logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (guida)


(1) 2 3 »


Re: Cosa state scrivendo?
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
Uno dei primi libri che ho letto in vita mia (acquisita l’età della ragione) è stato lo straniero di Camus. L’avete letto? Io lo trovo splendido. Un uomo che viene ingiustamente accusato di omicidio e che non riesce a provare la propria innocenza soprattutto perché caratterialmente non riesce ad esprimere le proprie emozioni e sentimenti quindi per tutti appare colpevole senza ombra di dubbio.

Il concetto molto attuale secondo cui buttare in piazza le proprie emozioni non solo è abituale, ma considerato come atto dovuto per dimostrare di essere una persona sensibile e per ottenere comprensione mi affascina, forse perché al contrario io difendo il diritto alla discrezione e al poter vivere le emozioni nella sfera della mia vita intima e privata.

Mi sono cimentata (ormai da qualche mese) in un romanzo che si basa dal punto di vista opposto: una donna all’apparenza tranquilla, dolce, madre di famiglia esemplare che senza un’apparente motivazione un giorno uccide il marito. Tutti cercano di capire il gesto perché ritengono impossibile che il “male” possa esistere fine a se stesso, e cercano di trovare questa motivazione dimenticando che spesso il male non è altro che assenza di emozioni e può capitare che esistano tali persone. Ognuno di noi vive spinte negative ed aggressive, ci distingue la capacità di controllo e di scelta, ma fino a che punto è una scelta di integrità personale e non una reazione alla paura delle conseguenze?

In parole povere sto scrivendo un mattone introspettivo di dimensione paurosa

[e nemmeno tanto originale a dirla tutta]

Inviato: 2005/10/28 7:59
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa state scrivendo?
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
lamù interessante il tuo intento di scrivere un romanzo storico..io sono una malata di storia!
posso chiederti a quale periodo ti riferisci?

Inviato: 2005/10/27 16:06
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ancora Amore....
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
l'amore può anche finire, è un dato di fatto per quanto doloroso sia, soprattutto se a scemare è il sentimento del compagno che noi invece continuiamo ad amare.

Capita, c'esta la vie.
Giusto è lottare se si ritiene che sia un momento perchè l'amore si coltiva e va difeso. Ma nel momento in cui ti renderai conto (se mai arriverà quel momento) che la verità semplice è che non ti ama più, lascialo libero di andare e continua la tua vita.

Anche questa è una gran manifestazione di amore e di ripetto, anche nei confronti di te stessa.

Inviato: 2005/10/26 11:54
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I guerrieri della notte
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
ops ho inserito erroneamente citazione di shoen..

Inviato: 2005/10/25 12:24
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: I guerrieri della notte
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
grande citazione!
i guerrieri della notte è uno di quei film che riguardo sempre volentieri e mi esalta come la prima volta
certo quando l'ho visto la prima volta ero proprio una ragazzina e a quell'età subivo il fascino del "guerriero" sognavo di essere io "la donna del guerriero"...bei tempi.
Dopo i guerrieri della notte c'è stata la fase duran duran e vuoi mettere i sogni adolescenziali di simon le bon che si innamora di te con quelli precedenti del guerriero che ti trascina virilmente per tutta new york difendendoti dalle gang inferocite??

nemmeno gli Hold Blacks durante la Haka mi suscitano più tali emozioni

Citazione:

Shoen ha scritto:
Da oggi ho un nuovo rimpianto. Ben più grande di qualunque altro: non aver visto "I guerrieri della notte" quando avevo tredici-quattordici anni.

Che figaaaata/minchiaaata... Peccato che quando si è grandi non lo si possa apprezzare appieno, insomma, non ci si può gongolare come porci come invece farebbe un tredicenne...

Chi di voi ne è un cultore? (Tra l'altro sentivo dire che ne trarranno un videogame a breve)

"Magari troviamo una pelle con una fighetta nuova... Mi gusta un frego sgusciarmi una di primo pelo!"
(trooooppo greve, che tajo! )


Inviato: 2005/10/25 12:23
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: E il Pakistan?
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
parli come se nessun telegiornale o giornale nazionale non abbia parlato del pakistan, in realtà ciò è avvenuto per giorni. Poi le notizie hanno iniziato a scemare...si sa l' informazione è come il pesce, dopo due giorni puzza e non interessa più.
Il tuo concetto di fondo [tutto ciò che accade in usa vale la pena di essere riportato, ciò che accade nel mondo di serie z, no] lo condividerei se avessero dato breve notizia giornaliera del pakistan mentre riportato il pestaggio per giorni interi. Ma se per non levare spazio all'informazione sulla disgrazia del pakistan si censurasse tutto il resto dell'informazione americana e non, non credo sarebbe utile nè intelligente.

...e poi che vuole quel vecchietto da pretendere giustizia in un momento in cui sono morti in centinaia, si ritenga fortunato che è ancora vivo e non rompa le scatole.

Inviato: 2005/10/13 15:01
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: un piccolo passo avanti
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
tutto questo per una battuta?!?

l'ironia, questa sconosciuta..quasi quasi questa perla di saggezza la inserisco nella firma

Inviato: 2005/10/13 8:49
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: E il Pakistan?
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
bundr ha citato l'ultimo caso di pestaggio di poliziotti ai danni di un sessantenne. In questo caso, per come la vedo io, è il senso di giustizia di ognuno che dovrebbe farci inorridire...vabbé il vecchietto non è morto...vabbé una paio di manganellate che vuoi che siano in un mondo dove muoiono decine di persone quasi tutti i giorni....vabbé un piffero! Il senso di giustizia non è un concetto astratto che sfoderiamo dialetticamente quando più ci conviene, ma un valore che dovrebbe essere viscerale e risvegliarsi ogni volta che si assiste ad un'ingiustizia...dovrebbe essere uno stile di vita esternato senza che ce ne rendiamo conto, proprio perchè facente parte della nostra persona.


Inviato: 2005/10/13 8:08
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: E il Pakistan?
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
quel che a me spaventa maggiormente è constatare l'assuefazione alla tragedia e alla morte. Se questa è personalizzata e vede come protagonista un volto noto l'empatia o la curiosità morbosa si risveglia, ma se si tratta di numeri a due cifre se ne coglie meno emotivamente la portata.
Chi ha provato la perdita di una persona cara è ben cosciente della validità dei concetti espressi da religioni, filosofie, culture varie che legano il ruolo di ogni individuo alla "comunità" e che sottolineano il valore aggiunto di ognuno al "disegno universale".
Chi ha purtroppo fatto questa esperienza ben sa che quando viene a mancare una persona cara la vita di tutti coloro che gli ruoatavano intorno cambia a macchia d'olio. Io ho perso mio padre quando ero piccola e pur essendo appagata della mia vita e pur sentendomi fortunata per ciò che ho concluso fin ora e della persona che sono diventata (soprattutto modesta ) ancora dopo tanti anni sento che manca un tassello importante e ho la piena coscienza che se non fosse morto sarei una persona diversa e vivrei una vita differente.
E credo anche che la comprensione di queste tragedie sia direttamente proporzionale al valore che diamo alla vita.

Inviato: 2005/10/13 7:58
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Primarie del centro-sinistra. Io non voto e tu?
Just popping in
Iscritto il:
2005/10/6 15:03
Da milano
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 21
Livello : 3; EXP : 31
HP : 0 / 57
MP : 7 / 2385
Offline
non votare è una scelta e certo che è una cosa democraticamente possibile, infatti ho specificato che è comprensibile, solo che io personalmente non condivido tale scelta.
E ti spiego anche il perchè: piuttosto che votare facendo danni perchè non si è preparati o si teme di farsi influenzare dai preconcetti storici o in base alla pubblicità non è meglio cercare di informarsi adeguatamente tentando di crearsi opinioni obiettive basate sui fatti e i contenuti reali piuttosto che rimanere ignoranti e non votare?

però hai ragione...fra tanti girotondi e grida di al lupo al lupo (leciti peraltro) viene voglia di staccare la spina e non farsi coinvolgere

p.s: piacevole scambio di opinioni, il primo interessante a cui partecipo su questo sito

Inviato: 2005/10/11 11:58
_________________
pensare è importante...e ci distingue dalle lenticchie
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 »




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti5012348
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 57 utente(i) online (29 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 57

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 50
Ieri: 55
Totale: 5934
Ultimi: Damon41V05

Utenti Online:
Ospiti : 57
Membri : 0
Totale: 57
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it