Mark Twain (Samuel Langhorne Clemens)

Psudonimo di Samuel Langhorne Clemens (Florida, Missouri 1835 - Redding, Connecticut 1910) scrittore statunitense.

 

Vita.

Mark Twain crebbe a Hannibal, sulle rive del Mississippi, caposaldo nell'immaginario americano e pietra angolare nella vita dello stesso scrittore. Qui fece ingresso nel mondo del lavoro come tipografo dodicenne e in seguito fu apprendista pilota lungo il fiume sul battello "Alex Scott" (1857-1861). Dal linguaggio del fiume derivò il proprio pseudonimo ("mark twain", cioè "marca due": è un'espressione usata nella navigazione fluviale per segnalare che la profondità delle acque è di due braccia).
Dopo una breve parentesi militare all'inizio della guerra civile e dopo l'avventura di minatore e cercatore nel Nevada, diede inizio alla sua carriera di giornalista che lo avrebbe portato in giro per il mondo come inviato speciale, da un continente all'altro, dalla Polinesia alle Isole Sandwich, all'Italia, all'Europa intera.
Dopo il successo dei suoi primi lavori sposò Olivia Langdon (l'amatissima Livy) nel 1870 e si trasferì a Hartford nel Connecticut.

Twain era affascinato dalla scienza e dal metodo scientifico. Ebbe una stretta e lunga amicizia con il fisico americano Nikola Tesla, dei cui laboratori fu assiduo frequentatore. E le conoscenze scientifiche contenute nel libro "Un americano alla Corte di Re Artù" devono molto a questa amicizia.

Nel 1893 strinse amicizia con il famoso industriale Henry H. Rogers, uno dei maggiori azionisti della Standard Oil. Rogers riorganizzò le finanze disastrate di Twain (la casa editrice che aveva fondato in bancarotta, decine di migliaia di dollari persi nel progetto di una macchina per la composizione tipografica mai completata, diritti d'autore andati in fumo per opere plagiate prima di poterle pubblicare) ed i due divennero stretti amici per il resto della loro vita.

Twain scrisse nel 1909 "Sono arrivato con la cometa di Halley nel 1835. Torna l'anno prossimo e penso di andarmene con lei". E così fu.

 

Le opere celebri.

L'esordio letterario di Twain è costituito dal racconto umoristico "La famosa rana saltatrice della contea di Calaveras" del 1865. Sarà però più tradi, con i celebri romanzi "Le avventure di Tom Sawyer" (1876) e "Le avventure di Huckleberry Finn" (1884), che avrà inizio la grande stagione dello scrittore. Non si tratta solo di due romanzi picareschi, sebbene trattino le vicende di due adolescenti alle prese con i problemi tipici dell'età. Le ansie e i drammi finiscono per essere quelli della nazione stessa, costretta fra razzismo, guerra civile e lotte di classe. Nelle avventure dei due protagonisti, e soprattutto in Huckleberry Finn, si delineano veri e propri percorsi di ricerca e iniziazione: fuggire la società e il suo pericoloso imprinting per affrontare la discesa del fiume su una zattera in compagnia dello schiavo fuggiasco Jim. E sempre nello stesso romanzo, attraverso l'uso sapiente del parlato, dello slang e di diversi dialetti, si assiste alla nascita di una nuova lingua letteraria americana, espressione di quell'America sfaccettata per condizioni sociali, età, cultura, che non aveva trovato prima di allora un così geniale cronista della sua realtà.

Negli ultimi anni ci sono stati tentativi di "mettere all'indice" Huckleberry Finn da parte di varie biblioteche a causa dell'uso di termini di uso popolare che offendono alcuni. Twain era contro il razzismo e solo quelli che conoscono superficialmente il suo lavoro lo possono condannare per la sua precisa descrizione del linguaggio di uso comune negli Stati Uniti nel XIX secolo. Twain stesso avrebbe probabilmente sorriso di questi tentativi. Infatti nel 1885, quando una biblioteca escluse il libro, egli scrisse al suo editore: "Hanno espulso Huck dalla loro biblioteca come 'spazzatura buona per la periferia'. Questo ci farà vendere 25.000 copie, di sicuro".

Twain creò una letteratura specificatamente americana e costruì tematiche e linguaggi espressivi americani. Fece del modello picaresco un affilato strumento di analisi sociale e costituì il trait-d'union fra Melville e Hemingway.

Fra le sue opere ricordiamo anche "Il principe e il povero", "Uno yankee del Connecticut alla corte di Re Artù" e "Vita sul Mississippi".

Notizie tratte da "La nuova enciclopedia della letteratura Garzanti" 1985 e Wikipedia - Testo disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo



DOWNLOAD

  adventures of Huckleberry Finn (The)


218

 

  adventures of Tom Sawyer (The)


158

 

  bridge-builders (The)


29

 

  Connecticut Yankee in King Arthur's court (A)

 


264

  man that corrupted Hadleyburg (The)

 


41

  Selected poems

 


17

  Tom Sawyer abroad


68

 

  Tom Sawyer detective


46