logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (Vincenzo68)


(1) 2 3 4 »


Re: Info sull'Arma dei Carabinieri
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Ciao Nevermore,

grazie per le dritte.

Il sito è questo:

http://www.carabinieri.it

e c'è una utilissima sezione storica:

http://www.carabinieri.it/Internet/Arma/Ieri/


Inviato: 2006/11/20 14:41
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Info sull'Arma dei Carabinieri
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Vorrei scrivere un romanzo giallo ad ambientazione storica.
Per la figura dell'investigatore ho in mente un ufficiale o un sottufficiale dei carabinieri. Il periodo è fine ottocento - inizio novecento.

Mi servirebbero informazioni sull'arma dei carabinieri per il periodo indicato. Non tanto una storia dell'arma ma, per esempio, sui gradi: brigadiere, maresciallo, capitano etc. Coincidevano, all'epoca, con quelli attuali?
Qualcuno è in grado di indicarmi un libro, sito internet o qualsiasi altra fonte dove reperire quelle informazioni?

Grazie

Inviato: 2006/11/19 19:04
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Scrivi una storia per Meggy
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Citazione:

Daniela ha scritto:
Che ne dite di giocare un po', scrivendo magari una favola a tema per la piccola Meggy?

Proviamo a farle conoscere il mondo, iniziando a raccontarle... che so, della natura e del ciclo delle stagioni?

Usiamo questo spazio per proporre dei temi e se avete suggerimenti postateli qui.



Ciao Daniela,

io una favola ce l'avrei. Proprio sul ciclo delle stagioni.
Ma è anche un po' satirica nei confronti del presidente americano e dei suoi amici italiani.
Pensi che inviandola potrebbe causarvi dei fastidi qui?


Inviato: 2006/11/17 19:05
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: da dove iniziare?
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Ciao Sciafab,

anche a me piacciono i libri che parlano di scrittura. E non perchè li ritenga indispensabili per uno scrittore.
Spesso, in quei libri, l'autore parla della propria vita, dei propri metodi, delle proprie manie.
Mi piace leggere della vita di uno scrittore, delle difficoltà che ha incontrato all'inizio e di come sia riuscito a farcela.
E, in questo senso, il libro di King l'ho trovato bellissimo.
Certo, quando scrivo, non è che mi metto lì, con i vari manuali accanto, stando attento alle regole. (e forse è per questo che scrivo malissimo ).

Sono d'accordo con Bunkr: le critiche fanno crescere. A me piace l'ironia che ci mette Alco. Mi piace l'ironia, in generale(anche se, debbo confessarlo, se fosse rivolta a me, forse la troverei un po' meno piacevole).
E, sui racconti, sono d'accordo con quanto ha scritto Alco. Edgar Allan Poe li preferiva ai romanzi. Lodandone la brevità, diceva:

"Le pause nella lettura rischiano di modificare o addirittura annullare l'impressione del libro: meglio un'opera breve e intensa, che riesca a tenere il lettore entro le maglie dell'incanto della lettura che si esaurisce in un'unica sessione".

Infine, mi piacciono gli argomenti che tratti nei tuoi post. Penso che ci stiano bene in un sito come questo. Forse avresti dovuto riunirli in un'unica discussione.
Non ho risposto alla tua domanda: da dove iniziare? Ma proprio una risposta non ce l'ho.
Spero di poter leggere presto qui, un tuo racconto thriller.

Ciao

Inviato: 2006/11/17 14:36
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il punto di vista: 1°persona o 3°persona
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Esistono esempi di autori che usano sia la prima che la terza persona. Uno per tutti, Gustave Flaubert con il suo 'Madame Bovary'.
Il romanzo inizia alla prima persona plurale:
"Eravamo nell'aula di studio, quando il rettore entrò, ...".
La prima persona viene conservata per alcune pagine; poi Flaubert passa alla terza persona, spostando, così, il punto di vista da quello di un narratore-personaggio a quello di un narratore-onnisciente.

Inviato: 2006/11/13 15:57
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Vari problemi di natura grammaticale - Ci vuole un secondo.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Ciao Lebeg,

ci tengo a precisare che quello che ho scritto a propositi dei tuoi racconti, non contiene nessuna ironia. Davvero mi sono piaciuti. Mi piace il tuo stile.
E sono stato piacevolmente sorpreso quando ho visto che i tuoi scritti non contenevano quegli 'esperimenti' sulla punteggiatura di cui ho parlato.


Inviato: 2006/11/12 20:29
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: stasera voglio fare il saccente e do una lezione!!! :)
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Citazione:

senza ha scritto:
Aristotele ( che credo si riferisse in generale oltre che al libro al teatro )
una storia deve iniziare dall'inizio, continuare e poi arrivare alla fine, esattamente come secondo logica, e secondo logica non devono essere narrati eventi che non hanno nessi con la conclusione, nel senso che la fine deve arrivare con un effetto di causalità di quelle che erano le prerogatove iniziali
senza


Nell'Edipo Re di Sofocle, la storia inizia quasi dalla fine.
Cito da Raul Montanari:

"...Fondando quella che poi diventerà una
vera e propria regola del teatro (cominciare dalla fine e non dal principio) Sofocle parte quasi dalla
fine, diciamo da tre quarti della storia: tutto quello che veniamo a sapere dell’uccisione del vecchio
re e della strana infanzia di Edipo, con corredo di profezie e pastori-killer dal cuore tenero, non fa
parte della porzione di storia che Sofocle ha scelto come base per l’intreccio della sua tragedia, ma
viene raccontato in lunghi flashback.".

Anche nella letteratura, possiamo trovare "la fine all'inizio". Per esempio, il bellissimo racconto di Tolstoj, 'La morte di Ivan Il'iĉ' comincia proprio dalla fine. Il primo capitolo narra, per bocca del giudice Ivanoviĉ, della morte del protagonista.
Dal secondo capitolo inizia la biografia di Ivan Il'iĉ.
A me pare un bell'artificio letterario. Lo spostamento temporale fra il primo capitolo e il secondo, dico.
In fondo, non è anche questo che costruisce un 'intreccio'?

Con questo, non voglio dire che ogni opera letteraria debba essere costruita secondo questo schema, ché di esempi che rispettano la logica aristotelica potremmo citarne quanti ne vogliamo tra autori più o meno grandi, contemporanei o no.
Dico solo che la scelta dello schema, dovrebbe dipendere dall'autore, dal suo stile.


Inviato: 2006/11/12 17:05
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Vari problemi di natura grammaticale - Ci vuole un secondo.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Ciao Lebeg,

incuriosito da quello che hai scritto sulla punteggiatura, mi sono andato a leggere gli ultimi tuoi racconti: "Cantilena" e "Valzer".
Complimenti! Molto belli. E, soprattutto, con una punteggiatura impeccabile. Non c'è una virgola fuori posto. Ecco un esempio di quello che mi piacerebbe leggere quando compro un romanzo

Inviato: 2006/11/11 22:34
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Vari problemi di natura grammaticale - Ci vuole un secondo.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Io, dopo aver letto l'Ulisse di Joyce, me ne sono innamorato (del romanzo, dico).
Nei vari forum in rete, ho letto pareri discordanti a proposito. Molti lo giudicano soltanto come un manuale di esercizi di stile. Io lo trovo un capolavoro. Diciotto capitoli, ognuno scritto con uno stile diverso.

Nell'ultimo capitolo, non usa la punteggiatura ma, gli apostrofi, si:

"...se la svignava con l'aria colpevole..."
"...non c'è peggior sciocco d'un vecchio rimbambito..."
etc.

Nella mia modestissima opinione, da semplice lettore, non comprerei un romanzo senza punteggiatura o
con 'esperimenti' tipo "...!!!???", "!!!", "???", etc. ( forse non è un caso che, proprio quello stile, Joyce lo abbia usato nell'ultimo capitolo).
Sarà che non sono più giovanissimo, ma il Manzoni mi sembra una fonte inesauribile di perfetta scrittura(anche dal lato formale).

Dunque, secondo me, fa bene Tasso a porsi il problema. E invito anch'io, come Maigret, all'intervento di qualcun altro che possa meglio chiarire i dubbi.


Inviato: 2006/11/11 21:54
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Vari problemi di natura grammaticale - Ci vuole un secondo.
Not too shy to talk
Iscritto il:
2006/9/21 16:11
Da Palermo
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 55
Livello : 6; EXP : 27
HP : 0 / 131
MP : 18 / 5061
Offline
Sfogliando le pagine de I Promessi Sposi, ho trovato:

"Che! tu andavi in cerca d'amici... quali amici!..."

e

"Come parli, frate?..."

Quindi, con i tre puntini dopo, va bene lo stesso

Inviato: 2006/11/10 20:21
_________________
È dall'ironia / che comincia la libertà (Victor Hugo)
È ormai difficile incontrare un cretino che non sia intelligente e un intelligente che non sia un cretino. (Leonardo Sciascia da Nero su nero)
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 »




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti138152
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 62 utente(i) online (37 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 62

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 13
Ieri: 17
Totale: 5802
Ultimi: DixieDevan

Utenti Online:
Ospiti : 49
Membri : 0
Totale: 49
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it