Indice Autori
A|B|C|D|E|F|G|H|I|J|K|L|M|N|O|P|Q|R|S|T|U|V|W|X|Y|Z

André Malraux

La tentazione dell'occidente

Perché non vi ho incontrato, imprevisti selvaggi che offrivate ai viaggiatori frutti a forma di corna su barbari vassoi, mentre le cupole apparivano fra le palme! Oh scoperte... Gli uomini, catturando ad una ad una le forme e racchiudendole nei libri, hanno preparato i movimenti del mio spirito. Un corteo di esseri e paesaggi vi si muove lentamente, stasera, fra il silenzio della notte sul mare, e il battito delle macchine, tanto regolare che sembra confondersi con esso... Calma suprema, mare liscio, splendido, dove vibrano le stelle profonde... Nella scia della nave scompaiono le ombre delle ultime orde, levando alti enormi crani di uri insegne o trofei? che rigano le pianure con le loro ombre ricurve. Più lontano turbinano gli eserciti dell'Asia centrale. Su tutto dominano alti stendardi ornati di antichissimi caratteri neri. Una volta.

André Malraux - La tentazione dell'occidente - Lucarini, trad. Mario Picchi