando qualcuno, senza essere direttamente interessato, agisce da perfetta spia segnalando i link di qualche scansione o file in condivisione: la segnalazione non spetta a lui, solo i diretti interessati e la polizia postale se investita del compito, può farlo, ma l'opera di convincimento occulto li trasforma in tanti *volenterosi carnefici della condivisione*, similmente abbiamo i *volenterosi carnefici del libro vero* che sono inconsciamente condizionati a fare il tornaconto altrui senza alcun vantaggio per essi stessi. è un fenomeno pericoloso, come lo era stato ai tempi del nazismo)

è comunque sacrosanta l'indignazione, dato che vorrebbero, con l'ebook a pagamento, toglierci tutta una serie di diritti, e danneggiare il pubblico accesso al sapere nelle biblioteche (presentando oro degli ebook a pagamento con tot visualizzazioni a pagamento e che necessitano di ulteriore esborso di danaro pubblico per altre visualizzazioni, già successo all'estero con grande scandalo)

Inviato: 2012/8/24 14:12
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 ... 25 »




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
News101
Iscritti206
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 14 utente(i) online (3 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 14

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 2
Ieri: 1
Totale: 5173
Ultimi: bereniceblog

Utenti Online:
Ospiti : 14
Membri : 0
Totale: 14
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2014 OZoz.it - P.I. 02878050737