logo
 
OzBlogOz

Link sponsorizzati

Pubblicizza un corso o un concorso Vuoi pubblicizzare un corso di scrittura o di editoria o un concorso letterario su OZoz.it? Clicca qui!

Concorsi Letterari

Writers' Rooms



   Tutti i post (post-arte)


(1) 2 3 4 »


Re: Cosa faresti se fosse il tuo ultimo giorno di vita
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Alla fine, abbiamo mentito...tutti, nessuno di noi ha ammesso che piangerebbe.

post

Inviato: 2007/3/14 9:14
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Patente di...BLOGGER/WEB SURFER???
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
...Ragionare è difficile/Fatica, credo che pensare, più che faticoso sia PERICOLOSO.

Esistono persone che non pensano affatto, o non la pensano come me, ad

ogni modo per queste persone è difficile ragionare con il prossimo e sul prossimo,

preferiscono non pensarci nemmeno



post-arte

Inviato: 2007/1/8 11:02
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Patente di...BLOGGER/WEB SURFER???
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Scrivere è per me un bisogno ed un dovere, verso me stesso, pena il rimorso di coscienza e malessere diffuso e ciò non va ad influire in nessun modo con la qualità dello scrivere, tuttavia mi riempie di un senso di responsabilità enorme verso tutto e tutti e ciò basta ed avanza per portarmi ad un livello per lo meno accettabile, dal punto di vista morale, non commerciale e/o letterario.
Scrivere in rete è come scrivere un diario che tutti leggeranno, insomma un vero e proprio libro che passa da tipografia in tipografia, prendendo spunti, rubando idee, falsificando concetti. Da ogni pagina di questo libro nasce un’altra pagina, i personaggi creano altri personaggi mentre la trama si rigenera e si estende per vie a lei ed a noi stessi inconsce ed involontarie. Deviazioni, ritorni, distorsioni, tagli vale tutto e tutto è lecito. Che meraviglia!, ma, e c’è sempre un ma è un sogno sognato da molti, troppi, tutti quanti e come tale non può essere diretto da nessun regista, e tutti ne siamo produttori e registi, nel bene e nel male.
Diciamo che la rete rispecchia la realtà? Non è esatto, io direi che purtroppo in rete le persone si svelano, nascondendosi. Quante donne avrebbero il coraggio di avvicinare un uomo in un bar e chiedergli quel che trovano il coraggio di scrivere su certe messaggerie? Poche, o nessuna.
Quanti uomini avrebbero il coraggio di abbordare un altro uomo a scopo sessuale? Nessuno, ma in ogni messaggeria gli annunci nella categoria "uomo cerca uomo" sono sempre i più numerosi.
Questi due semplici esempi mi confermano che purtroppo diamo il peggio di noi, non appena ne abbiamo la possibilità e la rete è la più grande possibilità che esista.
Per quanto riguarda il bambino che ha stuprato il cuginetto io direi che se ha provato desiderio di emulazione invece che repulsione verso ciò che ha visto in internet, il problema è da un'altra parte e la frase "l'ho visto fare in un film, on line, per strada, allo stadio" denota un TARA di base da correggere, ancor prima di fargli l'abbonamento ADSL!

Tutto sommato un minimo di legislazione, visto che ogni computer rilascia un indirizzo che lo rende rintracciabile, non guasterebbe, oltretutto la tecnologia per operare in stile HACKER non è poi così economica ed alla portata della massa, la quale rappresenta tutti i nostri peggiori difetti elevati alla potenza "presi uno ad uno non siamo male, ma messi assieme formiamo la peggior massa di merda mai apparsa su questo pianeta". Se qualcuno chiama in causa la privacy io dico “male non fare, paura non avere” si troverà il modo di garantire la privacy, anche quella più peccaminosa ed inconfessabile

Io direi che parlarne, creare spazi, quartieri accessibili e rendere meno accessibili possibile certe altre zone, quelle che tu chiami quartieri bassi, sia la cosa peggiore da fare ed è quello che la massa farà.

Grazie per il contributo, si prova a comunicare in modo civile ed in spazi come questo...io credo sia già un modo per aggiungere un peso di "qualità" al peso specifico, non trovi?

post-arte

Inviato: 2006/12/20 8:06
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Patente di...BLOGGER/WEB SURFER???
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Cosa accade quando si concede la libertà agli uomini? Non parlo della libertà di andare a lavorare, pagare le tasse, sposarsi, fare figli e morire, bensì della libertà cosmica, come quella di possedere miliardi di byte di spazio a disposizione, alterare i propri connotati, fingersi del sesso opposto, alterare l’età anagrafica a piacimento, fare, dire, essere quel che si vuole, di questa libertà sto parlando…e sapete cosa accade? Che l’uomo da il peggio di se! Mi dispiace dirlo e constatarlo, ma purtroppo nel 75% dei casi è così. Il restante 25% purtroppo non attrae e non fa numero perché non è altro che la realtà riflessa sulla rete. Esistono persone che non hanno nulla da dire, non hanno idee, né cultura, sono maleducate, per nulla ironiche, sporche, frustrate, deviate, psicotiche, brutte, idiote, ignoranti e chi più ne ha…ma nella rete alterano il loro essere, lo celano dietro false informazioni distorcendolo al punto che quando ti rendi conto della vera natura di chi ti sta di fronte (a mille chilometri di distanza) è troppo tardi. È mai possibile che questa splendida opportunità che è la rete, il web, finisca per essere REGOLAMENTATO come le strade che percorriamo tutti i giorni a causa dei soliti (vedi aggettivi sopraccitati ed aggiungi a tuo piacimento) che non rispettano limiti, semafori, persone, cose, cani, idee etcc…etcc..?
Io credo che purtroppo finirà così, ma mi chiedo anche come regolamentare la rete?

Oltre ai siti pedo/porno/crimino/bestemmio/grafici che esistono, mi imbatto ogni giorno in migliaia di “sprechi di byte e di risorse umane e deprezzamenti della libertà” come: le ricette di Pina e cioè quattro ricette che conoscono tutti, scritte in italiano maccheronico, ultimo aggiornamento FEBBRAIO 2002. Blog di persone che litigano fra loro, diffondono idee…banali, volgari e proprie frustrazioni, elenco delle peggiori bestemmie, foto e video di avvenimenti a dir poco scabrosi, ragazze russe per te con esperti in amore…mio dio cosa vuol dire esperto in amore? Chi sarà mai uno che s’è scopato mezza riviera romagnola senza mai innamorarsi di nessuno di quei “buchi con il pelo attorno” e potremmo continuare all’infinito
È possibile che ognuno di noi si metta ai bordi delle strade a gridare, denudarsi, offendere, mostrare le proprie virtù ma soprattutto i propri demoni, dimostrare, supporre di/che, no, non è permesso per legge. È permesso spacciarsi per quel che non si è? No è reato.
A parte il fatto che io trovo ridicolo che una persona di 17 anni gestisca un BLOG sulla vita!!! La vita di una mosca dura di più, tuttavia rispetto la sua livertà ed ammiro la volontà...ma perché nella realtà non è concessa la stessa libertà che possiamo prenderci nella rete? Ve lo siete mai chiesti? Cosa succederebbe se fosse così? Il caos più totale è una previsione fin troppo ottimistica?

Immaginate che i BLOG siano il corrispondente on the web di un esercizio pubblico, come un bar, un ristorante, un ufficio. un ambulatorio. per gestire un esercizio pubblico noi dobbiamo dare un esame, e spesso non basta nemmeno quello, per guidare è la stesso cosa con i risultati che tutti conosciamo e constatiamo ogni dì. Ma per guidare un’auto nel web è sufficente possederla! Per gestire un esercizio on the web (blog) è sufficente registrarsi (nel 75% dei casi con dati falsi). Se questa è la LIBERTA' capisco perché all'uomo è preclusa nella realtà!

ATTENZIONE: Per favore non partiamo dal presupposto che esistono persone bloccate in casa che hanno soltanto il WEB per “muoversi” perché sarebbe poco realistico. Le nostre città sono fatte soltanto per chi sa camminare, purtroppo e questo non è l’argomento di questa discussione. GRAZIE



La domanda è REGOLAMENTARE il WEB oppure NO?
Servono leggi nel virtuale come nel reale?

Se SI, perché e come?

Se NO perché?

Post-arte.

Inviato: 2006/12/19 8:42
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Cosa faresti se fosse il tuo ultimo giorno di vita
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Niente di più niente di meno di quello che faccio ogni dì...cos'è un giorno di fronte all'eternità?

post.

Inviato: 2006/12/19 8:28
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Indovinello
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Va beh, ti perdono, ma la prossima volta non avere tutta questa fretta di dimostrare la tua preparazione ...

In realtà il mio era un modo per dirottare la questione "Ispirazione" verso lidi più caldi e personali della difficile, ed in questo caso inutile teoria....insomma vorrei se ne parlasse in maniera più personale e meno competitiva...esperienza x esperienza...le teorie e le leggi in certi casi fanno più male che bene...ah, ti consiglio di vedere quel film.

Ciao,


Vero NEVERMORE ed è ciò che penso anch'io, a parte il fatto che adoro Deep, anche e sopratutto nei film in cui interpreta parti "disturbate/banti" come complimento.

Inviato: 2006/11/24 14:08
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Indovinello
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
E bravo sedrik....

Lo scopo di questo, chiamiamolo indovinello, non era quello di farvi scervellare, bensì dimostrare che chiedersi cosa sia, quali regole segua, se si trovi in natura presente in alcuni alimenti, o viaggi per l'aere come le frecce di cupido è INUTILE, come è CONTROPRODUCENTE e PERICOLOSO cercarla...


post-arte


P.s.

Avrei sperato che l'idovinello fosse risolto almeno al 3° tentativo ,
ma va da che l'ISPIRAZIONE non conosce regole !

SEDRIK, hai visto quel film "Il ritratto di Jenny?"

Ciao a tutti!!!

post-arte

Inviato: 2006/11/23 10:40
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Indovinello
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Vorrei porvi un indovinello che quando risolto, risponde a molte delle domande che qui molti si pongono, spesso e che purtroppo non hanno una risposta, oppure ne hanno troppe...

L'indovinello è questo:

"Da dove vengo nessuno sa, dove vado nemmeno io lo so, ma quando arrivo tutto va!".


Di cosa si parla?

post-arte

Inviato: 2006/11/23 8:32
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: il non credente
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Se una persona gode della fede, non ha alcun bisogno di aspettarsi nessun tipo di salvezza o ricompensa, la vita è di per se un dono pari soltanto al dono...della fede.


post.

Inviato: 2006/11/22 16:01
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci


Re: Ispirazione: Incontro tra pensiero e parola
Quite a regular
Iscritto il:
2004/7/6 13:31
Da Lady Musgrave Island
Gruppo:
Utenti Registrati
Messaggi: 125
Livello : 10; EXP : 22
HP : 0 / 230
MP : 41 / 10391
Offline
Come al solito quando si parla di cose come ispirazione, originalità e simili si sa più o meno vagamente da dove si parte, come si ignora totalmente dove si va a finire! E ciò la dice lunga sull’argomento. Io sono letteralmente dilaniato dall'ispirazione, fisicamente e spiritualmente e mentalmente...notte e giorno e quando mi abbandona, poiché non è “una cosa” fornita da nessuna centrale naturale o meno e non da garanzie di continuità o successo, io mi smarrisco dentro. Io piuttosto mi chiederei "quando l'ispirazione porta a produrre qualcosa di buono?", forse quando colpisce persone dotate di talento? preparate? persone di un certo spessore culturale? L'ispirazione colpisce anche l'analfabeta? e se si con che risultati? Una serie di incomprensibili segni lasciati sulla carta?. Credo che per provare ad esercitare l’arte sia necessario essere dotati di talento ed intelligenza, l’ispirazione spinge l’essere umano a cimentarsi su se stesso e credo l’originalità sia dire, riprodurre, narrare, dipingere la propria visione delle cose, come le sentiamo e come le interpretiamo, o credete che tutti noi si veda il mondo allo stesso modo?.
Comunque viste le vostre precedenti “dotte citazioni” io spesso in certi casi ricorro alle "Lettere ad un giovane poeta" di Reiner Maria Rilke. La tenerezza severa con cui l’autore incoraggia il “giovane poeta” contiene in sé la radice stessa della scrittura: “Nessuno vi può consigliare e aiutare, nessuno. C’è una sola vita. Penetrate in voi stesso. Ricercate la ragione che vi chiama a scrivere… Questo anzitutto: domandatevi nell’ora più silenziosa della vostra notte: Devo io scrivere? Scavate dentro voi stessi per una profonda risposta. E se questa dovesse suonare consenso, se v’è concesso affrontare questa grave domanda con un forte e semplice debbo, allora edificate la vostra vita secondo questa necessità… Un’opera d’arte è buona, s’è nata da necessità”.
E lo invita, in caso di risposta positiva, ad assumersi il peso e la grandezza di tale sorte: “ché il creatore dev’essere un mondo per sé e in sé trovare tutto, e nella natura, cui s’è alleato”.
L’arte come discesa nell’abisso dell’originario e selvaggio “stato naturale”. Un processo biologico, alla cui base vi è la predisposizione all’ascolto, l’esercizio di una “passività attiva”.

Io non ho risposte e forse non ne cerco, mi sono spesso posto quella domanda e rispondo sempre allo stesso modo. Credo che i perché servano agli ipocriti, io semplicemente “debbo”…


Post-arte

Inviato: 2006/11/22 8:57
_________________
Poems! Everybody poems! The guy, believe him self is a poet...absolutly robbish...go on with your school work!

The Wall - Il professore a Pinky.
Trasferisci l'intervento ad altre applicazioni Trasferisci



 Inizio
(1) 2 3 4 »




Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!

Newsletter

Se vuoi ricevere la segnalazione di 1.000 bandi di concorsi letterari l'anno, iscriviti alle nostre newsletter Corsi&Concorsi!


Novità
  O  I  S 
Iscritti4036497
Oggi · Ieri · Settimana

Utenti Online 37 utente(i) online (18 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 37

Altro...

Membri Membri:
Oggi: 40
Ieri: 67
Totale: 6213
Ultimi: YolandaLow

Utenti Online:
Ospiti : 37
Membri : 0
Totale: 37
Lista Utenti [Popup]

© 1999-2017 OZoz.it